Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Detrazioni Fiscali » Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spettaBonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta
Ultimo Aggiornamento:

Con l’ultima Legge di Bilancio il Governo italiano ha previsto, confermato o prorogato una serie di agevolazioni in favore delle famiglie in condizioni economiche più svantaggiate. Tra le tante misure a sostegno di queste famiglie anche il Bonus bollette 2024, un’agevolazione prevista per gli utenti in possesso di specifici requisiti e riconosciuta per ammortizzare le spese sostenute per luce, acqua e gas.

Anche se dal primo Aprile 2024 l’importo del bonus è stato ridotto, infatti non c’è più il contributo straordinario stabilito per il 2023, una buona fetta di beneficiari potranno ancora fruire di una serie di sconti secondo gli importi standard quantificati dall’Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera).

Ma cos’è, a chi spetta, come richiedere e a quanto ammonta il bonus bollette 2024?  Vediamolo insieme nei paragrafi successivi.

Bonus bollette 2024: cos’è

Introdotto per ammortizzare i costi delle famiglie italiane sostenuti per l’energia elettrica, l’acqua e il gas, il bonus bollette 2024 si concretizza sostanzialmente in due precise misure:

  • potenziamento del bonus sociale luce, attivo fino al 31 marzo 2024, e rivolto agli utenti in condizioni svantaggiate;
  • sconti sui consumi di acqua e gas rivolti alle famiglie meno abbienti, con un ISEE fino a 9.530 euro. Per le famiglie numerose, in cui sono presenti almeno quattro figli, il limite ISEE per richiedere il bonus gas e acqua è pari a 20mila euro. Per tale agevolazione non è prevista alcuna scadenza, si tratta cioè di una misura strutturale.

Trattasi di alcune forme di aiuto alle famiglie italiane più svantaggiate, diventate ancora più necessarie in seguito allo stop del mercato tutelato.

Leggi anche: Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

Chi sono gli aventi diritto

Il bonus sociale per l’energia elettrica è riconosciuto agli utenti domestici in difficoltà economica e, precisamente:

  • ai nuclei familiari con ISEE inferiore ai 15mila euro;
  • ai nuclei familiari con un ISEE fino a 20mila, in cui sono presenti almeno quattro figli;
  • ai percettori dell’assegno di inclusione;
  • agli utenti in precarie condizioni di salute costretti all’impiego di macchinari elettromedicali;
  • ai pensionati e agli over 75.

Dal 1° Gennaio 2024 il bonus gas e acqua spetta agli utenti con un ISEE fino a 9.530 euro. Il tetto ISEE è innalzato fino a 20mila euro per i nuclei familiari con almeno quattro figli. Rientrano tra i beneficiari anche i pensionati e gli over 75.

Come richiedere il Bonus bollette

Per fruire del bonus bollette 2024 non c’è bisogno di presentare alcuna domanda particolare, l’agevolazione è riconosciuta in automatico agli utenti in possesso dei requisiti richiesti. Dal primo gennaio 2021, infatti, con l’introduzione delle novità previste dal Decreto Legge n.124/2019, non è necessario più presentare un’istanza specifica.

A partire da quella data, per ottenere il bonus bollette, corre però l’obbligo della presentazione all’INPS della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) propedeutica al rilascio dell’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente utile per dimostrare di rientrare tra gli aventi diritto. Gli utenti possono autonomamente compilare online la DSU ai fini ISEE oppure rivolgersi ai patronati o ai CAF.

Nell’ipotesi di uso di macchinari elettromedicali, gli interessati devono invece presentare una specifica istanza presso il comune di residenza.

Bonus bollette 2024: ammontare

L’ammortamento dei costi per il bonus bollette per luce, acqua e gas cambia in base a diversi elementi:

  • gli sconti sul gas dipendono dal numero dei componenti del nucleo familiare riportati nella DSU, dalla categoria d’uso associata alla fornitura e dalla zona climatica di appartenenza dei punti della fornitura;
  • gli sconti per il bonus elettrico dipendono dal numero dei componenti del nucleo familiare riportati nella DSU.

Gli importi riconosciuti ai beneficiari del bonus energia elettrica sono i seguenti:

  • 111,93 euro per l’intero primo trimestre 2024 per i nuclei familiari con uno o due componenti;
  • 148,33 euro per l’intero primo trimestre 2024 per i nuclei familiari sino a quattro componenti;
  • 163,80 euro per l’intero primo trimestre 2024 per i nuclei familiari con più di quattro componenti.

Gli importi scontati per gli aventi diritto al bonus sociale acqua e luce, variabili secondo le aree climatiche e la stagionalità, aggiornati al primo trimestre 2024, sono i seguenti:

  • per riscaldamento, acqua calda sanitaria e uso cottura, sconto minimo di 10,92 euro e fino a uno sconto massimo di 84,63 euro per trimestre per i nuclei familiari sino a quattro componenti;
  • sconto minimo di 15,47 euro e fino a uno sconto massimo di 79,17 euro per trimestre per i nuclei familiari con più di quattro componenti.

Bonus bollette 2024: conclusioni

I rincari delle bollette di gas e luce provocati dal rialzo dei costi delle materie prime hanno reso ancora più difficile per le famiglie una situazione già abbastanza grave. Per tale motivo, con la Legge di Bilancio 2022, è stato previsto un Fondo per contenere l’incremento delle bollette.

Sempre in quest’ottica, il governo italiano con la Legge di Bilancio 2024 ha previsto la proroga fino al 31 marzo 2024 del bonus sociale energia elettrica in favore degli utenti con redditi bassi, pensionati, over 75 e in precarie condizioni di salute.

Diversamente, il bonus bollette per gas e acqua non presenta alcuna scadenza perché si tratta di una misura strutturale, senza la necessità di rinnovi o proroghe di alcun tipo.

Si tratta di forme di agevolazioni previste per ammortizzare i costi delle utenze e, per le quali, da gennaio 2021, non è più necessario presentare una specifica domanda. Oggi per accedere al bonus bollette basta, infatti, presentare all’INPS la Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE.

In concreto, l’attestazione relativa all’Indicatore della Situazione Economia Equivalente è sufficiente per il riconoscimento e l’applicazione del bonus bollette 2024, al di là del proprio fornitore di acqua, luce e gas.

Richiedi informazioni per Bonus, Detrazioni Fiscali, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amiantoBonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

30/04/2024 12:31 - La presenza di eternit, o amianto, negli edifici, sia residenziali che produttivi, rappresenta un rischio serio per la salute. Quali sono i bonus disponibili per privati e imprese che desiderano liberarsi dell'amianto senza sostenere costi proibitivi?
Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completaBonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

10/04/2024 16:39 - Nel 2024, il bonus tende da sole si conferma come incentivo chiave nell'ambito [..]
Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?

Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?

09/04/2024 12:38 - L'Ecobonus si rivela [..]
TAGS: Bonus Bollette, Bonus bollette 2024, Bonus sociale

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!