CCNL Edilizia/Artigianato: AFAC ufficiali, ecco i nuovi importi

AFAC ufficiali

Con il verbale di accordo stipulato il 30 gennaio 2020, si assiste al rinnovo del CCNL Edilizia/Artigianato. Sono interessati dalle modifiche i lavoratori dipendenti delle PMI dell’ambito edile, industriale e simili. Oltre alle imprese appartenenti al settore dell’artigianato.

L’accordo è stato sottoscritto tra: le associazioni artigiane ANAEPA-Confartigianato Edilizia, CNA Costruzioni, FIAE-Casartigiani, CLAAI Edilizia; e i sindacati FENEAL-UIL, FILCA-CISL, FILLEA-CGIL. Le disposizioni riportate saranno valide a partire dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2020.

CCNL Edilizia/Artigianato: aumenti AFAC entrano in vigore

Le novità sottoscritte nell’accordo mostrano come presto i dipendenti delle imprese artigiane, edili e industriali riceveranno degli aumenti con l’aggiunta degli importi AFAC (Anticipo sui Futuri Aumenti Contrattuali). L’accordo stabilisce che le nuove soglie minime saranno innalzate in 3 fasi differenti: la prima a decorrere dal 1 febbraio 2020, la seconda dal 1 marzo 2021, e la terza dal 1 gennaio 2022.

Tali importi AFAC in realtà, erano già stati previsti con l’accordo stipulato il 16 ottobre 2014. A partire da quest’anno verranno introdotti ufficialmente all’interno della retribuzione tabellare del CCNL Edilizia/Artigianato.

Le nuove retribuzioni minime

Di seguito vediamo quali saranno i nuovi importi mensili minimi che spetteranno ai dipendenti di tali settori, a decorrere dalle 3 date prima citate. Li divideremo in base ai differenti livelli di competenza.

Sono:

  1. 1° livello:
  • A partire dal 01/02/2020 minima retribuzione pari a 880,30 €;
  • Dal 01/03/2021 minima retribuzione pari a 895,30 €;
  • Dal 01/01/2022 minima retribuzione pari a 895,30 €;
  1. 2° livello:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 1.007,85 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 027,85 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.047,85 €;
  1. 3° livello:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 1.140,12 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 164,12 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.164,12 €;
  1. 4° livello:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 219,10 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 244,10 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.253,10 €;
  1. 5° livello:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 1.316,04 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 343,04 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.343,04 €;
  1. 6° livello:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 1.579,48 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 611,48 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.611,48 €;
  1. 7° livello:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 1.804,86 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 804,86 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.804,86 €;
  1. Livello 7 Quadro:
  • 01/02/2020 minima retribuzione pari a 1.804,86 €;
  • 01/03/2021 minima retribuzione pari a 804,86 €;
  • 01/01/2022 minima retribuzione pari a 1.804,86 €.



Uretek