Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Fondi Pubblici » Contributi fondo perduto ASD e SSD fino a 60 mila euro: scade 19 luglio

Contributi fondo perduto ASD e SSD fino a 60 mila euro: scade 19 luglio

Contributi fondo perduto ASD e SSD fino a 60 mila euro: scade 19 luglioContributi fondo perduto ASD e SSD fino a 60 mila euro: scade 19 luglio
Ultimo Aggiornamento:

Con l’Avviso pubblicato in data 19 giugno 2023 sul sito del Dipartimento per lo Sport, si dà il via alle richieste per l’ottenimento dei contributi a fondo perduto dedicati alle ASD e alle SSD, previsti dal DPCM del 24 marzo 2023.

Nello specifico, sono stati emanati due bandi, uno per gli impianti natatori e l’altro per gli impianti sportivi. I bandi sono dedicati alle ASD e alle SSD, ma non sarà possibile per lo stesso soggetto ottenere entrambi i contributi.

Le richieste di accesso al bando possono essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 19 giugno 2023 e fino alle ore 23:59 del giorno 19 luglio 2023.

Contributi fondo perduto ASD e SSD: come funziona, beneficiari

I contributi a fondo perduto concessi a favore delle ASD (Associazioni Sportive Dilettantistiche) e delle SSD (Società Sportive Dilettantistiche), sono stati disposti nello specifico per via delle misure restrittive emergenziali stabilite nel corso degli ultimi anni per il Covid-19, nonché per via dell’aumento dei costi legati all’approvvigionamento energetico dovuti allo scoppio della guerra in Ucraina.

Le misure previste per il 2023 seguono la scia dei contributi già concessi nel 2022 a favore di tali soggetti. Difatti, i criteri atti a determinare l’importo del contributo e i documenti che si devono allegare alle richiesta di accesso, sono gli stessi già specificati:

I soggetti che hanno già beneficiato del contributo in riferimento all’anno 2022, potranno semplicemente confermare i dati trascritti nella precedente richiesta per ricevere il contributo per il 2023. Chi invece vorrà modificare anche un solo dato, sarà tenuto a presentare una nuova richiesta di accesso.

In entrambi i casi comunque (sia per confermare che per predisporre una nuova domanda) sarà necessario accedere alla propria Area Riservata nella Piattaforma dedicata.

Il budget complessivo messo a disposizione per i contributi a fondo perduto in riferimento all’anno 2023 sono pari a:

  • 67 milioni di euro, per gli impianti natatori;
  • 58 milioni di euro, per gli impianti sportivi.

Hanno diritto a beneficiare del contributo le associazioni e le società sportive che hanno la disponibilità dell’impianto sulla base di:

  • Un titolo di proprietà;
  • Un contratto di locazione;
  • Una concessione amministrativa;
  • Altra tipologia di contratto o concessione che determini il possesso o la detenzione dell’impianto.

Contributo per impianti natatori: da 25 mila a 60 mila euro

Per quanto riguarda gli impianti natatori, i soggetti beneficiari del contributo sono le Associazioni e le Società Sportive (che gestiscono impianti per l’attività natatoria) che, alla data del 2 marzo 2022, risultavano già iscritte nel Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive dilettantistiche e che, per la data di pubblicazione del DPCM 10 giugno 2022, risultino affiliate:

  • Alle Federazioni Sportive;
  • Alle Discipline Sportive;
  • Agli Enti di Promozione Sportiva.

Nello specifico, gli importi concessi ammontano a:

  1. 25 mila euro, per gli impianti dotati di piscina coperta e convertibile (cioè scopribile-copribile con modalità certificata) di superficie compresa tra i 150 e 249 mq.
  2. 40 mila euro, per impianti dotati di piscina (coperta e convertibile) di superficie compresa tra i 250 e 399 mq.
  3. 60 mila euro, per impianti dotati di piscina (coperta e convertibile) con superficie superiore a 399 mq.
  4. 60 mila euro, per gli impianti dotati di piscina scoperta, ma solo se:
    • È presente un impianto di riscaldamento;
    • La piscina è stata utilizzata, tra il 1° ottobre 2021 e il 30 aprile 2022, per lo svolgimento di almeno una competizione di un campionato nazionale in una disciplina e distanza olimpica, riconosciuta e certificata dalla Federazione sportiva nazionale.

Per accedere a questo contributo a fondo perduto, le ASD e le SSD dovranno avere un numero di tesserati minimo di 30 unità.

La domanda di accesso al contributo dovrà essere trasmessa dai diretti beneficiari alle Federazioni, Discipline o Enti presso cui sono affiliati. Saranno questi Enti a verificare che le ASD e le SSD dispongano dei requisiti necessari per ottenere il contributo, e si occuperanno poi di inviare un prospetto contenente l’elenco dei potenziali beneficiari al Dipartimento per lo sport.

Solo in seguito al ricevimento del prospetto e di tutta la documentazione necessaria, il Dipartimento potrà poi procedere con la determinazione dei contributi spettanti.

Le richieste dovranno essere trasmesse agli Organismi detti entro la data del 19 luglio 2023. Questi avranno poi 15 giorni di tempo per inviare i prospetti mediante PEC all’indirizzo [email protected] del Dipartimento dello Sport.

Contributi fondo perduto per impianti sportivi: da 15 mila a 60 mila euro

Il secondo contributo a fondo perduto – dedicato specificatamente agli impianti sportivi diversi da quelli che possono beneficiare del contributo per gli impianti natatori – richiede anche questo gli stessi criteri riguardanti:

  • L’iscrizione al Registro nazionale per la data del 2 marzo 2022;
  • L’affiliazione alle Federazioni, Discipline o Enti di Promozione Sportiva deve risultare attiva per la data di pubblicazione, in questo caso, del DPCM del 30 giugno 2022.

Anche qui la richiesta al contributo dev’essere trasmessa presso gli Enti riconosciuti predisposti, dopodiché questi verificheranno la presenza dei requisiti e procederanno con l’invio delle domande presso il Dipartimento per lo sport.

Il numero di tesserati richiesto per il contributo dedicato agli impianti sportivi è pari a minimo 20 unità.

L’ammontare dei contributi concessi per ogni impianto è disposto come segue.

  1. Per palestre ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline, anche di squadra, riconosciute dal CONI e dal CIP:
    • 15 mila euro, se la palestra ha una superficie utile lorda compresa tra i 200 e gli 800 mq;
    • 20 mila euro, se la palestra ha una superficie utile lorda tra gli 801 e i 1400 mq;
    • 25 mila euro, se la superficie utile lorda della palestra è compresa tra i 1401 e i 2000 mq;
    • 30 mila euro, se la superficie utile lorda della palestra è superiore a 2000 mq.
  1. Per palazzi del ghiaccio coperti, adibiti agli sport del ghiaccio e con superficie ghiacciata di minimo 30 metri di lunghezza e 15 metri di larghezza, spetta un contributo massimo di 60 mila euro.

In ogni caso:

  • Per ogni tesserato fino a 50 unità, può essere corrisposto un contributo pari a 400 euro;
  • Per ogni tesserato oltre le 50 unità, può essere corrisposto un contributo pari a 200 euro.

Per quanto riguarda le palestre di cui al punto 1 – nel caso in cui un soggetto abbia in possesso più di un impianto sportivo – sarà possibile sommare i metri quadrati delle palestre per raggiungere la superficie necessaria ad ottenere il contributo. Il contributo a fondo perduto in ogni caso non potrà superare i 30.000 euro complessivi per beneficiario.

Sempre per gli impianti sportivi che gestiscono le palestre poi, per ottenere il contributo è necessario aver erogato indennità e/o compensi per prestazioni sportive dilettantistiche ad almeno 4 tecnici – per un importo minimo complessivo non inferiore a 10.000 euro – nel periodo che va dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

I 4 tecnici non dovranno essere parenti tra loro, né diretti, né acquisiti da coniuge entro il terzo grado.

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Fondi Pubblici, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Assegno di inclusione: da oggi il via alle domande!Assegno di inclusione: da oggi il via alle domande!

Assegno di inclusione: da oggi il via alle domande!

15/12/2023 17:56 - A partire dal 18 dicembre, sarà possibile presentare la domanda per l'Assegno di Inclusione (Adi) attraverso il sito dell'INPS.
Superbonus 90%: contributi al 100% per chi guadagna meno di 15mila euroSuperbonus 90%: contributi al 100% per chi guadagna meno di 15mila euro

Superbonus 90%: contributi al 100% per chi guadagna meno di 15mila euro

27/11/2023 19:26 - L'Agenzia delle entrate [..]
Bonus Trasporti 2023: oggi 1 novembre nuovo click dayBonus Trasporti 2023: oggi 1 novembre nuovo click day

Bonus Trasporti 2023: oggi 1 novembre nuovo click day

31/10/2023 14:55 - Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha stanziato un nuovo [..]
TAGS: ASD, Associazioni Sportive, bando, contributi, fondo perduto, Società Sportive, sport, SSD

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!