Introduzione ai serramenti

22|06 00:00 2009
Porte, finestra e infissi: definizione, caratteristiche e realizzazione...

<p><img hspace="10" height="210" align="left" width="198" alt="finestre02.jpg" src="https://www.edilizia.com/edil_imgs/piccole/finestre02.jpg" />Il <strong>serramento</strong><em>, o pi&ugrave; comunemente &quot;infisso&quot;,&nbsp; &egrave; l'intelaiatura che viene ancorata ad una parete per mezzo di collanti, sigillanti e/o semplicemente con il cemento,&nbsp; che permette l'incasso di finestre e porte.</em></p><p>Pi&ugrave; comunemente identifichiamo gli infissi e i serramenti con le stesse porte o finestre in quanto strutture portanti e fondamentali ai fini dell'applicazione meramente tecnica e delle soluzioni estetico-architettoniche d'arredo.</p><p>Una <strong>finestra</strong> &egrave; un'apertura praticata in una parete verticale della muratura per consentire l'ingresso della luce e, di norma, lo scambio dell'aria tra il vano interno di una costruzione e l'esterno. In architettura la finestra ha spesso un autonomo contenuto stilistico e talvolta caratterizza il prospetto, determinandone il movimento. Il codice civile italiano, all'articolo 900, ne d&agrave; una utile definizione relativa al caso che la finestra sia aperta sul fondo del vicino (se cio&egrave; la facciata sulla quale si apre sia a filo del confine), distinguendo tra &quot;luce&quot; e &quot;veduta&quot;; si ha una luce quando la finestra permette il passaggio di luce ed aria ma non consente l'affaccio sul fondo vicino (cio&egrave; non sia possibile guardare fuori n&eacute; sporgere il proprio corpo, ad esempio nel caso di aperture molto alte sulle pareti), mentre si ha una veduta quando dalla finestra &egrave; possibile affacciarsi (sporgersi) sul fondo vicinante e &laquo;guardare di fronte, obliquamente o lateralmente&raquo;. Tale distinzione si rivela utile (oltre che nel detto caso di confine) anche per identificare la funzionalit&agrave; dell'apertura.</p><p>Le dimensioni di una finestra variano in funzione di vari fattori: il clima del luogo; le esigenze di illuminazione e ombreggiamento; le esigenze di riscaldamento e refrigerio; l'estensione della stanza; le qualit&agrave; estetiche e stilistiche, anche rapportate all'intero edificio.</p><p align="justify">&nbsp;La <strong>porta</strong> &egrave; un'apertura che permette il passaggio da un ambiente ad un altro. Varie tipologie e forme di porta hanno caratterizzato gli edifici in tutta la storia continuando anche oggi a permettere l'identificazione di un ambiente in un determinato codice e stile. In realt&agrave; nel campo dell'arredamento le porte sono essenziali alla finitura di un ambiente creando a volte un vero e proprio complemento caratterizzandosi come reali elementi di design.</p><p align="justify"><img hspace="10" height="274" align="right" width="179" alt="porta_di_greenopoli.jpg" src="https://www.edilizia.com/edil_imgs/150/porta_di_greenopoli.jpg" />Non &egrave; da sottovalutare inoltre la possibilit&agrave; di utilizzare questi varchi come elementi portanti per i giochi di luce in un ambiente, creando ad esempio varchi a tutta altezza con ante non a tampone lasciando cos&igrave; che la luce filtri dalle feritoie createsi o fornendo gli imbotti di corpi illuminantiAnche nella progettazione (specie se in eclettismo storicistico) le porte determinano le altezze degli elementi circostanti fornendo un valido spunto alle proporzioni degli ambienti, ad esempio in un ingresso o un salone una porta &quot;relativamente&quot; bassa circondata da elementi scalari offrir&agrave; un punto di prospettiva pi&ugrave; lontano donando aria all'ambiente.</p><p align="justify">Da queste brevi definizioni tecniche, stilistiche e strutturali, capiamo come oggi sia di&nbsp; fondamentale importanza rendere gli spazi abitabili&nbsp; mobili, funzionali e gradevoli grazie, soprattutto, all'utilizzo di porte e finestre. Dividere gli spazi interni specificando la funzione singola e indipendente di una stanza, unire &quot;dentro e fuori&quot;, evitando s&igrave; la claustrofobia sensazione degli spazi chiusi, ma proteggendo chi &egrave; al suo interno dagli agenti atmosferici e le intemperie che sconvolgono sempre di pi&ugrave; le nostre case.</p><p align="justify">Ai fini della qualit&agrave; e della longevit&agrave; delle costruzioni, sar&agrave; necessario l'utilizzo di materiali resistenti, durevoli e qualitativamente adatti in termini di applicazione edilizia. Non solo quindi rapporti convenienti di qualit&agrave;/prezzo, ma garanzia e sicurezza del costruito.</p><p align="justify">Apriamo le porte all'innovazione, affacciandoci su un mondo nuovo.</p>