Riccione: sul lungomare nascerà un nuovo palazzo con bosco verticale

bosco verticale

Tra qualche tempo, il lungomare di Riccione somiglierà leggermente a Milano. Il motivo? Il progetto di costruzione di un nuovo palazzo con Bosco Verticale. L’imponente e meravigliosa opera di Stefano Boeri situata a Milano, d’ora in poi non sarà più l’unica in Italia. La Stefano Boeri Architetti infatti ha annunciato la realizzazione di un nuovo progetto, simile al primo, che sarà destinato questa volta ad abbellire il lungomare di Riccione. Ecco quello che sappiamo.

La descrizione del progetto

Il progetto principale per l’azienda Boeri è quello di rigenerare la forestazione nelle zone urbane, scegliendo delle aree strategiche di intervento su cui poter favorire lo sviluppo del territorio. Il prossimo obbiettivo sarà quindi Riccione, grazie ad una nuova procedura d’intervento attuata dal Comune della città. L’ “Accordo Operativo” prevede di integrare un maggior numero di elementi naturalistici e antropici nelle zone residenziali. Il progetto è stato finanziato in parte da fondi pubblici e in parte da enti privati.

La base della costruzione avrà inizio da Villa Ernesta, un edificio storico situato sul lungomare di Riccione, che verrà conservato, ma ristrutturato e valorizzato. Tutta la zona attorno l’edificio verrà rifunzionalizzata, a partire dal suo grande giardino di valore storico-naturalistico. Qui infatti vivono tantissime specie vegetali protette, il cui territorio verrà preservato e ingrandito. Dal parco partirà un sistema di continuità nel verde, che darà vita ad un nuovo ecosistema verticale a ricoprire le facciate del nuovo edificio. In poche parole, nascerà un nuovo bosco verticale a Riccione, ed è una scelta dettata dalla cura dell’ambiente e del territorio.

L’edificio sarà destinato ad un utilizzo residenziale per il 40% e turistico per il restante 60%. La vegetazione che abbellirà la struttura sarà una massa molto consistente, e ospiterà sia arbusti che piante arboree. Il progetto comprende 1.400 mq di verde, dei quali 1.100 saranno dotati di nuove alberature e saranno completamente filtranti. L’edificio si disporrà su nove piani e sarà ricco di spaziosi terrazzi, logge, piscine e zone di benessere e comfort. Ovviamente ogni passo di costruzione sarà guidato da un tipo di edilizia sostenibile e rinnovabile, per cui l’intera struttura sarà alimentata da fonti energetiche rinnovabili, e inoltre si attuerà il sistema di riciclo delle acque reflue.

Una scelta che porterà soddisfazioni

La sindaca della città Renata Tosi, si mostra entusiasta per il nuovo progetto del Bosco Verticale sul lungomare di Riccione, e prevede un grande avvenire per la città. Ci tiene inoltre ad esprimere i suoi ringraziamenti agli enti pubblici che hanno voluto scommettere su un progetto così importante. Ribadisce infine l’importanza del grande obbiettivo, finalizzato a rivalorizzare e riqualificare la città di Riccione, senza mai scordare il rispetto per il suolo e l’ambiente circostante.

Insomma, adesso anche Riccione, come Milano, avrà il suo meraviglioso edificio ricoperto dal Bosco Verticale. C’è una grande aspettativa soprattutto per quanto riguarda l’ambito turistico, perché il nuovo progetto potrebbe attirare una grande massa di turisti, magari anche diversi da quelli che solitamente si recano a Riccione.




Uretek