Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » Bergamo: scoperta frode da 8 milioni di euro in edilizia

Bergamo: scoperta frode da 8 milioni di euro in edilizia

Bergamo: scoperta frode da 8 milioni di euro in ediliziaBergamo: scoperta frode da 8 milioni di euro in edilizia
Ultimo Aggiornamento:

Nell’ultimo periodo la finanza di Bergamo è stata impegnata con un caso di maxi evasione fiscale legato al settore edile. Sotto i riflettori un’impresa edile di Telgate, in provincia di Bergamo.

A fronte di un volume d’affari pari a 8 milioni di euro tra il 2017 e il 2018, l’azienda avrebbe dovuto versare circa 2,3 milioni di tasse all’Agenzia delle Entrate.

Per il momento, il giudice che si è occupato del caso ha decretato un’ordinanza di custodia cautelare ai danni di 3 persone, delle quali una al momento si trova in carcere, mentre le altre due ai domiciliari.

Advertisement - Pubblicità

2,3 milioni evasi su fatturato da 8 milioni di euro

Le indagini non sono ancora concluse. Ciò che si sa al momento è che l’impresa in questione ha collaborato con più di 270 dipendenti in cantieri situati in diverse regioni d’Italia: Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria e Trentino-Alto Adige.

Al momento 1 accusato si trova in carcere e altri 2 agli arresti domiciliari. Inoltre, la finanza ha sequestrato all’impresa beni e risorse del valore di oltre 2,3 milioni di euro. A quanto pare, l’azienda non ha mai dichiarato i suoi guadagni, e contava un fatturato di più di 8 milioni di euro tra il 2017 e il 2018. Oltretutto, due anni dopo la società è stata messa in liquidazione.

Advertisement - Pubblicità

3 condannati e 2,3 milioni sequestrati, ma le indagini continuano

Ricostruendo la vicenda, la finanza ha scoperto che i veri amministratori dell’azienda erano un uomo bresciano di 66 anni e un uomo albanese di 49 anni. Questi lavoravano sotto mentite spoglie, servendosi di alcuni prestanome che oggi sono tra gli indagati, tra i quali c’è anche un comasco.

C’è da dire inoltre che la società, non pagando le tasse, per tutto questo tempo offriva sul mercato prezzi altamente inferiori alla media. Riuscendo, ovviamente, a guadagnare molto di più rispetto agli onesti concorrenti.

Tra i beni sequestrati dalla finanza, che ammontano al valore di oltre 2,3 milioni di euro, si contano:

  • 11 immobili;
  • Quote societarie per un valore pari a 200 mila euro;
  • Conti correnti;
  • Contanti;
  • Automobili;
  • Moto;
  • Orologi.


Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bonus Mobili: ultima chiamata per l'agevolazione prima del 2025Bonus Mobili: ultima chiamata per l'agevolazione prima del 2025

Bonus Mobili: ultima chiamata per l'agevolazione prima del 2025

05/07/2024 15:27 - La Legge di Bilancio 2025 potrebbe eliminare il bonus mobili, un'agevolazione fiscale fondamentale per arredi ed elettrodomestici, ridotta negli anni e ora in bilico.
Al via oggi le domande per il Reddito Energetico NazionaleAl via oggi le domande per il Reddito Energetico Nazionale

Al via oggi le domande per il Reddito Energetico Nazionale

05/07/2024 07:09 - Il Reddito Energetico Nazionale sostiene famiglie a basso reddito [..]
Bonus colonnine domestiche 2024: ecco come accedereBonus colonnine domestiche 2024: ecco come accedere

Bonus colonnine domestiche 2024: ecco come accedere

27/06/2024 10:57 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, tramite il decreto direttoriale del [..]
TAGS: bergamo, evasione fiscale, guardia di finanza

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!