Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Notizie » Un nuovo Superbonus: 70% per tutti e 100% per incapienti

Un nuovo Superbonus: 70% per tutti e 100% per incapienti

Un nuovo Superbonus: 70% per tutti e 100% per incapientiUn nuovo Superbonus: 70% per tutti e 100% per incapienti
Ultimo Aggiornamento:

L’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) prospetta un futuro di rinnovamento e miglioramento per il settore edilizio italiano attraverso il suo nuovo schema di detrazioni fiscali, il Superbonus. Un sistema stabile e duraturo per 10 anni che prevede un’aliquota del 70% per tutti, e il 100% per gli incapienti, con l’obiettivo di un miglioramento energetico di almeno 4 classi.

Inoltre, Ance insiste sulla necessità di mantenere il Sismabonus per gli acquisti e sulla struttura di controlli già esistente.

Advertisement - Pubblicità

La visione di Ance per il Superbonus e gli incentivi fiscali

Ance immagina il nuovo Superbonus come un incentivo fiscale duraturo, con un orizzonte temporale di almeno dieci anni. L’organizzazione propone mutui verdi per finanziare la quota a carico delle famiglie, fornendo maggiore stabilità al mercato. Il Superbonus dovrebbe promuovere miglioramenti energetici di almeno quattro classi per gli edifici nelle attuali classi E, F e G, laddove tecnicamente possibile.

Secondo l’Ance, l’attuale Superbonus dovrebbe subire delle significative modifiche. Il tasso di detrazione fiscale dovrebbe essere standardizzato al 70%, aumentando fino al 100% per coloro che non possono sostenere le spese.

Nella visione di Ance, il Superbonus dovrebbe anche facilitare lavori antisismici che raggiungano un miglioramento sismico di almeno una classe di rischio nelle zone 1, 2 e 3. È essenziale, secondo Ance, mantenere il Sismabonus con aliquota maggiorata, un incentivo che è rimasto in vigore fino al 2024.

Leggi anche: Sismabonus: La guida completa e le ultime notizie

Il nuovo Superbonus, secondo Ance, dovrebbe incentivare gli interventi sugli edifici unifamiliari solo se destinati ad abitazione principale. Il sistema dovrebbe favorire l’adozione di un approccio più olistico alla riqualificazione edilizia, sostenendo interventi a livello di edificio, piuttosto che a livello individuale.

Advertisement - Pubblicità

La necessità di un nuovo Superbonus e lo stato del patrimonio edilizio in Italia

L’Ance sottolinea l’urgenza di introdurre un Superbonus rivisitato per rispondere all’esigenza di riqualificazione del vasto patrimonio edilizio italiano. Circa 12,2 milioni di edifici, oltre il 70% del totale, sono stati edificati prima della promulgazione delle norme antisismiche del 1974 e delle direttive sull’efficienza energetica del 1976.

Questo ha creato un vasto campo di azione per il Superbonus.

Le leggi del 2017, incentrate sull’ecobonus e sismabonus per i condomini, avevano saggiamente orientato l’attenzione verso la riqualificazione a livello di edificio, abbandonando la precedente logica individualistica. Tuttavia, i risultati quantitativi sono rimasti al di sotto delle aspettative, principalmente a causa dei costi proibitivi per le famiglie.

Con l’introduzione del Superbonus, come rileva l’Ance, si è verificato un notevole progresso: oltre 400 mila edifici sono stati riqualificati nell’arco di soli due anni e mezzo. Nonostante questo, risulta che solo il 5% del totale degli edifici idonei per una riqualificazione energetica sia stato effettivamente riqualificato. L’Ance evidenzia inoltre che l’implementazione è stata disomogenea tra le regioni del Centro Nord e del Sud Italia, un divario attribuito principalmente alle differenze climatiche nel Paese.

La sfida attuale, sottolineata anche dall’Unione Europea, è quella di raggiungere l’obiettivo di rendere l’intero patrimonio immobiliare energeticamente neutro entro il 2050.

L’Ance avverte che l’Italia dovrà affrontare un gran numero di interventi annuali per rispettare queste indicazioni, raggiungibili solamente attraverso un sistema di incentivi che renda sostenibile la decisione delle famiglie italiane di intervenire sugli edifici in cui abitano. Il mancato rispetto delle prescrizioni europee, come conclude l’Ance, potrebbe risultare in pesanti sanzioni, trasformandosi in una minaccia per il bilancio pubblico.



Richiedi informazioni per Bonus, Notizie, Superbonus, Superbonus 110

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

La nuova legge per sbloccare 46.000 domande di condono nel LazioLa nuova legge per sbloccare 46.000 domande di condono nel Lazio

La nuova legge per sbloccare 46.000 domande di condono nel Lazio

08/07/2024 15:33 - La proposta di legge per sbloccare i condoni edilizi nel Lazio mira a eliminare le disparità di trattamento tra i cittadini, permettendo la regolarizzazione di edifici con vincoli introdotti dopo il 2004.
Condono edilizio: illegittima demolizione durante la sanatoriaCondono edilizio: illegittima demolizione durante la sanatoria

Condono edilizio: illegittima demolizione durante la sanatoria

08/07/2024 11:49 - Una sentenza del Tar Catania annulla un'ordinanza di demolizione illegittima, [..]
Bonus colonnine domestiche 2024: al via oggi le domandeBonus colonnine domestiche 2024: al via oggi le domande

Bonus colonnine domestiche 2024: al via oggi le domande

08/07/2024 08:59 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha aperto la piattaforma per il [..]
Superbonus, Eurostat: crediti d'imposta non pagabili nel 2024Superbonus, Eurostat: crediti d'imposta non pagabili nel 2024

Superbonus, Eurostat: crediti d'imposta non pagabili nel 2024

06/07/2024 08:39 - Secondo il parere inviato da Eurostat all'Istat, i crediti d'imposta maturati dopo [..]
Bonus Mobili: ultima chiamata per l'agevolazione prima del 2025Bonus Mobili: ultima chiamata per l'agevolazione prima del 2025

Bonus Mobili: ultima chiamata per l'agevolazione prima del 2025

05/07/2024 15:27 - La Legge di Bilancio 2025 potrebbe eliminare il bonus mobili, un'agevolazione [..]
TAGS: ance, sismabonus, Superbonus, superbonus 100, superbonus70

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!