Emilia-Romagna: oltre 5 milioni per riqualificazione energetica edifici

emilia romagna bando fondi

Il risparmio energetico ormai è un fenomeno che inizia ad interessare un po’ tutte le regioni italiane. Finalmente. Si sente molto più spesso infatti dell’apertura di nuovi bandi per l’assegnazione di fondi da destinare alla riqualificazione energetica degli edifici. Questo non solo servirà a ridurre i costi in bolletta e ad ottenere una maggiore funzionalità innovativa degli impianti. L’aspetto più fondamentale da considerare infatti è quello di ridurre al minimo il grosso impatto ambientale che la scarsa efficienza energetica comporta sull’ambiente.

Solo in Italia, il 40% dell’inquinamento presente nell’aria è causato proprio da impianti non adeguati alla sostenibilità. Il pianeta in generale risulta essere già abbastanza torturato dalla noncuranza e irresponsabilità dell’uomo, per cui ora è arrivato il momento di fare qualcosa per salvarlo. A questo proposito, l’Emilia-Romagna dà il via ad un nuovo bando destinato all’ammodernamento degli impianti negli edifici, al fine di renderli più “green” e meno dannosi per l’atmosfera. Lo stanziamento ammonta a più di 5 milioni di euro.

Il progetto

La regione ha finanziato il bando grazie alla disponibilità concessa dai fondi europei, che ha previsto un raggio d’azione di tre anni (2019-2021). Come negli altri casi, il documento POR FESR delimiterà tutte le regole del concorso, ed esplicherà con trasparenza le destinazioni dei fondi europei. Gli edifici interessati saranno le sedi dei Comuni, delle Province, degli Enti locali, delle Unioni Comunali e dell’ACER (Azienda Casa Emilia Romagna).

I contributi stanziati dall’UE si aggiungeranno a quelli già concessi nel mese di giugno alle Strutture Sanitarie, che ammontavano a 6,2 milioni di euro. Oggi il finanziamento dispone di 5 milioni di euro da destinare alla riqualificazione energetica, per cui in totale saranno più di 11 milioni di euro i fondi a disposizione.

Invio domanda e scadenza

Il progetto sarà destinato ai più disparati interventi, che riguarderanno: la realizzazione di nuovi impianti solari, la disposizione di audit energetici, la stesura degli attestati per la prestazione energetica, e tutte le opere edilizie destinate al miglioramento degli impianti.

Ogni operazione singola che disporrà dei requisiti giusti, avrà a disposizione una copertura delle spese fino al 40%, con un importo massimo di 500 mila euro. La richiesta potrà essere eseguita unicamente per lavori destinati a partire dal 1 gennaio 2020.

Il bando si è aperto ufficialmente martedì. Le domande potranno quindi essere presentate dalle ore 10:00 del 10 settembre 2019. La data di chiusura invece è imposta per le ore 17:00 del 31 gennaio 2020, secondo il sistema Sfinge2020.

Il lavori le cui spese saranno stanziate dal progetto dovranno necessariamente concludersi entro il 31 dicembre del 2021. C’è comunque una possibilità di prorogare ulteriormente l’esecuzione per altri 6 mesi, ma la richiesta dovrà avvenire entro il 30 settembre 2021.




Uretek