Covid-19 Lazio: 700 milioni per edilizia, affitti, imprese, tasse, famiglie

regione lazio

La Regione Lazio ha preso delle ingenti misure per aiutare imprese e famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Tutte le informazioni in merito si trovano sul sito ufficiale.

Vediamo quali sono i provvedimenti presi dalla Regione, e gli importanti stanziamenti previsti.

Zingaretti: “il Lazio non ha problemi di liquidità”

Nicola Zingaretti ha affermato con sicurezza che il Lazio non ha alcun problema di liquidità. E questo: “ci ha permesso di affrontare la tragedia con una certa tranquillità”.

Queste le parole del Presidente della Regione, che aggiunge: “siamo stati inoltre tra le prime Regioni a sospendere le tasse regionali. La tassa automobilistica dal 3 marzo al 31 maggio mentre Irba e Iresa per marzo, aprile e maggio. Valuteremo se estendere queste ultime.”

A quanto pare, non dovranno preoccuparsi i cittadini laziali. Tanto che Zingaretti ha dichiarato anche:

Noi abbiamo pagato 2 miliardi e 900 milioni, di cui 2 miliardi e 200 milioni spesi per la sanità e 700 milioni per tutti gli altri enti. Sottolineo anche che 346 milioni sono stati già assegnati a tutti i Comuni e le fatture sono pagate a sette giorni, tanto che non abbiamo nulla pagare fino al 31 marzo di quest’anno.

Parole forti quelle del Presidente, che ci introducono all’elenco dei provvedimenti presi dalla Regione per tutelare famiglie e imprese in questo periodo di estrema difficoltà.

Stanziamenti e misure regionali

Le misure prese dalla Regione Lazio sono le seguenti:

  • 21 milioni per buoni spesa a favore delle famiglie in difficoltà economica. Comprende acquisto di cibo, distribuzione di pacchi a domicilio, copertura di costi per farmaci e medicinali;
  • 43 milioni per pagamento affitti. Di cui: 22 milioni per chi ha subito una diminuzione del 50% del reddito familiare; 21 milioni per la velocizzazione dei contributi messi a bando;
  • 23 milioni per contributo affitti in favore di commercianti e artigiani. Per chi ha subito perdita di fatturato a causa della chiusura obbligatoria dell’impresa;
  • 500 milioni per prestiti e garanzie in favore delle imprese;
  • 380 milioni per cassa integrazione in deroga, di cui 144,5 milioni sono in fase di erogazione;
  • Stop al pagamento dei mutui per 4 mila aziende. Sospesi per 12 mesi i rimborsi dei prestiti rilasciati alle imprese tramite bandi regionali;
  • Stop alle tasse regionali per 3 mesi. Nello specifico: bollo auto, IRESA e IRBA;
  • 10 milioni per imprese e lavoratori dei 195 cantieri presenti nel Lazio per ricostruzione post-sisma;
  • 5 milioni per agricoltura – comparto florovivaistico;
  • 5 milioni per agricoltura – produzione latte bovino e bufalino;
  • 100 mila voucher da 10 euro l’uno. A favore di medici, infermieri e OSS che devono recarsi a lavoro con Taxi o Trasporti NCC;
  • Incentivi allo Smart Working per PMI e Partite IVA. Per imprese con 1 dipendente, e per Comuni fino a 5 mila abitanti;
  • 3,5 milioni per acquisto delle risorse necessarie per la formazione scolastica a distanza.



Uretek