Riqualificazione immobili ATER Roma: stanziati 19 milioni

bando ater roma

Ammontano a ben 19 milioni i fondi stanziati per la riqualificazione degli immobili ATER di Roma. Gli interventi comprenderanno lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, e di riqualificazione energetica degli edifici. Gli immobili in questione sono quelli gestiti dall’ATER (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale).

Il progetto fa parte del più vasto Piano triennale di edilizia popolare a Roma, indetto dalla Regione Lazio all’inizio del 2019, le cui procedure possono essere consultate al seguente link .

A gestire il bando di concorso sarà Invitalia, che si occuperà di valutare le richieste per conto di ATER Roma.

Riqualificazione immobili ATER Roma: come funziona

Il nuovo progetto volto alla riqualificazione degli immobili ATER a Roma, nasce con l’obbiettivo di istituire un Accordo Quadro della durata di 4 anni.

La gara è finalizzata alla scelta di 6 operatori economici, ai quali verrà affidata una zona ciascuno, relativa all’ambito territoriale del patrimonio Aziendale. Gli operatori saranno chiamati a svolgere interventi di riqualificazione energetica, e di manutenzione ordinaria e straordinaria su circa 50 mila immobili complessivi. I fondi totali stanziati sono 19 milioni di euro.

I criteri primari dei progetti proposti dai partecipanti dovranno essere volti a:

  • Valorizzazione ambientale e sociale;
  • Gestione salute e sicurezza sul lavoro;
  • Salvaguardia ambientale;
  • Collaborazione con il sistema imprenditoriale locale per i materiali, che dovranno essere acquistati a filiera corta o a km zero.

I partecipanti potranno inviare i loro progetti entro e non oltre la data di scadenza, fissata per il 4 marzo 2020.

Vincitori e zone tecniche spettanti

A seconda delle posizioni dei classificati che vincono la gara indetta dall’ATER, verranno assegnate le zone di Roma sulle quali svolgere i suddetti interventi edilizi. Ecco di seguito le posizioni e le relative aree territoriali spettanti:

  • 1° classificato, Zona Tecnica 1. Comprende: Tor di Nona, Flaminio, Trionfale, Piazza D’Armi, Pineto – Valle Aurelia, Torre Vecchia, Delle Vittorie – Prati, Lucchina, Boccea – Collina delle Muse, Primavalle, Cesano, Grottarossa, Farnesina, Ottavia, Prima Porta, Tomba di Nerone;
  • 2° classificato, Zona Tecnica 2. Comprende: Castel Giubileo, Pinciano – Salario, Serpentara, Talenti, Montesacro, Nuovo Salario, Cinquina, Valmelaina, Bufalotta, Bufalotta – Cecchina, Tuffello, Verbano – Trieste, Vigne Nuove;
  • 3° classificato, Zona Tecnica 3. Comprende: San Basilio, Settecamini, Tiburtino, Parco Tiburtino, Casal Bruciato, Ponte Mammolo, Rebibbia, Pietralata, San Vittorino Romano;
  • 4° classificato, Zona Tecnica 4. Comprende: Cinecittà – Quadraro, Ponte Lungo, Ponte di Nona, Rocca Fiorita, Tor Vergata, Torre Maura, Torre Gaia, Appio, Lunghezzina, Villa Fiorelli, Torre Spaccata, Esquilino, Casale Caletto, Casilino, Centocelle, Quarticciolo, La Rustica, Tor de Schiavi, Borgo Lancellotti, Tuscolano, Collatino, Prenestino, Tor Bella Monaca, Tor Sapienza;
  • 5° classificato, Zona Tecnica 5. Comprende: Casal Bernocchi, Acilia, Vigna Murata, Eur – Villaggio G. Dalmata, Laurentino, Tor Marancia, Valco San Paolo, Spinaceto, Tor de Cenci, Ardeatino, Decima, Grottaperfetta, Garbatella, Ostiense, Palocco bis, Ostia;
  • 6° classificato, Zona Tecnica 6. Comprende: Trastevere, Borgo del Trullo, Colli Portuense, Gianicolense – San Pancrazio, Testaccio, Ostiense, Massimina, Pamphily, Casetta Mattei, Corviale, Pisana – Portuense, San Saba.



Uretek