Toscana: stanziati 35,4 milioni per edilizia residenziale pubblica

toscana edilizia

La Regione Toscana ha approvato lo stanziamento di 35,4 milioni di euro da dedicare interamente al miglioramento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica.

Gli immobili da ristrutturare sono quasi 50.000, e i fondi sono relativi al triennio 2020-2022. L’assegnazione si svolgerà tramite diversi bandi che saranno indetti dalla Regione.

Approfondiamo di seguito.

35,4 milioni: triennio 2020-2022

Su proposta di Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale all’urbanistica e alle politiche abitative, la Regione Toscana ha stanziato ben 35,4 milioni di euro destinati all’edilizia residenziale pubblica.

I fondi saranno così ripartiti:

  • 3 milioni di euro per autocostruzione o autorecupero di alloggi sociali cofinanziati dai Comuni. Di questi, 600 mila sono relativi all’anno 2020, mentre 1,2 milioni per ciascuno dei due anni successivi. In questo caso, il bando prevede una forma di partecipazione diretta dei destinatari alla realizzazione e alla gestione degli alloggi;
  • 4,4 milioni di euro da qui al 2022 per interventi di efficientamento energetico, e di potenziamento e manutenzione straordinaria di impianti che funzionano con energia da fonti rinnovabili;
  • 28 milioni di euro per manutenzione, ripristino, messa in sicurezza e qualificazione di alloggi ERP. Di questi, 10 milioni sono destinati all’anno 2020, mentre 9 milioni per ciascuno dei due anni successivi.

La ripartizione tra le province

Dei complessivi 35,4 milioni stanziati dalla Regione Toscana, è già effettiva la ripartizione tra le province per quanto riguarda l’anno 2020. Eccola di seguito:

  • 2,5 milioni di euro andranno ai Comuni del LODE Fiorentino, che amministra 12.820 alloggi;
  • 1,7 milioni di euro andranno alla provincia di Livorno, che gestisce 8.600 alloggi;
  • 814.000 euro per la provincia di Pisa, con oltre 6.300 alloggi;
  • 814.000 euro saranno destinati alla provincia di Lucca, per circa 4.000 alloggi;
  • 747.000 euro per la provincia di Massa Carrara per oltre 3.700 alloggi;
  • 635.000 euro per la provincia di Grosseto, che gestisce circa 3.200 alloggi;
  • 634.000 euro andranno alla provincia di Arezzo per oltre 3.100 alloggi;
  • 520.000 euro per la provincia di Siena, per 2.600 alloggi;
  • 424.000 euro alla provincia di Pistoia per 2.100 alloggi;
  • 357.000 euro per la provincia di Prato, che gestisce 1.700 alloggi;
  • 310.000 euro alla provincia di Empoli, per circa 1.500 alloggi.