Architetto e Geometra: quali sono le differenze

architetto geometra differenze

Esistono numerosi ruoli appartenenti al settore edilizio e a tutti i singoli processi di progettazione, costruzione, manutenzione e demolizione. Spesso, chi non è del settore, tende a confondere i vari tecnici edili. Questo perché a volte le mansioni dei vari professionisti possono sembrare simili, quasi equivalenti.

La realtà è che l’ambito edile comprende una vastissima serie di competenze, ruoli ed interventi. E non è facile saper riconoscere le differenze e i compiti. Due delle professioni che vengono confuse tra loro più frequentemente sono quelle dell’architetto e del geometra.

Vediamo quindi quali sono le competenze che entrambi i ruoli ricoprono, e quali sono le differenze tra architetto e geometra.

Architetto e geometra: entrambi sono indispensabili

L’architetto e il geometra, nella carta, coprono dei ruoli sostanzialmente differenti. Seppur può capitare che uno si ritrovi a fare le mansioni dell’altro, e viceversa. Questo però accadeva molto più di frequente in passato, quando c’erano meno regole, meno imposizioni, meno controlli e meno esigenze.

Ai giorni d’oggi, con tutte le normative e i criteri necessari per realizzare una costruzione, un restauro o altri vari interventi, è quasi impossibile che uno solo tra architetto e geometra si sia occupato di tutto ciò che riguarda i processi edili. Ovviamente, se si tratta di lavori fatti a regola d’arte.

Le figure di geometra e architetto infatti, sono strettamente correlate tra loro. Per assicurare al cliente un lavoro di qualità e nel pieno rispetto delle norme, i due ruoli devono collaborare assieme. Perché un buon architetto ha bisogno di un buon geometra, così come un buon geometra non può lavorare senza un buon architetto.

Chi è e cosa fa il geometra

Il geometra è una figura che per operare non necessita della laurea, ma è diplomato presso un Istituto Tecnico Geometri. Dopo il diploma, per essere riconosciuto, deve seguire un tirocinio obbligatorio di due anni presso un professionista già formato.

Durante la sua formazione, il geometra studia tutto ciò che riguarda la topografia, i valori catastali, le misure, e le scienze delle costruzioni. In particolare, ottenuto il titolo, egli diventa un professionista specializzato sulla misurazione di terreni e immobili, sulle stime, e sui principi e le regole di costruzione.

Chi è e cosa fa l’architetto

La figura dell’architetto è considerata generalmente più “importante” rispetto a quella del geometra. Ma i due svolgono ruoli differenti, e uno non potrebbe operare senza l’altro.

Innanzitutto, l’architetto deve conseguire la laurea magistrale in Architettura. A seguito dei 5 anni, dovrà affrontare un esame di stato e poi iscriversi all’albo CNAPPC http://www.cnappc.it/ (Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori).

L’architetto è specializzato su urbanistica, topografia, storia dell’architettura, scienze delle costruzioni, scienze dei materiali. Ma soprattutto, acquisisce tutte le competenze necessarie per progettare una costruzione o un intervento edilizio. Infatti, la progettazione edilizia è una mansione che spetta unicamente all’architetto.




Esempio per comprendere meglio

Per comprendere la differenza sostanziale che i due ruoli hanno, possiamo paragonare la relazione tra architetto-geometra con quella tra medico-infermiere. Un medico ha tutte le competenze per operare, ma non potrebbe farlo se prima l’infermiere non prepara il paziente e i materiali.

Viceversa, l’infermiere si occupa di tutto ciò che riguarda la cura giornaliera dei pazienti e della loro costante assistenza. Ha seguito studi differenti, più specifici sotto molti aspetti, ma di certo non sarebbe capace di eseguire un’operazione.

Allo stesso modo, il geometra ha specializzato i suoi studi verso strade differenti rispetto all’architetto, e risulta essere più competente di lui in certi ambiti specifici, indispensabili per realizzare un buon progetto. L’architetto però è il responsabile principale delle progettazioni e della sicurezza, e non sarebbe possibile eseguire un intervento edilizio senza la sua firma.