Bonus Caldaia 2019: chi può richiederlo

bonus caldaia 2019

Tutti quelli che nel 2019 avranno la necessità di sostituire la caldaia vecchia con una più moderna ed ecologica, saranno entusiasti di sapere che anche quest’anno potranno richiedere la detrazione Bonus Caldaia 2019. Proprio come gli altri Ecobonus, il Bonus Caldaia concederà agli acquirenti una detrazione sull’IRPEF dal 50 al 65%.

L’obbiettivo è quello di ridurre sempre di più le emissioni di Co2 che vanno a disperdersi nell’ambiente, e di riciclare il più possibile. L’ideale sarebbe installare infatti delle caldaie a condensazione, che rispetto a quelle normali, non disperdono il vapore nell’aria. Ma lo riciclano trasformandolo in acqua calda. In questo modo, con una caldaia a condensazione di classe A, anche il consumo di energia si abbasserebbe del 30%.

Bonus Caldaia: come funziona e a chi spetta

Potrà usufruire del Bonus Caldaia 2019 chiunque sostituisca la vecchia caldaia con una a condensazione di classe A. Questo basterà per richiedere lo sconto del 50% sul nuovo acquisto. Se invece si desidera usufruire della detrazione totale del 65%, non basterà solo la caldaia di classe A. Sarà necessario infatti installare anche delle valvole termostatiche di classe V, VI o maggiore. Ma non è tutto, servirà anche sostituire l’intero impianto dell’abitazione con dei generatori di aria calda a condensazione.

Se si richiederà l’incentivo del 65% reinstallando tutto l’impianto, l’importo massimo detraibile sarà di 30.000 euro. Per quanto riguarda invece il Bonus del 50%, il tetto massimo sarà 10.000 euro. è molto importante ricordare che queste detrazioni non potranno essere richieste se si acquista una caldaia con classe energetica inferiore alla A.

In che modo richiederlo

Richiedere il Bonus Caldaia 2019 non sarà difficile. Oltre ad installare la nuova caldaia, sarà necessario presentare la richiesta all’ente ENEA, ed effettuare un bonifico parlante. Se la domanda verrà accettata, l’importo detraibile sarà diviso in 10 rate. L’ente inizierà ad erogare il rimborso con la prima rata dall’anno successivo a quello dell’acquisto. In questo caso quindi, l’acquirente potrà iniziare a ricevere il Bonus dal 2020.

Come per gli altri Ecobonus, sarà possibile fare domanda fino al 31 dicembre 2019. Oltretutto, a partire dal mese di luglio, grazie al Decreto Crescita, si può richiedere persino uno sconto immediato sull’acquisto. In questo caso, non sarà necessario inviare la domanda all’Enea, perché si usufruirà direttamente di un ingente sconto mentre si acquista la caldaia, e non di un rimborso dopo l’acquisto. Il questo caso, si dovrà pagare l’importo tramite un bonifico, e successivamente, inviare la transazione all’Agenzia delle Entrate.