Bonus Verde: vale anche per il balcone?

bonus verde


Il Bonus Verde è quell’incentivo che consente di sistemare ex-novo gli spazi verdi, con un aliquota nella misura del 36% da recuperare in Dichiarazione dei Redditi con 10 rate in 10 anni.

L’agevolazione è attualmente valida fino al 31 dicembre 2021, con un tetto di spesa massimo di 5.000 euro per ogni unità immobiliare. I condomini invece, hanno sempre un budget massimo di 5.000 euro, però da moltiplicare per tutte le unità esistenti.

Arriviamo quindi alla domanda di oggi. Sappiamo che è possibile utilizzare il Bonus Verde per operare su giardini e terrazzi, ma vale anche per i balconi e i terrazzi?

Advertisement - Pubblicità


Bonus Verde: obbligatori interventi innovativi

La risposta è sì, il Bonus Verde si può applicare anche ai balconi e ai terrazzi, ma ci sono delle precise condizioni da rispettare.

È bene chiarire che l’incentivo è destinato in particolare alla “sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi”, nonché alla “realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili”.

Requisito fondamentale per accedere al bonus verde, come chiarito più volte dall’Agenzia delle Entrate, è che si effettuino interventi rientranti nella manutenzione straordinaria. Sarà necessario dunque procedere con lavori innovativi, ovvero con la sistemazione a verde dove prima era assente, oppure con un radicale rinnovamento di uno spazio verde preesistente.

Nelle spese incentivabili si possono includere anche quelle relative alla progettazione e alla manutenzione, sempre se conseguite in relazione all’intervento agevolabile. Non si possono invece includere i costi sostenuti per interventi di manutenzione ordinaria, né per i lavori eseguiti in economia (autonomamente).

Advertisement - Pubblicità


Sì a balconi e terrazzi, ma con gli stessi requisiti

Per quanto riguarda la sistemazione dei balconi o i terrazzi, è possibile usufruire del Bonus Verde, ma le regole sono le stesse.

Questo significa che anche nei balconi si dovrà procedere obbligatoriamente con interventi innovativi o di sistemazione ex-novo. Ma un altro criterio da rispettare in tal caso riguarda la permanenza dei lavori eseguiti.

Gli interventi effettuati sul balcone e sul terrazzo con l’intenzione di accedere al bonus verde dovranno essere permanenti.

Per esempio, sarà possibile includere le spese per l’installazione di una fioriera integrata alla muratura esistente. Non è possibile invece beneficiarne per acquistare delle fioriere mobili.

Lo stesso ragionamento è da compiere per tutti gli interventi che si intende eseguire su balconi e terrazzi.