DA DOMANI PARTE TECHNODOMUS 2010

19|04 16:06 2010
La vetrina internazionale per l'innovazione tecnologica nella lavorazione del legno....

<p style="text-align: justify;"> <strong>Da domani e fino a sabato 24 aprile Rimini Fiera organizza TECHNODOMUS 2010, salone dell&#39;Industria del Legno per l&#39;Edilizia e il Mobile.</strong></p> <p style="text-align: justify;"> <strong>Due le novit&agrave;</strong>: TECHNODOMUS porta a cinque giornate le giornate di fiera rispetto alle quattro del 2009 e si posiziona subito a seguire la chiusura del Salone Internazionale del Mobile di Milano, aggiungendo un&#39;opportunit&agrave; di business agli operatori italiani e soprattutto stranieri interessati al mondo della falegnameria, carpenteria e progettazione.</p> <p style="text-align: justify;"> La scelta strategica della data per lo svolgimento di TECHNODOMUS s&#39;&egrave; rivelata decisiva anche alla luce dei fatti di attualit&agrave; legati al blocco degli aeroporti causata dalla nuvola di cenere vulcanica. Moltissimi dei buyers provenienti da oltreoceano erano infatti gi&agrave; in Italia per abbinare la visita alla fiera milanese e a seguire a TECHNODOMUS. Su questo secondo punto, si ricorda la facile raggiungibilit&agrave; di Rimini Fiera, all&#39;interno della quale funziona una stazione ferroviaria di linea dove in occasione delle manifestazioni fermano sedici treni sulla tratta Milano - Bari.</p> <table align="center" border="0" cellpadding="1" cellspacing="3" style="width: 50px;"> <tbody> <tr> <td> <img alt="" src="https://www.edilizia.com/img/494/500/ingressoTechnodomus.jpg" style="width: 350px; height: 233px;" /></td> <td> <img alt="" src="https://www.edilizia.com/img/495/400/porticatoTachnodomus.jpg" style="width: 350px; height: 233px;" /></td> </tr> </tbody> </table> <p style="text-align: justify;"> La <strong>cerimonia inaugurale</strong> di TECHMODOMUS 2010 &egrave; prevista per <strong>domani alle 11.00</strong> alla presenza del Sottosegretario di Stato alle infrastrutture e trasporti <strong>Sen. Mario Mantovani</strong> e del presidente di Rimini Fiera<strong> Lorenzo Cagnoni</strong>. A seguire, il convegno dal titolo <strong>PIANO CASA E LEGNO</strong>. L&#39;utilizzo del legno nel settore dell&#39;edilizia come fattore di risparmio per famiglie e ambiente che si concluder&agrave; con l&#39;intervento del Sottosegretario Mantovani.<br /> <br /> Importanti successi sul piano espositivo: TECHNODOMUS sale <strong>dai 140 espositori del 2009 ai 300 del 2010</strong>, la vetrina espositiva salir&agrave;<strong> da sei a otto padiglioni,</strong> <strong>da 25.000 a 42.000 mq</strong>, con un incremento del 60%. L&#39;esposizione riguarder&agrave; prodotti e tecnologie attinenti macchine e accessori per la lavorazione del legno, materie prime e massello, pannelli, coperture e finestre in legno, vetri, scale, ferramenta e decorazioni.</p> <p style="text-align: justify;"> TECHNODOMUS 2010 &egrave; l&#39;appuntamento scelto dalle imprese nazionali pi&ugrave; importanti come unica presenza fieristica sul territorio italiano. Fra queste, <em>Biesse, Cefla Finishing </em>e <em>Scm</em> rappresentano infatti oltre il 50% della produzione italiana, seconda al mondo dietro a quella tedesca.</p> <p style="text-align: justify;"> In questa cornice, l&#39;appuntamento di Rimini Fiera diventa l&#39;occasione unica per aggiornarsi sulle innovazioni tecnologiche pi&ugrave; avanzate e questa opportunit&agrave; &egrave; stata colta anche da una qualificata domanda internazionale che potr&agrave; rilevare nei padiglioni le pi&ugrave; importanti anteprime mondiali del mercato.</p> <p style="text-align: justify;"> Straordinaria la platea internazionale: sono <strong>oltre 1500 i buyers stranieri</strong> accreditati a TECHNODOMUS 2010, provenienti dall&#39;Europa e a centinaia da Usa, Brasile, India, Argentina, Cina, Nord Africa e Russia.<br /> <br /> <span style="font-size: 12px;"><span style="color: rgb(165, 42, 42);"><strong>GLI APPUNTAMENTI DI MARTEDI 20 APRILE</strong></span></span><br /> <br /> <strong>Alle 11 l&#39;inaugurazione</strong>, intervengono il sottosegretario per le infrastrutture e i trasporti <strong>MARIO MANTOVANI</strong> e il presidente di Rimini Fiera <strong>LORENZO CAGNONI</strong>.<br /> <br /> <span style="color: rgb(165, 42, 42);"><strong>Convegni e incontri</strong></span></p> <ul> <li> <strong>Alle ore 11, nella Hall Sud</strong>, &egrave; previsto il taglio del nastro con la presenza di Mario Mantovani, sottosegretario per le infrastrutture e i trasporti e Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera.<br /> &nbsp;</li> <li> <strong>Alle ore 11.30, in Sala Diotallevi</strong> (Ingresso Sud - Hall Sud - 1&deg; Piano) &egrave; in programma il convegno sul tema:<strong> &quot;PIANO CASA E LEGNO&quot;</strong>. L&#39;utilizzo del legno nel settore dell&#39;edilizia come fattore di risparmio per famiglie e ambiente. Iniziativa promossa ed organizzata da RIMINI FIERA</li> </ul> <center> <p> <img alt="" src="https://www.edilizia.com/img/497/0/technodomusifascia1.JPG" style="width: 700px; height: 167px;" /></p> <center> <p style="text-align: justify;"> <em>Intervengono: </em><strong><br /> <br /> Lorenzo Cagnoni</strong>, presidente di Rimini Fiera; <strong>Alberto Ravaioli</strong>, sindaco di Rimini;<strong> Federico Maria Butera</strong>, del Politecnico di Milano sul tema <strong>&#39;<em>Soluzioni energetiche integrate: il ruolo del legno</em>&#39;</strong>; <strong><br /> Stefano Mora</strong>, direttore Generale del Consorzio Legnolegno su <strong>&#39;<em>Il ruolo primario dei serramenti nell&#39;ottica di riduzione dei consumi di un edificio&#39;</em></strong>; <strong><br /> Alessandra Tracogna</strong>, Partner CSIL Centre for Industrial Studies sugli <strong><em>&#39;Scenari globali del settore del mobile&#39;</em></strong></p> <p style="text-align: justify;"> L&#39;intervento di chiusura &egrave; affidato al <strong>Sen. Mario Mantovani</strong>, sottosegretario di Stato per le Infrastrutture ed i Trasporti, che parler&agrave; delle &#39;<em><strong>Modalit&agrave; di sostegno dell&#39;economia italiana al settore edilizio</strong>&#39;.</em></p> <p style="text-align: justify;"> Modera l&#39;incontro: <strong>Giorgio Costa</strong>, caposervizio Il Sole-24Ore CentroNord;</p> <ul> <li style="text-align: justify;"> <strong>Alle ore 13.30</strong>, <strong>in Sala Ebano</strong> (Padiglione A7) &egrave; in programma l&#39;incontro sul tema: <strong><em>&#39;IL SISTEMA PRONTOCASA CON COMPONENTI STRUTTURALI IN LEGNO REALIZZATI IN ITALIA E CON LE OPERE DI COMPLETAMENTO NELL&#39;ARTE DELLA TRADIZIONE&#39;.</em></strong> Iniziativa promossa ed organizzata dalla rivista <strong>AREALEGNO - IDM</strong> L&#39;industria del Mobile all&#39;insegna del MadeOk&acirc;.</li> </ul> <p style="text-align: justify;"> E&#39; risaputo che peculiarit&agrave; delle case a struttura in legno, progettate e realizzate con coscienza, &egrave; l&#39;enorme resistenza prodotta dalla scatolarit&agrave; d&#39;insieme. Le case sono costruibili velocemente e subito messe in condizione protetta rispetto a qualsiasi sopravvenienza atmosferica. Le case ad ossatura lignea possono poi essere agevolmente completate con le tecniche murarie ed i materiali della tradizione locale. Queste tipologie rientrano senz&#39;altro nella competenza e capacit&agrave; delle forze ingegneristiche propositive operanti sul territorio. A Technodomus 2010 vengono proposti specifici esempi. Per tutte le realizzazioni in legno, i Giunto Italia consentono l&#39;effetto della continuit&agrave; materica nei nodi strutturali, in virt&ugrave; dell&#39;efficacia e della facilit&agrave; applicativa delle fibre artificiali. L&#39;incontro introdurr&agrave; al calcolo statico ed evidenzier&agrave; esempi applicativi.<br /> <br /> <span style="color: rgb(165, 42, 42);"><strong>Iniziative speciali e mostre</strong></span></p> <ul> <li style="text-align: justify;"> <em><strong>SLOW WOOD - Legno, Arti e Mestieri</strong></em> (Pad. A2). A cura di <em><strong>Culturalegno</strong></em></li> </ul> <p style="text-align: justify;"> Il centro di gravit&agrave; di Slow Wood &egrave; l&#39;interazione tra il pubblico e gli &quot;animatori&quot;: tornitori, intagliatori, maestri d&#39;ascia ed altri artigiani di diverso mestiere, esperienza e bravura costruiranno dal vivo diversi oggetti, tra cui uno chalet a partire da tronchi di castagno impiegando strumenti di un tempo ancor oggi attuali e impiegabili.</p> <center> <center> <p> <img alt="" src="https://www.edilizia.com/img/496/0/technodomusfascia2.JPG" style="width: 700px; height: 158px;" /></p> <center> <p style="text-align: justify;"> Un percorso visivo ci porter&agrave; quest&#39;anno nei Caraibi, ripercorrendo uno degli usi sostenibili del legno, attraverso la costruzione di complementi d&#39;arredo con materiali recuperati dalla struttura di vecchie case in rovina: nuova vita dal legno usato.</p> <p style="text-align: justify;"> Completano la rassegna alcuni esempi di realt&agrave; imprenditoriali e associative che si occupano a vario titolo di un uso corretto della materia prima (senza dimenticare che anche la carta &egrave; un prodotto del legno..), preservando, rigenerando e ricostruendo ecosistemi forestali distrutti o degradati in Italia e nel mondo.</p> <ul> <li style="text-align: justify;"> <strong>Sculture di<em> Pietro Arnoldi</em></strong><em> </em>(Pad. A4)</li> </ul> <p style="text-align: justify;"> Artista estremamente versatile e in grado di esprimersi in molte forme artistiche: dalla pittura alla scultura, alla scenografia, al design. Arnoldi utilizza diversi materiali per realizzare oggetti e complementi d&#39;arredo, dal ferro battuto al vetro. Ma &egrave; nella scultura e nel legno che ha trovato la sua ispirazione pi&ugrave; profonda. Il suo maggiore interesse &egrave; oggi recuperare legni antichi, salvarli dall&#39;abbandono e trasformarli in opere d&#39;arte.</p> <ul> <li style="text-align: justify;"> <strong>SOSTENI-AMO. COSTRUZIONI E RICOSTRUZIONI IN LEGNO</strong> (Pad. C1)</li> </ul> <p style="text-align: justify;"> Nell&#39;ottica di approfondire gli aspetti culturali e tecnico-progettuali legati alla sostenibilit&agrave; e all&#39;uso del legno, TECHNODOMUS presenta<em><strong> &quot;Sosteni-AMO - Costruzioni e ricostruzioni in legno&quot;</strong></em>, una mostra di progetti curata dallo <strong>Studio Stefano Pediconi</strong> in partnership con <em>Kallipigia Architetti </em>e in collaborazione con <em>Wellness Design</em>.</p> <p style="text-align: justify;"> L&#39;obiettivo dell&#39;evento &egrave; quello di evidenziare, contemporaneamente al discorso della sostenibilit&agrave; intrinseca del materiale, anche le enormi potenzialit&agrave; a livello tecnico e linguistico sia in casi di nuova edificazione che in quelli di ristrutturazione e ricostruzione (interventi, questi ultimi, resi sempre pi&ugrave; frequenti dai continui disastri ambientali che si abbattono sul nostro paese). Nella mostra saranno presentate alcune delle ultime realizzazioni attraverso le quali si evidenzia la qualit&agrave; del materiale a dispetto dei luoghi comuni che la mostra evento vuole sfatare: dalla statica (grandi luci e comportamento sismico) al tempo (resistenza del legno agli agenti atmosferici e soluzioni per la manutenzione e la gestione), dal fuoco (resistenza e reazione al fuoco, rispondenza alla normativa antincendio) all&#39;&#39;immagine (contaminazioni tra sistemi costruttivi e linguaggi architettonici).</p> <p> <img alt="" src="https://www.edilizia.com/img/498/0/technodomusifascia3.JPG" style="width: 700px; height: 159px;" /></p> <ul> <li style="text-align: justify;"> <strong>IL PRONTOCASA PER GLI ITALIANI</strong> (Pad. C1)</li> </ul> <p style="text-align: justify;"> Utilizzo sempre pi&ugrave; innovativo del legno in edilizia. Al padiglione C1 sar&agrave; in mostra lo spaccato in scala reale della ProntoCasa pluripiano e gli esempi al vero dei Giunto Italia con sistemi Polyevery ed i nuovi connettori Blox con XepoxBC per solai collaboranti legno-cemento.</p> <p style="text-align: justify;"> ProntoCasa &egrave; l&#39;esempio di un nuovo modo di costruire con piena sintonia di intenti tra imprese edili, carpentieri, artigiani e tecnici locali, mantenendo la sapienza della tradizione e l&#39;elevato utilizzo dei materiali che identificano l&#39;ambiente della zona.</p> <center> <center> <p style="text-align: justify;"> Giunto Italia ed i sistemi Polyevery sono il modo di valorizzare le peculiarit&agrave; del legno in funzione strutturale, quali supporti tecnologicamente avanzati che equilibrino esigenze e costi.</p> <p style="text-align: justify;"> A cura di <strong>Giovanni Cenci</strong> e della rivista <strong>Arealegno-IDM.</strong></p> <p style="text-align: justify;"> I campioni esposti sono rappresentativi della cooperazione di Cenci Legno s.a.s. con: Adveco s.r.l. Villa Carcina (Bs) - Bevilacqua Adriano s.r.l. Tradate (Va) - Cammi Group S.p.A. Divisione Legname - Visano (Bs), De Pr&agrave; Adriano Farra di Soligo (Tv) - Evio Montagnoli s.r.l. Arsago Seprio (Va) - G. E G. Galli Legnami Malgrate (Va)</p> </center> </center> </center> </center> </center> </center> </center>


Uretek