Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Condono Edilizio » Come sanare l’abuso edilizio?

Come sanare l’abuso edilizio?

Come sanare l’abuso edilizio?Come sanare l’abuso edilizio?
Ultimo Aggiornamento:

L’abuso edilizio è un reato conseguibile in maniera sia amministrativa che penale. Chi lo commette rischia la multa e l’arresto, oltre all’obbligo del ripristino dello stato del territorio entro un termine di 90 giorni.

Esiste però la possibilità di sanare un abuso edilizio, ovvero renderlo regolare successivamente al riscontrato abuso, ma solo nel caso in cui il bene costruito abbia rispettato il regime del piano regolatore deciso in principio.

Tuttavia, è bene chiarire che anche se l’abuso dovesse venire sanato, il condomino che avrà commesso il reato sarà comunque obbligato a pagare una multa.

Quando è possibile sanare un abuso edilizio

La sanatoria di un abuso edilizio può essere concessa solo nel caso in cui la costruzione risulti regolare per quanto riguarda le norme urbanistiche relative all’edilizia. Se un condomino dà il via alla realizzazione di un bene lecito in base alle norme, ma prima non convoca un’assemblea per richiedere il permesso, sta comunque commettendo un abuso edilizio.

Solo nel caso in cui ci si trovi in una situazione del genere, la sanatoria potrà essere concessa.

Attenzione però, per permettere tutto ciò, l’immobile deve risultare regolare sia secondo le leggi dell’anno in cui è stato costruito, sia per quanto riguarda la normativa vigente al momento della domanda di sanatoria. Avviene infatti una doppia verifica di conformità della costruzione.

È importante ricordare inoltre che non sarà possibile effettuare delle ulteriori modifiche all’immobile in questo lasso di tempo, infatti qualora queste risultassero, il bene dovrà essere demolito.

Come sanare un abuso edilizio

La domanda di sanatoria dell’abuso edilizio va richiesta entro 90 giorni dalla data dell’accertamento dell’irregolarità, e andrà presentata presso il comune responsabile del territorio.

Una volta che la domanda sarà stata ricevuta, l’ufficio comunale avrà 60 giorni di tempo per dare una risposta di accettazione o respingimento.

È importante ricordare però che, nel momento in cui si presenta la richiesta di sanatoria, questa equivale ad un’ammissione del reato di abuso edilizio, perciò si consiglia sempre di affidarsi nelle mani di un tecnico/ingegnere, che possa guidare il condomino nell’inserire le informazioni corrette nella domanda.

In seguito, se l’immobile supererà le regole di conformità secondo la doppia verifica delle autorità, al termine dei 60 giorni, l’ufficio comunale accoglierà la richiesta di sanatoria.

Se invece anche in questo caso la domanda di sanatoria dovesse essere respinta, il condomino avrà un solo modo di evitare la demolizione dell’immobile: fare ricorso presso il giudice amministrativo presentando l’ingiusto respingimento deciso dal comune.

Richiedi informazioni per Abuso edilizio, Condono Edilizio, Leggi e Normative, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Piano Casa 2025: la proposta di condono edilizio di SalviniPiano Casa 2025: la proposta di condono edilizio di Salvini

Piano Casa 2025: la proposta di condono edilizio di Salvini

14/02/2024 09:30 - In risposta alla contrazione del mercato immobiliare, Matteo Salvini propone un condono edilizio nel Piano Casa 2025, mirato a sanare piccole irregolarità per stimolare l'offerta e ridurre i prezzi delle case, nonostante le critiche sul rispetto delle normative.
Condono edilizio: la decisione del TAR sulla restituzione degli oneriCondono edilizio: la decisione del TAR sulla restituzione degli oneri

Condono edilizio: la decisione del TAR sulla restituzione degli oneri

03/02/2024 08:50 - In una recente sentenza [..]
Terzo condono edilizio: la Cassazione sui due limiti volumetriciTerzo condono edilizio: la Cassazione sui due limiti volumetrici

Terzo condono edilizio: la Cassazione sui due limiti volumetrici

23/01/2024 14:37 - In questo articolo analizzeremo nel dettaglio la nuova sentenza della Corte di [..]
Terzo condono edilizio: l'ultima occasione per regolarizzare?Terzo condono edilizio: l'ultima occasione per regolarizzare?

Terzo condono edilizio: l'ultima occasione per regolarizzare?

16/01/2024 12:10 - Il Terzo condono edilizio fa parte di un gruppo composto da tre provvedimenti [..]
Si alla sanatoria delle case sul litorale sicilianoSi alla sanatoria delle case sul litorale siciliano

Si alla sanatoria delle case sul litorale siciliano

25/10/2023 14:08 - La sanatoria delle costruzioni realizzate sulle coste siciliane tra il 1976 e il [..]
TAGS: abusi edilizi, abuso edilizio, multa abuso, norme urbanistiche

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!