Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Bandi e Concorsi » 428 terreni in vendita all’asta nella settima edizione della Banca nazionale delle Terre Agricole

428 terreni in vendita all’asta nella settima edizione della Banca nazionale delle Terre Agricole

428 terreni in vendita all’asta nella settima edizione della Banca nazionale delle Terre Agricole428 terreni in vendita all’asta nella settima edizione della Banca nazionale delle Terre Agricole
Ultimo Aggiornamento:

L’ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) ha annunciato l’apertura della settima edizione della Banca Nazionale delle Terre Agricole a partire dal 29 maggio 2024.

Questa iniziativa rappresenta una significativa opportunità per coloro che desiderano investire in terreni agricoli. Questa iniziativa mette in vendita 428 terreni, derivanti da operazioni fondiarie non andate a buon fine, per un totale di oltre 11mila ettari.

I prezzi di base d’asta variano significativamente, da meno di 100mila euro a oltre 1,5 milioni.

Ma quali sono le modalità e i requisiti per partecipare? E cosa rende questa iniziativa così importante per il settore agricolo italiano?

Advertisement - Pubblicità

La storia e il funzionamento

Istituita nel 2016, la Banca Nazionale delle Terre Agricole ha come obiettivo principale la reimmissione nel circuito produttivo di terreni agricoli non utilizzati a causa di fallimenti.

Dal sito ufficiale della Banca è possibile consultare l’elenco dei terreni disponibili, visionare le schede tecniche con le descrizioni dettagliate e inviare manifestazioni di interesse. L’accesso al portale è gratuito e rivolto a tutti gli utenti interessati all’acquisto.

Un’attenzione particolare è riservata ai giovani agricoltori, ai quali sono offerte condizioni agevolate per l’accesso ai mutui.

Advertisement - Pubblicità

Requisiti e condizioni dei terreni

La Banca Nazionale delle Terre Agricole viene aggiornata semestralmente, includendo terreni che soddisfano condizioni specifiche. Ecco i principali requisiti per l’inclusione nella procedura di vendita:

  1. Sentenza di risoluzione contrattuale
    Terreni per i quali è stata pronunciata una sentenza di risoluzione contrattuale passata in giudicato, indicando che il contratto è stato legalmente terminato.
  2. Inadempimento contrattuale
    Terreni con un’attestazione di inadempimento contrattuale annotata, secondo quanto previsto dall’art. 13, comma 4-bis, del D.L. 193/2016. Questo indica che l’assegnatario non ha rispettato i termini del contratto.
  3. Risoluzione consensuale
    Terreni per i quali è stato stipulato un atto di risoluzione consensuale, su richiesta motivata dell’assegnatario, indicando un accordo reciproco per terminare il contratto.
  4. Revoca o decadenza delle agevolazioni
    Terreni che hanno subito un provvedimento definitivo di revoca o decadenza dalle agevolazioni, rendendoli non più beneficiari di incentivi o supporti economici precedentemente concessi.

Questi terreni, una volta inclusi nella Banca, sono messi a disposizione per la vendita attraverso una procedura competitiva che permette agli interessati di partecipare e avanzare le loro offerte. La Banca garantisce trasparenza e accessibilità, consentendo agli acquirenti di valutare le caratteristiche dei terreni disponibili e partecipare alle aste in modo informato e consapevole.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il documento PDF dedicato ai criteri per la vendita.

Advertisement - Pubblicità

Chi può partecipare

La partecipazione alla procedura competitiva della Banca Nazionale delle Terre Agricole è aperta a tutti i soggetti che soddisfano determinati requisiti legali e morali. Ecco i principali criteri di ammissibilità:

  • Assenza di incapacità di contrattare
    I partecipanti non devono essere soggetti alla pena accessoria dell’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione.
  • Assenza di misure di prevenzione
    I partecipanti non devono essere sottoposti a misure di prevenzione ai sensi dell’art. 67 del d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159, né essere coinvolti in tentativi di infiltrazione mafiosa, come previsto dall’art. 84, comma 4, dello stesso decreto.
  • Assenza di esclusioni per negligenza o malafede
    I partecipanti non devono trovarsi nelle condizioni di cui all’art. 68 del R.D. 23 maggio 1924, n. 827, che esclude la partecipazione per negligenza o malafede in precedenti procedure di aggiudicazione o rapporti contrattuali.
  • Assenza di precedenti aggiudicazioni annulate
    I partecipanti non devono essere stati dichiarati decaduti o rinunciatari senza diritto di restituzione del deposito cauzionale in precedenti tentativi di vendita dello stesso terreno.
  • Stato di solvibilità
    I partecipanti non devono trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo, né devono essere in corso procedimenti per tali situazioni.
  • Assenza di condanne penali
    I partecipanti non devono avere sentenze di condanna passate in giudicato, decreti penali di condanna irrevocabili o applicazioni di pena su richiesta per reati gravi contro lo Stato o la Comunità, che incidono sulla moralità professionale. Reati depenalizzati o con riabilitazione completata non precludono la partecipazione.

Per le persone giuridiche, i requisiti devono essere soddisfatti dai rappresentanti legali e dagli amministratori al momento della presentazione dell’offerta e fino alla sottoscrizione del contratto di compravendita. Questo include il titolare o il direttore tecnico per le imprese individuali, i soci amministratori o il direttore tecnico per le società di persone, e i membri del Consiglio di amministrazione per le società di capitali.



Richiedi informazioni per Bandi e Concorsi, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bando MiniPIA Puglia: 40 milioni di euro per le micro e piccole impreseBando MiniPIA Puglia: 40 milioni di euro per le micro e piccole imprese

Bando MiniPIA Puglia: 40 milioni di euro per le micro e piccole imprese

16/02/2024 09:44 - Il bando MiniPIA promuove l'innovazione, la sostenibilità e la crescita economica delle micro e piccole imprese pugliesi, offrendo sostegno finanziario per tecnologie avanzate, competenze e internazionalizzazione.
Bando Parco Agrisolare: da oggi via alle domandeBando Parco Agrisolare: da oggi via alle domande

Bando Parco Agrisolare: da oggi via alle domande

12/09/2023 16:10 - Scopri tutto sul Bando Parco Agrisolare da 1 miliardo di euro: un'opportunità [..]
Bando Disegni+2023: una guida dettagliata per PMI innovativeBando Disegni+2023: una guida dettagliata per PMI innovative

Bando Disegni+2023: una guida dettagliata per PMI innovative

30/08/2023 11:25 - Il Bando Disegni+2023 rappresenta una chance straordinaria per le Piccole e Medie [..]
TAGS: Banca Nazionale delle Terre Agricole

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!