Bonus condominio 2020: tutti gli incentivi in vigore

Bonus condominio 2020

Con la Legge di Bilancio 2020, la maggior parte dei Bonus Casa è stata prorogata fino a dicembre 2020. Tali incentivi però non sono diretti unicamente ai soggetti privati che possiedono un’abitazione residenziale privata.

Anche i condomini infatti, se conseguono lavori nelle parti comuni del complesso con l’accordo di tutti i membri, possono richiedere degli sconti sulle imposte. Le misure concesse per i condomini sono quelle relative a ristrutturazioni, manutenzione ordinaria straordinaria, prevenzione sismica e riqualificazione energetica.

Vediamo quali sono tutti i Bonus Condominio 2020 che rimarranno in vigore fino alla fine dell’anno.

Bonus Condominio 2020: incentivi per riduzione rischio sismico

Quasi tutti i Bonus Casa presenti nella Manovra Finanziaria di quest’anno possono, per legge, essere applicati anche i condomini. Ovviamente, i requisiti, l’applicazione e le modalità di erogazione sono differenti. Per cui, facciamo chiarezza sull’argomento spiegando quali sono gli incentivi validi per i complessi condominiali.

Innanzitutto, riservato ai soli condomini esiste il Bonus Unico Condomini 2020, strettamente collegato ad interventi di riqualificazione energetica finalizzati alla riduzione del rischio sismico. Infatti, questo incentivo è rivolto unicamente ai condomini ubicati nelle zone a rischio sismico 1, 2 e 3. La spesa massima complessiva non deve superare 136 mila euro.

In questo caso, la detrazione sull’imposta IRPEF sarà concessa nella misura dell’:

  • 80%, se il rischio sismico viene ridotto di 1 classe;
  • 85%, se il rischio sismico si riduce di 2 classi.

Se invece gli interventi edilizi sui condomini sono finalizzati solamente a ridurre il rischio sismico, e non comprendono la riqualificazione energetica, si applica il Sismabonus. In questo caso, le percentuali dello sconto IRPEF saranno pari a:

  • 75%, se si riduce il rischio di 1 classe;
  • 85%, se si riduce di 2 classi.

Bonus Ristrutturazioni ed Ecobonus

Gli incentivi applicabili ai complessi condominiali però, non sono finiti qui. Infatti i condomini possono ricevere le detrazioni IRPEF anche usufruendo del Bonus Ristrutturazioni e dell’Ecobonus.

Nel primo caso, rientrano i lavori di ristrutturazione, restauro conservativo, e di manutenzione ordinaria e straordinaria. Ai condomini che rientrano nei requisiti spetterà una detrazione nella misura del 50% di detrazione IRPEF.

Mentre, nel caso di riqualificazione energetica, viene chiamato in causa l’Ecobonus. Questo può comprendere interventi finalizzati a migliorare l’isolamento dell’edificio, a sostituire gli impianti datati con altri più moderni ed efficienti. In sostanza, più in generale, riguarda tutti lavori edilizi in condominio che hanno lo scopo di ridurre l’impatto ambientale che comporta sull’ambiente. In questo caso, la detrazione massima concessa è pari al 65%.

Ricapitolando

In breve, i Bonus Condominio 2020 per interventi edilizi in vigore attualmente sono:

  • Ristrutturazioni, 50%;
  • Ecobonus, 65%;
  • Sismabonus, da 75% a 85%;
  • Bonus Unico Condomini (Ecobonus + Sismabonus), da 80% a 85%. Riservato alle zone a rischio sismico 1, 2 e 3.



Uretek