Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Notizie » 20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni

20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni

20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni
Ultimo Aggiornamento:

Il governo italiano ha recentemente annunciato un’importante iniziativa a sostegno dei piccoli comuni italiani con meno di 5.000 abitanti. Un fondo di 20 milioni di euro sarà distribuito tra 159 comuni da Nord a Sud, per interventi di messa in sicurezza e manutenzione delle strade comunali.

Ma quali sono i dettagli di questa iniziativa? Come verranno gestiti i fondi e quali sono le tempistiche previste?

Dettagli del finanziamento

Il “Fondo investimenti stradali nei piccoli comuni” è stato istituito per garantire la sicurezza e la manutenzione delle strade comunali in quei comuni che spesso non hanno le risorse necessarie per gestire adeguatamente le infrastrutture. Il decreto del Capo del Dipartimento per le opere pubbliche e le politiche abitative del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha ufficializzato la graduatoria per l’anno 2024, indicando i comuni beneficiari e gli importi assegnati.

Il finanziamento previsto per ogni progetto può raggiungere un massimo di 150.000 euro, una somma significativa che permetterà di realizzare interventi fondamentali per la sicurezza stradale.

Questi fondi saranno erogati in due tranche: il 50% al momento della stipula del contratto relativo ai lavori e il restante 50% dopo la verifica e l’approvazione della documentazione di rendicontazione da parte del Dipartimento per le opere pubbliche e le politiche abitative.

Il decreto entrerà ufficialmente in vigore una volta completata la registrazione da parte degli organi di controllo competenti.

Procedura di erogazione dei fondi

Il processo di erogazione dei fondi è stato attentamente strutturato per garantire trasparenza ed efficienza. Una volta che il progetto di messa in sicurezza o manutenzione stradale è stato approvato e il contratto relativo ai lavori è stato stipulato, il comune beneficiario riceverà il 50% del finanziamento totale.

Questa prima tranche permette ai comuni di avviare i lavori senza dover attendere la completa erogazione dei fondi.

La restante quota del finanziamento, pari al 50%, sarà erogata solo dopo che il Dipartimento per le opere pubbliche e le politiche abitative del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avrà verificato e approvato tutta la documentazione presentata per la rendicontazione. Questo passaggio è cruciale per assicurare che i fondi siano utilizzati in modo appropriato e che i lavori siano eseguiti secondo gli standard richiesti.

Questa procedura, seppur rigorosa, è pensata per garantire che ogni euro speso contribuisca effettivamente al miglioramento della sicurezza stradale nei piccoli comuni italiani.

Reazioni e commenti

Il decreto ha suscitato reazioni positive, in particolare da parte del vicepresidente del Consiglio e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini. Salvini ha espresso grande soddisfazione per l’attenzione riservata ai sindaci e alle piccole comunità, sottolineando come questa iniziativa rappresenti un esempio concreto di supporto governativo.

Dimostriamo, con i fatti, l’attenzione per i sindaci e le piccole comunità“, ha dichiarato Salvini, evidenziando l’impegno del governo nel migliorare le infrastrutture locali e garantire la sicurezza dei cittadini.

Questa iniziativa è un passo significativo verso il miglioramento delle condizioni di vita nelle aree meno popolose del paese, spesso trascurate rispetto ai centri urbani più grandi. La disponibilità di fondi per la manutenzione stradale è essenziale per prevenire incidenti e migliorare la qualità della vita dei residenti.

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Piano di lavoro amianto: cos’è, quando è obbligatorio e come si redigePiano di lavoro amianto: cos’è, quando è obbligatorio e come si redige

Piano di lavoro amianto: cos’è, quando è obbligatorio e come si redige

11/06/2024 10:12 - L'amianto, un tempo usato comunemente nelle costruzioni italiane, ora richiede un dettagliato piano di bonifica per la rimozione, seguendo i criteri del Decreto Legislativo 81/2008, per proteggere salute e ambiente.
Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?

Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?

10/06/2024 10:38 - Il recente decreto "Salva casa" introduce una serie di novità significative per i [..]
Patente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoriaPatente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoria

Patente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoria

10/06/2024 08:26 - E' in vigore dallo scorso 1 maggio la patente a punti per i cantieri. Si tratta di [..]
Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024

Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024

08/06/2024 10:49 - La cedolare secca è un [..]
TAGS: decreto Salvini, fondi stradali, manutenzione strade, opere pubbliche, piccoli comuni, sicurezza stradale

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!