Nuovo stadio per Milano: i progetti e le critiche

stadio san siro

Inter e Milan spingono per abbandonare per sempre lo stadio di San Siro, in vista di uno stadio nuovo di zecca per Milano. Le squadre hanno presentato due differenti progetti, che nelle prossime settimane saranno analizzati affondo per capire quale dei due possa sostituire quello che è stato lo stadio più importante d’Italia finora.

I progetti presentati dalle squadre

I progetti presentati da Milan e Inter si chiamano rispettivamente Populous e Manica-Sportium-Cmr.

Il Populous del Milan è stato ideato da uno studio di architetti statunitense, di cui Cristopher Lee è il managing director. L’idea sarebbe di dare un impatto visivo allo stadio che ricordi il Duomo e la Galleria Vittorio Emanuele della città, e che rappresenti Milano nel mondo.

Prevede:

  • una struttura a forma di parallelepipedo ricoperta di vetro che dia l’idea del Duomo;
  • dei giochi di luce che riescano a colorare lo stadio di blu o di rosso in base alla squadra che giocherà (Milan o Inter);
  • spalti più vicini al campo di gioco, e una quantità di circa 65 mila posti;
  • un quartiere nuovo con un grande parco aperto a tutti, una galleria con food market e punti ristoro, in cui le persone potranno passare del tempo insieme;
  • la costruzione di un museo al posto di San Siro, in memoria dell’importanza dello stadio;
  • una totale copertura con pannelli solari e un sistema di recupero dell’acqua piovana.

L’idea che invece sta alla base del progetto dell’Inter, ideato dall’architetto statunitense David Manica. Vorrebbe rappresentare due anelli che si intersecano tra loro, come simbolo delle due squadre, rivali ma unite.

È stato presentato così:

  • un impianto di forma ovale, in cui domineranno appunto i due anelli;
  • facciate interamente composte da 16 mila pannelli che raffigurino i volti dei tifosi che vanno allo stadio;
  • la realizzazione di un grande parco al posto del campo di gioco di San Siro;
  • più posti a sedere nelle curve e l’inserimento di seggiolini più vicini al campo;
  • una zona commerciale all’esterno, 10 ettari di giardino e un enorme parco al centro dell’area;
  • led esterni che illuminino lo stadio di blu o rosso in base a quale squadra giochi, mentre durante i derby ogni curva sarà illuminata coi colori della propria squadra.

San Siro non va più bene, ma il Comune non è d’accordo

Il motivo che ha spinto le due squadre a pensare alla creazione di un nuovo stadio è la necessità di andare avanti coi tempi. Ritengono infatti che San Siro non sia più adatto a rappresentare i sogni di gloria e la grandezza delle due società calcistiche. L’obbiettivo è quello di portare Milan e Inter ad avere la stessa mole di importanza che possiedono le più grandi squadre europee. Il Meazza sembrerebbe aver fatto il suo tempo, ed è arrivato quindi il momento di cambiare.

Il Consiglio Comunale milanese però non sembra essere d’accordo, e ha avanzato diverse critiche dalla richiesta delle società di Inter e Milan. Le due squadre però sembrano essere determinate e unite nel portare avanti questa decisione, anche a costo di andare contro il Comune di Milano. Così determinate da rivedere tutti i progetti e pensare di spostare la nuova costruzione a Sesto San Giovanni invece che al Meazza. Entro il 10 ottobre, il Comune dovrà dare una risposta definitiva.




Uretek