Lotti acquistati in Veneto: 40 anni dopo ecco Permesso di Costruire

veneto vigonovo

Una storia che rasenta l’incredibile quella avvenuta nel piccolo Comune di Vigonovo, in Veneto. Alcuni cittadini residenti nel paese infatti, dopo aver acquistato dei lotti di terreno edificabile, hanno dovuto attendere ben 40 anni per ottenere finalmente il Permesso di Costruire.

Sappiamo bene come la burocrazia italiana, quando si tratta di titoli edilizi, sia sempre stata molto complessa e con tempistiche piuttosto lunghe. Questa volta però, tutta la faccenda ha preso una piega davvero incommentabile.

Terreni edificabili mai edificati: la storia assurda di Vigonovo

Ci troviamo a Vigonovo, un piccolo Comune di poco meno di 10.000 abitanti della città metropolitana di Venezia.

Ben 40 anni fa, circa venti cittadini hanno acquistato una ventina di lotti di terreno edificabile, situati nella frazione di Tombelle, nell’area vicina alla chiesa parrocchiale. Ovviamente, i vigonovesi avrebbero desiderato costruire lì la propria abitazione, ma purtroppo non hanno mai potuto farlo.

Subito dopo l’acquisto dei lotti infatti, è intervenuta una variante del piano regolatore generale, che ha iniziato una serie infinita di intoppi burocratici. Tutto ciò ha portato al blocco del progetto, che si è risolto solamente 4 decenni dopo, proprio qualche giorno fa.

L’iter amministrativo per la concessione del Permesso di Costruire ha visto il susseguirsi di ben 6 sindaci e 7 mandati amministrativi nel Comune di Vigonovo. Ma una delle cose più sorprendenti è che anche lo stesso Comune è rimasto impegolato in tutto il processo, in quanto proprietario di 3 lotti di terreno.

Pratiche dimenticate per 40 anni: nel 2020 arriva il Permesso di Costruire

I cittadini vigonovesi coinvolti nell’assurda vicenda, in questo lunghissimo periodo, ovviamente non sono rimasti zitti. Anche perché, seppur non potendo costruire nei propri terreni acquistati, hanno dovuto continuare a pagare le imposte per delle abitazioni che non hanno mai potuto realizzare.

Qualche anno fa, hanno presentato una querela contro il Comune di Vigonovo. A quanto pare però, anche questa pratica è stata dimenticata nei cassetti degli uffici amministrativi, e i cittadini non hanno mai ottenuto una risposta. Alcune indiscrezioni sembrano svelare che alcuni documenti siano addirittura spariti misteriosamente, ma di questo non abbiamo la certezza.

L’aspetto peggiore di tutta questa storia, è che in tutto questo tempo che è passato, molti proprietari di quei lotti nel frattempo sono deceduti. Ed inoltre, in 40 anni, sono avvenute anche molte modifiche alle normative edilizie e urbanistiche. Oggi infatti, i criteri necessari da rispettare per edificare sono molto differenti rispetto a quelli presenti allora. Per cui i progetti dovranno essere necessariamente rivisti.

Quest’anno però, la pratica è arrivata nelle mani del Consiglio Comunale. E dunque oggi, i cittadini sopravvissuti e gli eredi di quelli deceduti, hanno ottenuto finalmente il Permesso di Costruire nei propri lotti edificabili. Sarà quindi possibile per loro avviare i lavori a Tombelle, ben 4 decenni dopo l’acquisto dei terreni.




Uretek