Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Detrazioni Fiscali » Bonus Energia e Gas: Codici e utilizzo per terzo trimestre 2022

Bonus Energia e Gas: Codici e utilizzo per terzo trimestre 2022

Bonus Energia e Gas: Codici e utilizzo per terzo trimestre 2022Bonus Energia e Gas: Codici e utilizzo per terzo trimestre 2022
Ultimo Aggiornamento:

Come abbiamo visto, il DL Aiuti BIS, attualmente in fase di conversione in Legge, ha disposto l’estensione del Bonus Energia e Gas anche per il terzo trimestre 2022.

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 49/E del 16 settembre 2022, comunica l’istituzione dei Codici Tributo legati all’incentivo per l’utilizzo dei crediti in compensazione.

Approfondiamo di seguito.

Leggi anche: “Superbonus 110%: sblocco crediti e più libertà, cosa cambia dopo DL Aiuti BIS

Bonus Energia e Gas per il 3° trimestre 2022: imprese “energivore” e “gasivore”

Il Bonus Energia e Gas concede appunto un credito d’imposta per la parziale compensazione delle spese sostenute per l’acquisto di energia, gas e carburante a favore delle imprese energivore, non energivore, gasivore e non gasivore.

In particolare, il decreto stabilisce quanto segue.

Le imprese cosiddette “energivore”, ovvero quelle ad elevato consumo di energia elettrica, spetta un credito pari al 25% delle spese sostenute per l’energia acquistata e utilizzata nel corso del terzo trimestre 2022.

Per poter usufruire del bonus energia in riferimento al terzo trimestre, è necessario che le suddette imprese dimostrino di aver subìto un incremento dei costi per kWh della componente energia elettrica pari almeno al 30%.

Viene precisato che i costi verranno calcolati sulla base della media del secondo trimestre 2022 rispetto allo stesso periodo del 2019, e sono da considerarsi al netto delle imposte e di eventuali sussidi ricevuti.

Per quanto riguarda le imprese che producono e autoconsumano l’energia elettrica prodotta, l’aumento dei costi rispetto al 2019 si calcolerà in base alla variazione del prezzo unitario dei combustibili acquistati e consumati per la produzione. Il valore del credito d’imposta in questi casi si calcolerà tenendo conto del prezzo convenzionale dell’energia pari alla media del prezzo unico nazionale per il terzo trimestre 2022.

Le imprese a forte consumo di gas (ovvero “gasivore”) potranno ottenere invece un credito d’imposta pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas consumato nel corso del terzo trimestre 2022.

Tra le spese sostenute, come sempre, non si dovranno considerare quelle riferibili agli usi termoelettrici.

Anche in questo caso, il credito spetta a patto che l’impresa abbia subìto un incremento dei costi pari almeno al 30% nel corso del secondo trimestre 2022 rispetto allo stesso periodo relativo al 2019.

Per il calcolo della media, ci si deve riferire ai prezzi di riferimento del Mercato infragiornaliero pubblicati dal GME (Gestore dei Mercati Energetici).

Imprese “non energivore”, “non gasivore” e agricole: quanto spetta

Così come accadeva in riferimento ai primi trimestri 2022, anche per il terzo trimestre il Bonus Energia e Gas è fruibile anche dalle imprese “non energivore”, ovvero quelle che non rientrano tra quelle energivore, ma sono dotate di almeno un contatore con potenza pari o superiore a 16,5 kW.

In questo caso, spetta un credito d’imposta pari al 15% della spesa sostenuta per l’energia consumata nel terzo trimestre, a patto però che si sia subìto un incremento di almeno il 30% dei costi, calcolati per kWh.

Anche qui si dovrà considerare la media riferita al secondo trimestre 2022 rispetto a quella del secondo trimestre 2019, al netto di imposte ed eventuali sussidi.

Alle imprese “non gasivore” infine, spetta un credito d’imposta pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas consumato nel corso del terzo trimestre 2022, sempre per usi differenti da quelli termoelettrici.

Il credito spetta qualora si sia registrato un incremento del prezzo medio del gas naturale superiore al 30%, riferito al secondo trimestre 2022 rispetto allo stesso periodo del 2019. Anche in questo caso si dovranno considerare i prezzi del Mercato infragiornaliero pubblicati dal GME.

Il Bonus energia e gas in riferimento al consumo avvenuto nel corso del terzo trimestre 2022 spetta anche alle imprese agricole e della pesca per l’acquisto di gasolio e benzina utilizzati come carburante per la trazione di mezzi e macchinari.

In questo caso, il credito concesso è pari al 20% della spesa sostenuta nei mesi di luglio, agosto e settembre 2022, calcolata al netto dell’IVA.

Utilizzo crediti: cessione o compensazione, ecco i Codici Tributo

Tutti i crediti d’imposta concessi con il Bonus energia e gas possono essere utilizzati in compensazione con l’F24, oppure possono essere ceduti a terzi.

Qualora si optasse per la cessione il credito non potrà essere frazionato, ma dovrà essere venduto obbligatoriamente per intero.

In riferimento all’utilizzo mediante compensazione invece, ecco di seguito i Codici Tributo istituiti dall’Agenzia delle Entrate:

  • 6968”, credito d’imposta a favore delle imprese energivore (terzo trimestre 2022) – art. 6, c. 1, del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115;
  • 6969”, credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo gas naturale (terzo trimestre 2022) – art. 6, c. 2, del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115;
  • 6970”, credito d’imposta a favore delle imprese non energivore (terzo trimestre 2022) – art. 6, c. 3, del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115;
  • 6971”, credito d’imposta a favore delle imprese diverse da quelle a forte consumo gas naturale (terzo trimestre 2022) – art. 6, c. 4, del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115;
  • 6972”, credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca (terzo trimestre 2022) – art. 7 del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115.

Sia che si utilizzi il credito in compensazione, sia nel caso in cui si decida di cederlo a terzi, sarà possibile farlo entro e non oltre il 31 dicembre 2022.

Richiedi informazioni per Bonus, Detrazioni Fiscali, Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spettaBonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

14/05/2024 09:30 - Il Bonus Bollette 2024 è un'agevolazione economica destinata a supportare le famiglie italiane nell'affrontare le spese per luce, gas e acqua. Rivolto a nuclei familiari con specifici requisiti di reddito, il bonus mira a contrastare l'aumento dei costi energetici e garantire un sostegno concreto.
Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amiantoBonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

30/04/2024 12:31 - La presenza di eternit, o amianto, negli edifici, sia residenziali che produttivi, [..]
Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completaBonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

10/04/2024 16:39 - Nel 2024, il bonus tende da sole si conferma come incentivo chiave nell'ambito [..]
Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?

Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?

09/04/2024 12:38 - L'Ecobonus si rivela [..]
TAGS: bonus energia, bonus energia e gas, gas

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!