Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Leggi e Normative » Fase 2 Covid-19: edilizia riapre, tutte le misure

Fase 2 Covid-19: edilizia riapre, tutte le misure

Fase 2 Covid-19: edilizia riapre, tutte le misureFase 2 Covid-19: edilizia riapre, tutte le misure
Ultimo Aggiornamento:

Il tanto atteso discorso di Conte che illustra la Fase 2 in merito all’emergenza Covid-19 è arrivato. I primi a ripartire saranno i cantieri pubblici e l’export manifatturiero, che potranno riprendere a lavorare dalla data odierna, 27 aprile 2020. Mentre per quanto riguarda gli interventi riguardanti l’edilizia privata, si dovrà aspettare al 4 maggio.

Il nuovo DPCM del 26 aprile ha previsto quindi la ripresa di alcune realtà riguardanti l’attività d’impresa edile e manifatturiera. A tal proposito, è stato sottoscritto un nuovo “Protocollo di sicurezza” per evitare la diffusione dei contagi.

Vediamo come si svolgerà la Fase 2 per l’Italia.

Advertisement - Pubblicità

Fase 2 Covid-19: riapertura con regole rigide

Il nuovo PROTOCOLLO CONDIVISO DI REGOLAMENTAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL COVID – 19 NEI CANTIERI, è un’integrazione dello scorso Protocollo pubblicato per il mese di marzo.

Firmato da Paola de Micheli (Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti), Nunzia Catalfo (Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali), e dai rappresentanti di ANCI, UPI, ANAS, ANCE, RFI, Alleanza delle Cooperative, Fillea CGIL, Filca CISL e Feneal UIL.

I cantieri edili potranno dunque ricominciare a lavorare. Ma attenzione, in concomitanza si svolgeranno dei severi controlli quotidiani. E solo chi sarà in grado di adottare e rispettare perfettamente tutte le misure descritte nel Protocollo potrà rincominciare senza rischi. Le imprese che non riusciranno a farlo, saranno obbligate nuovamente alla chiusura dell’attività.

Advertisement - Pubblicità

Tutte le novità del DPCM 26 aprile 2020

Ricordiamo che le attività di seguito elencate saranno concesse nell’obbligo delle misure di distanziamento sociale e dell’utilizzo dei dispositivi di protezione. Ecco tutte le nuove disposizioni previste dal DPCM del 26 aprile.

A partire dal 27 aprile è consentita:

  • La ripresa dell’attività dei cantieri edili pubblici, per ristrutturazioni inerenti a dissesto idrogeologico, scuole, carceri ed edilizia residenziale pubblica;
  • La riapertura delle imprese e dei distretti del settore manifatturiero, ma solo per quanto riguarda le attività rivolte all’export.

A partire dal 4 maggio invece sarà possibile:

  • Riaprire tutti i cantieri edili, pubblici e privati;
  • Riaprire tutte le imprese appartenenti al settore manifatturiero;
  • Programmare l’organizzazione del servizio di trasporto pubblico a livello regionale, al fine di assicurare la soddisfazione di servizi minimi essenziali;
  • La riapertura di parchi e giardini pubblici, e la ripresa dell’attività fisica anche lontano dal proprio luogo di domicilio, ma sempre mantenendo le distanze di sicurezza;
  • Rientrare, anche dall’estero, nel proprio luogo di domicilio o residenza per ricongiungersi con i propri familiari, seppur resterà l’obbligo di rimanere in quarantena una volta arrivati;
  • Compiere visite ai propri parenti, ma rispettando sempre le distanze di sicurezza;
  • Celebrare funerali, ma con un massimo di 15 partecipanti, e tutti mantenendo sempre la dovuta distanza;
  • La riapertura dei musei e delle mostre con ingresso selezionato. Non è consentita invece la ripresa dell’attività di cinema e teatri;
  • L’allenamento a porte chiuse per gli atleti professionisti che svolgono un’attività sportiva individuale;
  • Acquistare cibo da asporto, con consumazione a casa o in ufficio.

Dal 18 maggio invece, sarà consentita:

  • La riapertura di negozi;
  • L’allenamento per gli atleti professionisti che praticano sport di squadra.

Infine, a partire dal 1 giugno, potranno riprendere l’attività:

  • Parrucchieri e barbieri;
  • Bar e ristoranti.


Richiedi informazioni per Leggi e Normative, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Le novità del Decreto Salva Casa per l'edilizia libera: si alle pergole bioclimaticheLe novità del Decreto Salva Casa per l'edilizia libera: si alle pergole bioclimatiche

Le novità del Decreto Salva Casa per l'edilizia libera: si alle pergole bioclimatiche

16/07/2024 13:29 - Il decreto Salva casa introduce semplificazioni per l'edilizia libera, inclusi pergole bioclimatiche e Vepa, chiarendo le norme per l'installazione di strutture senza permessi.
Fine contratto affitto: quando la tinteggiatura spetta all'inquilino?Fine contratto affitto: quando la tinteggiatura spetta all'inquilino?

Fine contratto affitto: quando la tinteggiatura spetta all'inquilino?

11/07/2024 10:08 - Le responsabilità di [..]
Opere ante'67: abusive se in assenza di prove concreteOpere ante'67: abusive se in assenza di prove concrete

Opere ante '67: abusive se in assenza di prove concrete

10/07/2024 10:59 - Il Consiglio di Stato conferma che l'onere di dimostrare la legittimità delle [..]
Firmato il nuovo Decreto Inerti sul riutilizzo dei rifiuti (End of Waste)Firmato il nuovo Decreto Inerti sul riutilizzo dei rifiuti (End of Waste)

Firmato il nuovo Decreto Inerti sul riutilizzo dei rifiuti (End of Waste)

10/07/2024 08:21 - Il nuovo Decreto Inerti [..]
TAGS: 26 aprile 2020, cantieri pubblici, conte, coronavirus, covid19, dpcm, edilizia, export manifatturiero, fase 2, Protocollo di sicurezza, riapertura cantieri

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!