Piemonte: La nuova sede della Regione Piemonte di Fuksas

torino piemonte

Sarà la nuova sede della Regione Piemonte, un grattacielo da 42 piani con l’ultimo adibito a grande giardino pensile. Attualmente in costruzione in un’area di Nizza Millefonti (quartiere torinese), un progetto assolutamente di prim’ordine. Affidato a Massimiliano Fuksas, uno dei migliori architetti italiani.

Peccato però che i lavori siano iniziati nel novembre del 2011 e ad oggi è stata realizzata all’incirca la metà dell’opera. Forse anche di meno. Complice di questi ritardi però, sono i vari intoppi di percorso che riguardano i materiali e la manodopera.

Cosa prevede il progetto

Non si conosce la data precisa della fine dei lavori, ma qualche giorno fa il Comune di Torino attua una modifica al progetto: vuole un ristorante all’interno del grattacielo, possibilmente in cima. Niente di sicuro al 100%, ma la giunta comunale valuterà nella prossime settimane la fattibilità del progetto, inteso dal Comune come una “sfida suggestiva” e “un modo per coinvolgere la cittadinanza nel progetto”.

Intanto il super-architetto Fuksas è su tutte le furie. Il suo progetto iniziale, nel corso di questi 8 anni, è stato stravolto. Staremo a vedere se il ristorante si farà, si prevede comunque l’ennesimo rallentamento dei lavori. L’aggiunta del ristorante prevede un ulteriore spesa che va dai 4,5 ai 5 milioni di euro, per un totale di circa 230 milioni di euro.

Il rallentamento dei lavori

L’edificio destinato alla Regione Piemonte sembra un’opera dalla realizzazione infinita. Inizialmente ci sono stati problemi con le piastrelle, risultate difettose e in gran parte rotte. Poi c’è stato addirittura l’errore di aver usato del cemento al posto dell’acciaio, con conseguente aumento dei costi. E non è affatto finita qui. Il recente maltempo ha provocato danni alla struttura in ferro presente al piano terra, che ora deve essere urgentemente sostituita.

Insomma, il cantiere del grattacielo regionale sembra stregato. Nonostante ciò, gli addetti ai lavori ci fanno sapere che il grattacielo dovrebbe essere finito entro la fine del 2020. Ma se la fine dei lavori venisse spostata di qualche anno, non sarebbe certo la prima volta.

Il caso

Appena dopo un anno dall’inizio dei lavori, la Guardia di Finanza entra negli uffici della Regione ed acquisisce (su mandato) la documentazione relativa alla gara d’appalto. I dubbi erano tutti relativi all’alto costo della realizzazione dell’opera (per molti eccessivo), e riguardo al lauto stipendio da 20 milioni di euro all’architetto Fuksas. In seguito, l’architetto comunicherà la trasformazione del progetto iniziale al fine di favorire alcune aziende. Dichiarazioni pesanti che aiutano comunque a far luce sul caso.

Quest’anno invece, ancora una volta dei funzionari della Regione Piemonte sono finiti sotto indagine per falso e peculato. A Febbraio di quest’anno, dopo aver riscontrato irregolarità nei materiali utilizzati, la Guardia di Finanza procede con ulteriori accertamenti. Due funzionari verranno arrestati con l’accusa di aver sottratto 15 milioni di euro ai fondi della Regione Piemonte.




Uretek