Gare d’appalto: come iscriversi e partecipare

gare appalto

Le gare d’appalto vengono indette dalla Pubblica Amministrazione nel momento in cui c’è la necessità di realizzare opere pubbliche, oppure acquisire beni, forniture o servizi.

Si svolgono con dei procedimenti ben precisi che si basano sui criteri di trasparenza e meritocrazia per quanto riguarda l’assegnazione. E comprendono dei requisiti da rispettare per poter partecipare alle gare.

Ricordiamo che l’appalto è un contratto siglato tra due parti: l’appaltante o committente (colui che affida il progetto), e l’appaltatore (colui che prende in carico il progetto).

Le gare vengono istituite per quanto riguarda gli appalti pubblici, ovvero indetti dalla PA. Mentre gli appalti privati si svolgono in separata sede, e il committente è libero di scegliere come appaltante la ditta che preferisce, senza avviare alcuna gara.

Vediamo come si procede per l’iscrizione e la partecipazione alle gare d’appalto.

Gare d’appalto: scelta del bando

Come abbiamo accennato poco fa, le gare d’appalto, per essere giudicate valide, devono svolgersi nel totale rispetto delle regole di trasparenza e meritocrazia. La normativa che ne regola i termini è il D. Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016, ovvero il Codice dei Contratti Pubblici.

La prima cosa che un professionista o un’impresa deve fare per potersi iscrivere ad un bando di gara, è scegliere il contratto pubblico a cui desidera partecipare. Per tutte le gare d’appalto, la PA istituisce dei precisi requisiti da rispettare. Se l’impresa non possiede tali criteri, non potrà concorrere per il bando, a meno che non riesca a stipulare un contratto di avvalimento con il supporto di un’altra azienda.

Tutte le gare d’appalto disponibili vengono pubblicate sul sito della Gazzetta Ufficiale, alla voce “Contratti Pubblici”. Si aggiornano due volte alla settimana, il lunedì e il mercoledì.

I bandi vengono pubblicati anche sul BUR (Bollettino Ufficiale Regionale), che svolge generalmente la stessa funzione della Gazzetta Ufficiale, però a livello regionale. Per cui, ogni regione possiede il suo sito del BUR da poter consultare.

Consultazione dei termini

In secondo luogo, il professionista o l’impresa che desidera candidarsi, dovrà consultare i documenti ufficiali che contengono le disposizioni di procedura del bando scelto.

Qui potrà constatare:

  • L’oggetto dell’appalto. Ovvero il bene, il servizio o la fornitura su cui si basa la gara. In questo modo, l’impresa potrà presentare la sua offerta tenendo conto di tutti gli elementi utili per poter concorrere;
  • Le condizioni di partecipazione. E quindi tutti i requisiti, i criteri e le garanzie richiesti alle imprese per poter partecipare;
  • Come presentare la candidatura. Le offerte possono essere inviate esclusivamente online tramite delle apposite piattaforme di intermediazione, come MePA o Consip S.p.A.;
  • Le procedure di selezione. Ovvero le modalità con cui si svolgerà la selezione delle offerte, e quindi l’assegnazione;
  • I documenti necessari. Per tutte le gare d’appalto vengono richiesti dei precisi documenti da presentare per poter concorrere. Possono essere differenti, ma quello che deve essere sempre obbligatoriamente presentato è il DURC (Documento Unico di regolarità Contributiva).



Uretek