Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Tasse e Imposte » Aggiornati i modelli dichiarazioni dei redditi 2023

Aggiornati i modelli dichiarazioni dei redditi 2023

Aggiornati i modelli dichiarazioni dei redditi 2023Aggiornati i modelli dichiarazioni dei redditi 2023
Ultimo Aggiornamento:

Disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate, le versioni aggiornate dei modelli, istruzioni e specifiche tecniche relativi a 730, 770, Irap, Redditi Persone fisiche, Redditi Società di capitali, Redditi Società di persone, Redditi Enti non commerciali e Consolidato nazionale e mondiale per la stagione dichiarativa 2023.

I modelli sono stati perfezionati grazie agli interventi sui rispettivi pacchetti, tenendo conto delle indicazioni definite con i provvedimenti che li hanno approvati nella loro versione definitiva nel febbraio 2023 e firmati dal direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini.

Di seguito troverete i link per raggiungere i modelli aggiornati e l’aggiornamento effettuato.

Modello 730

  1. a pag. 7, nel paragrafo “6”, nell’ultimo punto elenco, dopo le parole “coloro che destinano a locazione” è inserita la parola “breve”;
  2. a pag. 16, nella cinquantesima alinea, “2016” è sostituito con “2018”;
  3. a pag. 17, nella prima alinea “2016” è sostituito con “2018”;
  4. a pag. 50, nel paragrafo “Spese sostenute per familiari a carico”, settima alinea, dopo le parole “figlio ha”, le parole “21 anni o più” sono sostituite da “meno di 21 anni”;
  5. a pag. 69, nel paragrafo dedicato al rigo E36, sesta alinea, le parole “delle detrazioni” sono sostituite con “della deduzione”;
  6. a pag. 76, nelle istruzioni ai codici ‘5’, ‘6’, ‘7’, ‘8’, ‘9’, ‘10’ e ‘11’ da indicare nella colonna 2 dei righi da E41 a E43, l’anno “2017” è sostituito con “2018”;
  7. a pag. 80, nelle istruzioni al codice ‘3’ del rigo E56, dopo le parole “spese sostenute nel”, l’anno “2021” è sostituito con “2022” e dopo le parole “e proseguiti”, le parole “nel 2021” sono sostituite con “negli anni successivi. Per le spese sostenute nel 2022 la detrazione va ripartita in 4 quote annuali”;
  8. a pag. 98, nelle istruzioni alla compilazione della colonna 1 del rigo G1, sono infine eliminate le parole da “in cui” a “frontespizio”;
  9. a pag. 103, nelle istruzioni al codice ‘11’, le parole da “utilizzabile in compensazione” a “Per le persone fisiche il credito d’imposta” sono eliminate;
  10. a pag. 104, nel terzo rigo delle istruzioni al codice ‘12’, dopo le parole “in caso di utilizzo”, inserire “illegittimo”;
  11. a pag. 104, nelle istruzioni alla colonna ‘6’, dopo il numero ‘8’ inserire ‘9’ ed eliminare ‘11’;
  12. a pag. 113, nella voce d’appendice “Redditi esenti e rendite che non costituiscono reddito” sono infine aggiunte le seguenti parole: “(art. 31, D.L. n. 50 del 2022)”;
  13. a pag. 121, nella tabella n. 4, le parole “con più di 21 anni” sono sostituite da “con 21 anni o più”.

Modello 770

  1. alla pagina 50, nell’ATTENZIONE dopo le parole “da 1 a 15” è inserita la frase “escluso codice 14”, inoltre dopo la numerazione “11,13 e 16” è aggiunta la frase “I sostituti che nel corso del 2022 hanno usufruito nell’ambito dei versamenti delle agevolazioni individuate dal codice 14, devono compilare i campi 1, 2, 7 (indicando i versamenti effettuati nel 2022 cumulativamente per ogni singolo periodo di riferimento), 10 (nelle sole ipotesi di note “F», «K», «L», «S»), 11, 13 e 16 (indicando il totale dell’importo dei versamenti sospesi alla data del 1° gennaio 2023 in virtù della disposizione normativa individuata dal codice 14).”;
  2. alla pagina 55, nell’ATTENZIONE, nella parentesi, dopo la numerazione “8, 11, 12” è eliminato il codice “14”, inoltre dopo la numerazione “11 e 16” è inserita la frase “I sostituti che nel corso del 2022 hanno usufruito nell’ambito dei versamenti delle agevolazioni individuate dal codice 14, devono compilare i campi 1, 2, 7 (indicando i versamenti effettuati nel 2022 cumulativamente per ogni singolo periodo di riferimento), 10 (nelle sole ipotesi di note “F», «K», «L», «S»), 11 e 16 (indicando il totale dell’importo dei versamenti sospesi alla data del 1° gennaio 2023 in virtù della disposizione normativa individuata dal codice 14).”;
  3. alla pagina 61, nel rigo SX42, nelle istruzioni alla colonna 1, le parole “nella colonna 8” sono sostituite con “nella colonna 9”;
  4. alla pagina 63, nel rigo SX49, nelle istruzioni alla colonna 1, le parole “nella colonna6” sono sostituite con “nella colonna 7”.

Irap

  1. alla pagina 10 delle istruzioni, nella tabella generale di classificazione natura giuridica, nel titolo del riquadro relativo ai codici da 23 a 61 la parola “NON” è eliminata.

Redditi Persone fisiche

Fascicolo 1 – Modello

  1. nel quadro RN, la colonna 7 del rigo RN24 e la colonna 41 del rigo RN47 sono eliminate;
  2. nel quadro RX, viene eliminato il campo 5 dei righi RX40 e RX41.

Fascicolo 1 – Istruzioni

  1. a pagina 2 e 156 sono stati aggiornati i recapiti per l’Assistenza telefonica;
  2. a pagina 24 par. 4. Familiari a carico:
    – “Righi da 2 a 6” è sostituito da “Righi da 2 a 5”;
    – La colonna 6, “minore di 3 anni-mesi a carico”, è sostituita con “minore di 3 annigennaio/febbraio”;
    – Dopo: “Consultare in Appendice Familiari a carico – Casi particolari di compilazione della casella F1”, è stato aggiunto il seguente periodo: “Si precisa che la casella F1 va compilata solo se spettano le detrazioni per figli a carico secondo le disposizioni normative vigenti fino al 28 febbraio 2022, ovvero dal 01 marzo 2022.
  3. a pagina 25, par. 4. Familiari a carico:
    – “Rigo 7” è sostituito da “Rigo 6” e “Rigo 9” è sostituito da “Rigo 7”;
    – Nella descrizione del “Rigo 7”, in parentesi “righi da 2 a 6” è sostituito da “righi da 2 a 5”;
  4. a pagina. 60, dopo le istruzioni al codice 21, i tre capoversi che seguono sono eliminati;
  5. a pagina 61, le istruzioni della colonna relative ai codici 22 e 23 sono eliminate;
  6. a pagina 87, istruzioni “Rigo RP39 Totale degli oneri deducibili”, l’ultimo punto elenco è sostituito da “nella colonna 3, 4, 5, 6 e 7 del rigo RP36”;
  7. a pagina 94, “righi da RP41 a RP47, nelle istruzioni alla compilazione della colonna 2, per i codici da 5 ad 11, la locuzione “da 2017 a 2022” è sostituita con “da 2018 a 2022”;
  8. a pagina 96, “Rigo RP48” nelle colonne da 2 a 7, è stato eliminato il riferimento all’anno 2017;
  9. a pagina 97, nella descrizione alla colonna 7, dopo “2018 e 2019” sono aggiunti “2020, 2021 e 2022”;
  10. a pagina 99, Rigo RP56, le istruzioni del codice 3) sono state modificate come segue:
    Questo codice va utilizzato esclusivamente per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 congiuntamente a uno degli interventi c.d. trainanti e individuati con i codici ‘30’, ‘31’, ‘32’ e ‘33’ della sezione IV. In tal caso l’aliquota della detrazione è aumentata al 110% e ripartita in 5 quote annuali. Questo codice va utilizzato anche per le spese sostenute nel 2022 per lavori iniziati nel 2020 e proseguiti negli anni successivi. Per le spese sostenute nel 2022, la detrazione va ripartita in 4 quote annuali.”;
  11. alle pagine 109, 117, 120 e 126 la frase “colonna 20”, laddove ricorre, è sostituita con “colonna 22”;
  12. alle pagine da 120 a 127 e 131, la dicitura “col. 20”, laddove ricorre, è sostituita con “col.22”;
  13. a pagina 131, le istruzioni relative al rigo RN24, colonna 7 sono eliminate;
  14. a pagina 131, istruzioni al Rigo RN26 Imposta netta, le parole “Se compilato il rigo RS491, questo importo è diminuito dell’agevolazione – ZES, come determinato nel rigo RS491” sono sostituite dalle seguenti “Se compilata la sezione Zone Economiche Speciali, del Quadro RS, questo importo è diminuito dell’agevolazione – ZES, come determinato nel rigo RS493;
  15. a pagina 132, istruzioni al Rigo RN30 Credito d’imposta scuola, la formula “Calcolare totale Credito Spettante = (CR15 *0,50) – LM40 col.10” è sostituita dalla seguente “Calcolare totale Credito Spettante =CR15 – LM40 col. 10”;
  16. a pagina 134, nelle istruzioni della colonna 12, la formula della parentesi viene modificata nel modo seguente “colonna 2 + colonna 3 + colonna 7 – colonna 6”;
  17. a pagina 134, al termine delle istruzioni della colonna 16 aggiungere “al netto dell’importo utilizzato nel rigo LM40, colonna 24”;
  18. a pagina 138, in corrispondenza del paragrafo “7. Residuo del credito di cui al rigo RN30 e RN32”, il periodo “Indicare nella colonna 41 del rigo RN47 l’ammontare del credito che non ha trovato capienza nell’imposta netta, determinato secondo le istruzioni fornite al 3 rigo RN32 (credito d’imposta monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica)” è eliminato;
  19. a pagina 143, par. “Rigo RV10 Addizionale comunale all’IRPEF dovuta”, per i residenti della regione Puglia, nel secondo punto elenco per il Calcolo della detrazione teorica “euro 375” è sostituito con “euro 395”;
  20. a pagina 163, TABELLA ALIQUOTE DELL’ADDIZIONALE REGIONALE ALL’IRPEF PER L’ANNO DI IMPOSTA 2022, sono state sostituite le aliquote e i relativi scaglioni della regione Molise;
  21. a pagina 165, TABELLA ALIQUOTE DELL’ADDIZIONALE REGIONALE ALL’IRPEF PER L’ANNO DI IMPOSTA 2022, nella sezione “Casi Particolari” di Bolzano, il periodo “Si precisa che la detrazione per carichi di famiglia si applica per l’intero anno d’imposta 2022 anche ai figli di età inferiore ai 21 anni” è sostituito con “La detrazione per carichi di famiglia si applica, per l’intero anno d’imposta 2022, nel rispetto dei limiti reddituali stabiliti dall’art. 12 del D.P.R. 917/1986, anche ai figli a carico di età inferiore ai 21 anni”.

Fascicolo 2 – Modello

  1. nel quadro RL, a margine della sezione I-B rigo RS37 è aggiunta la casella “Trust estero”

Fascicolo 2 – Istruzioni

  1. a pagina 24, nelle istruzioni di colonna 13 del rigo RM25, il riferimento all’anno 2021 è da intendersi 2022;
  2. a pagina 30, al nono rigo, il riferimento all’anno 2021 è da intendersi all’anno 2022 c) a pagina 35, nelle istruzioni al rigo RT28, il riferimento a “RX18” è da intendersi “RX20”;
  3. a pagina 40, nelle istruzioni ai righi RR2 e RR3, i riferimenti alla colonna 23 sono da intendersi alla colonna 24
  4. a pagina 41, nelle istruzioni di colonna 11, la frase “Tale importo deve essere indicato al lordo dell’importo concesso a titolo di esonero previsto dall’articolo 1, commi da 20 a 22-bis, della legge 30/12/2020 n. 178” è eliminata;

Fascicolo 3 – Modello

  1. al quadro LM, al rigo LM40 è aggiunta la colonna 24, denominata “Attività fisica adattata”
  2. nel quadro RS, al rigo RS37 è eliminata la dicitura “VARIAZIONE IN AUMENTO (> 5 milioni euro)” ed è inserita la dicitura “RECUPERO ACE INNOVATIVA” sotto la quale sono ricomprese la colonna 20, che assume la denominazione “Importo”, e le nuove colonne 21 e 22, denominate rispettivamente “Codice Fiscale” e “Totale”;
  3. al rigo RS347, la colonna 41 è eliminata, la colonna 52 e successive sono uniformate alle corrispondenti colonne del rigo RN47;
  4. ai righi RS491 e RS492, in corrispondenza delle colonne 1 e 2, è eliminata la dicitura “,00”;

Fascicolo 3 – Istruzioni

  1. a pagina 12, nell’ultimo rigo, le parole “2021, 2022 e” sono sostituite da “dal 2017 al”
  2. a pagina 16 -17, nel rigo RF31, è eliminato il codice 70;
  3. a pagina 22, nel rigo RF55, sono eliminati i codici 92 e 93;
  4. a pagina 33, nel rigo RG22, sono eliminati i codici 49 e 50;
  5. a pag. 45, dopo il rigo LM40, colonna 23, è inserita la “Colonna 24” con il seguente testo:
    “Compilare questa colonna se si intende utilizzare in diminuzione dall’imposta sostitutiva il credito d’imposta per l’attività fisica adattata, indicato nel rigo CR31. In particolare, se nella colonna 1 del predetto rigo è presente il codice “12”. In tale caso l’importo da indicare in questo rigo va diminuito dell’importo utilizzato nel quadro RN, secondo le indicazioni fornite nella colonna 16 del rigo RN32.”
  6. a pagina 57, in corrispondenza del rigo RS37, colonna 20, al sesto rigo le parole “colonna 8” sono sostituite con “colonna 21” e dopo la parola “stesso” è inserito il seguente testo:
    “avendo cura di esporre nel primo modulo l’eventuale recupero ACE relativo alla propria attività”, all’ottavo rigo, è inserita la frase “L’importo indicato nel primo modulo del rigo, che comprende anche la somma degli importi indicati nei moduli successivi” è sostituita dalla seguente: “Il totale degli importi indicati nei vari moduli del presente rigo, da esporre in colonna 22,”
  7. a pagina 102, alla fine del secondo capoverso è aggiunto il seguente periodo: “Analoghe modalità di compilazione sono previste, per il titolare e per il collaboratore, in caso di 5 attribuzione del credito d’imposta dal titolare dell’impresa familiare ai collaboratori della stessa”;
  8. a pag. 111, al codice credito E9, nell’ultimo capoverso, dopo la parola “RU8” è inserita la dicitura “, RU10”;
  9. a pag. 113, nelle istruzioni al rigo RU150, sono eliminati i primi due punti elenco;
  10. a pag. 115, al primo rigo è inserito seguente il testo:
    “Prodotti da Riciclo e riuso / imprese e lavoratori autonomi – Codice Credito G8 Credito d’imposta per l’acquisto dei prodotti da riciclo e riuso (art. 26-ter D.L. 34/2019) Con il codice credito “G8”, nella presente sezione va indicato il credito d’imposta previsto per l’anno 2020 dall’art. 26-ter del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34. Per approfondimenti sull’agevolazione e sulle modalità di compilazione si richiamano le indicazioni fornite a pag. 204 delle istruzioni al modello Redditi SP 2023”;
  11. a pagina 120, al primo rigo e in corrispondenza delle istruzioni relative alla colonna 4 dei righi RU130 e RU140, le parole “e/o 1057-bis” sono eliminate; nelle istruzioni relative al rigo RU5, colonna 2, e ai righi RU130 e RU140, dopo le parole “ 30 novembre 2023” sono inserite le seguenti: “(30 giugno 2023 per il credito 3L)”;
  12. a pag. 121, al codice credito L6, a pag. 122, al codice credito L9, alla pag. 123, al codice credito M8, a pag. 124, al codice credito M9, le parole “RU2,” sono eliminate;
  13. a pagina 129, al codice credito P2, la dicitura “passeggeri” e “passeggeri con autobus” posta rispettivamente nella prima e nella seconda riga, è sostituita dalla seguente: “merci”;
  14. a pag. 133, nelle istruzioni al codice credito Q6, al secondo rigo, le parole “entro il 31 dicembre 2022” sono sostituite dalle seguenti: “30 giugno 2023”;
  15. a pag. 141, nella tabella “Codici Aiuti di Stato” è aggiunto il rigo relativo al codice Aiuto 46 e, in corrispondenza delle rispettive colonne “Descrizione” e “Norma”, sono inserite le seguenti diciture: “Deduzione forfetaria spese non documentate di cui all’art. 66, comma 5, primo periodo, del TUIR per i trasporti effettuati all’interno del comune in cui ha sede l’impresa (de minimis)” e “Art. 1, c. 106, L. n. 266/2005”;
  16. a pag. 145, nella TABELLA CODICI CREDITI D’IMPOSTA, nella descrizione del credito con codice P2, la parola “passeggeri” è sostituita con “merci”;
  17. a pag. 148, nella TABELLA CREDITI RESIDUI, al codice credito I1, sono eliminate le parole “RU9, colonna 1” in corrispondenza della colonna “RIGHI COMPILABILI”;

Fascicolo 1 – Istruzioni

  1. a pagina 4, alla tabella “Casi di esonero con limite di reddito” è stato eliminato il 4° rigo “Pensione + altra tipologia di reddito – 8.000”;
  2. a pagina 9, al paragrafo “Rateazione”, sono sostituite le tabelle relative al calcolo degli interessi da versare dai contribuenti titolari di Partita IVA, nonché dai contribuenti non titolari di Partita IVA;
  3. a pagina 135, la formula di cui al rigo RN34 è sostituita dalla seguente “RN26 – RN27 – RN28 – RN29 col. 2 – RN30 col. 3 – RN30 col. 6 – RN30 col. 8 – RN31 col. 2 – RN32 col. 1 – RN32 col. 2 – RN32 col. 5 – RN32 col. 8 – RN32 col. 9 – RN32 col. 10 – RN32 col. 11 – RN32 col. 12 – RN32 col. 15 – RN32 col.
    16 – RN32 col. 17 – RN32 col. 18 – RN32 col. 19 + RN33 col. 3 – RN33 col. 4.”.

Fascicolo 2 – Modello

v) al quadro RT – Plusvalenze di natura finanziaria, è stato eliminato il rigo RT107 “Affrancamento quote di OICR”.

Fascicolo 3 – Modello

  1. Al quadro RQ – Imposte sostitutive e addizionali all’IRPEF, è eliminata la sezione XXII denominata “Esclusione di beni immobili strumentali dal patrimonio dell’impresa (art. 1, comma 106, L.197/2022)”.

Fascicolo 3 – Istruzioni

  1. a pagina 114, al paragrafo “Bonus bonifica ambientale – Codice credito G5”, dopo le parole “per le erogazioni liberali in denaro effettuate, nei periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2018”, sono state aggiunte “e comunque dopo la pubblicazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 dicembre 2021 (G.U. n. 32 dell’8 febbraio 2022)”.

Redditi Società di capitali

  1. alla pagina 255 delle istruzioni, in corrispondenza della colonna 2 del rigo RU5 e nel penultimo capoverso, dopo le parole “30 novembre 2023” sono inserite le seguenti: “(30 giugno 2023 per il credito 3L)”;
  2. alla pagina 270 delle istruzioni, in corrispondenza del codice credito P2, nel titolo, la parola “PASSEGGERI” è sostituita dalla seguente: “MERCI”; in corrispondenza del sottotitolo, le parole “passeggeri con autobus” sono sostituite dalla seguente: “merci”;
  3. alla pagina 276 delle istruzioni, in corrispondenza del codice credito Q6, nel terzo capoverso, le parole “31 marzo 2023” sono sostituite dalle seguenti: “30 giugno 2023”; in corrispondenza dell’ultimo capoverso, dopo le parole “RU9, colonna 1”, la parola “e” è eliminata e dopo la parola “RU10” sono aggiunte le seguenti: “e RU12”;
  4. alla pagina 295 delle istruzioni, nella “Tabella codici crediti d’imposta”, in corrispondenza del codice credito P2, la parola “PASSEGGERI” è sostituita dalla seguente: “MERCI”.

Redditi Società di persone

  1. alla pagina 212 delle istruzioni, dopo le parole “30 novembre 2023”, ovunque ricorrano ad eccezione dell’attenzione, sono inserite le seguenti: “(30 giugno 2023 per il credito 3L)”;
  2. alla pagina 226 delle istruzioni, in corrispondenza del codice credito P2, nel titolo, la parola “PASSEGGERI” è sostituita dalla seguente: “MERCI”; in corrispondenza del sottotitolo, le parole “passeggeri con autobus” sono sostituite dalla seguente: “merci”;
  3. alla pagina 232 delle istruzioni, in corrispondenza del codice credito Q6, nel terzo capoverso, le parole “31 marzo 2023” sono sostituite dalle seguenti: “30 giugno 2023”; in corrispondenza dell’ultimo capoverso, dopo la parola “RU9”, la parola “e” è sostituita da “,” e dopo la parola “RU10” sono aggiunte le seguenti: “e RU12”;
  4. alla pagina 250 delle istruzioni, nella “Tabella codici Aiuti di Stato”, dopo il codice aiuto “45”, è inserito il codice aiuto “46”, avente come descrizione “Deduzione forfetaria spese non documentate di cui all’art. 66, comma 5, primo periodo, del TUIR per i trasporti effettuati all’interno del comune in cui ha sede l’impresa (de minimis)” e, come norma, “Art. 1, c. 106, L. n. 266/2005”;
  5. alla pagina 255 delle istruzioni, nella “Tabella codici crediti d’imposta”, in corrispondenza del codice credito P2, la parola “PASSEGGERI” è sostituita dalla seguente: “MERCI”;
  6. alla pagina 258 delle istruzioni, nella “Tabella crediti residui”, in corrispondenza del codice credito I1, dopo la parola “RU8,” sono eliminate le parole “RU9, colonna 1,”.

Redditi Enti non commerciali

  1. nel modello, nel quadro RT, nel rigo RT30, è inserito l’importo “,00”;
  2. alla pagina 248 delle istruzioni, dopo le parole “30 novembre 2023”, ovunque ricorrano, sono inserite le seguenti: “(30 giugno 2023 per il credito 3L)”;
  3. alla pagina 263 delle istruzioni, in corrispondenza del codice credito P2, nel titolo, la parola “PASSEGGERI” è sostituita dalla seguente: “MERCI”; in corrispondenza del sottotitolo, le parole “passeggeri con autobus” sono sostituite dalla seguente: “merci”;
  4. alla pagina 269 delle istruzioni, in corrispondenza del codice credito Q6, nel secondo capoverso, le parole “31 marzo 2023” sono sostituite dalle seguenti “30 giugno 2023”; in corrispondenza del penultimo capoverso, dopo la parola “RU9, colonna 1,”, la parola “e” è eliminata e dopo la parola “RU10” sono aggiunte le seguenti: “e RU12”;
  5. alla pagina 279 delle istruzioni, nel paragrafo “SEZIONE VI-A – CREDITI D’IMPOSTA RICEVUTI”, le parole da “• il codice “2”” alle parole “e G4”;” sono eliminate; nel paragrafo “SEZIONE VI-B – CREDITI D’IMPOSTA TRASFERITI”, le parole “oppure ai sensi dell’art. 43-ter del D.P.R. n. 602 del 1973” sono eliminate;
  6. alla pagina 280 delle istruzioni, nel paragrafo “SEZIONE VI-B – CREDITI D’IMPOSTA TRASFERITI”, le parole da “Nella colonna 2” alle parole “n. 602 del 1973” sono eliminate;
  7. alla pagina 287 delle istruzioni, nella “Tabella codici Aiuti di Stato”, dopo il codice aiuto “45”, è inserito il codice aiuto “46”, avente come descrizione “Deduzione forfetaria spese non documentate di cui all’art. 66, comma 5, primo periodo, del TUIR per i trasporti effettuati all’interno del comune in cui ha sede l’impresa (de minimis)” e, come norma, “Art. 1, c. 106, L. n. 266/2005”;
  8. alla pagina 293, nella “Tabella codici crediti d’imposta”, in corrispondenza del codice credito P2, la parola “PASSEGGERI” è sostituita dalla seguente: “MERCI”.

Consolidato nazionale e mondiale

  1. alla pagina 61, nel paragrafo 13.4, le parole “alla differenza tra l’importo di colonna 3 e l’importo di colonna 4” sono sostituite dalle seguenti: “al risultato della seguente somma algebrica: col. 2 + col. 3 – col. 4”.

Richiedi informazioni per Notizie, Tasse e Imposte

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024

Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024

08/06/2024 10:49 - La cedolare secca è un regime fiscale alternativo all'IRPEF per gli affitti, con aliquote del 21%, 10% e 26% per locazioni brevi, offrendo vantaggi come l'esenzione da altre tasse.
IMU sulla seconda casa disabitata e inabitabile: si paga?IMU sulla seconda casa disabitata e inabitabile: si paga?

IMU sulla seconda casa disabitata e inabitabile: si paga?

26/03/2024 11:52 - L'IMU, imposta municipale sugli immobili, si applica con regole specifiche, [..]
Saldo IVA 2023: scadenze (oggi) e modalità di pagamentoSaldo IVA 2023: scadenze (oggi) e modalità di pagamento

Saldo IVA 2023: scadenze (oggi) e modalità di pagamento

18/03/2024 12:18 - Il 18 marzo 2024 è la scadenza per il versamento dell'IVA 2023, con opzioni di [..]
TAGS: 730, 770, dichiarazione redditi 2023, irap

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!