Inaugurata la 17a edizione del SAEM

06|11 00:02 2009
Castiglione: "Rinnoveremo le Ciminiere e SAEM 2010 sarà ancora più grande". ...

<div align="justify"><br />Inaugurata ieri pomeriggio la <strong>17a edizione di Saem</strong>: la nuova location delle<strong> Ciminiere</strong> per l&rsquo;occasione si &egrave; trasformata in un contenitore di <strong>prodotti e servizi del &ldquo;costruire&rdquo;</strong>, dove addetti ai lavori e semplici visitatori convergono nello stesso spazio, quello del <strong>Salone dell&rsquo;edilizia del Mediterraneo.</strong><br /><br />Oggi dopo il taglio del nastro del <em>presidente della Provincia regionale di Catania</em><strong> Giuseppe Castiglione</strong>, il<em> direttore di Eurofiere </em><strong>Alessandro Lanzafame</strong> ha dato il via a questa nuova edizione tutta catanese che ha consentito di ampliare gli spazi della vetrina espositiva per ospitare le migliori aziende nazionali e siciliane del settore. Il presidente Castiglione ha sottolineato l&rsquo;importanza strategica del Salone che quest&rsquo;anno per la prima volta approda a Catania: &laquo;<em>La Provincia &egrave; orgogliosa di ospitare Saem, un Salone innovativo che rappresenta la nuova frontiera dell&rsquo;edilizia sul versante delle costruzioni, dell&rsquo;ecosostenibilit&agrave;, della qualit&agrave; e della professionalit&agrave;. &Egrave; un importante appuntamento per Catania, che conferma la sua vocazione commerciale: abbiamo in programma di rinnovare la struttura delle Ciminiere, per renderla ancora pi&ugrave; funzionale gi&agrave; dall&rsquo;anno prossimo, cos&igrave; da ospitare gli eventi pi&ugrave; importanti. Saem 2010 sar&agrave; allora ancora pi&ugrave; grande</em>&raquo;. <br /><br />Hanno partecipato all&rsquo;inaugurazione anche l&rsquo;assessore provinciale alle Politiche per lo Sviluppo economico <strong>Massimo Pesce</strong>, l&rsquo;assessore provinciale alla Viabilit&agrave; e ai Lavori Pubblici<em> </em><strong>Ottavio Vaccaro</strong>, il deputato regionale <strong>Salvo Pogliese</strong>, il vice sindaco di Catania <strong>Mario Chisari</strong>, il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Sicilia <strong>Giorgio Cappello</strong>, il presidente di Inarch Sicilia <strong>Franco Porto</strong>, il presidente Inbar Sicilia <strong>Francesco Ferrara</strong>, il presidente Anis <strong>Antonio Leonardi</strong>.<br /><br /><img hspace="5" height="198" align="left" width="425" src="https://www.edilizia.com/edil_imgs/grandi/saem_taglio_nastro.jpg" alt="saem_taglio_nastro.jpg" />Dopo il taglio del nastro ha avuto inizio la serata di premiazione<strong> &ldquo;10 Premi &ndash; Dieci anni di Inarch Sicilia&rdquo;</strong> presentata da <strong>Ruggero Sardo</strong>. Il presidente Inarch Sicilia <strong>Franco Porto</strong>, padrino dell&rsquo;iniziativa, in occasione del decennale ha voluto sancire questa sinergia con Eurofiere perch&eacute; <strong>Saem</strong>, vetrina d&rsquo;eccellenza, rappresenta il luogo ideale per premiare il raggiungimento di risultati di grande qualit&agrave;. <br /><br />Il<strong> &ldquo;Premio all&rsquo;amministrazione locale&rdquo;</strong> &egrave; stato consegnato dal direttore del dipartimento Architettura e Urbanistica di Catania <strong>Paolo La Greca</strong> al sindaco del Comune di Siracusa <strong>Roberto Visentin</strong>, per aver bandito concorsi di progettazione architettonica che hanno interessato il fronte mare della Citt&agrave; di Siracusa. L&rsquo;assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia <strong>Nicola Leanza</strong>, &egrave; stato premiato dal presidente Porto e dal direttore Lanzafame per aver promosso con convinzione il giusto ruolo che meritano l&rsquo;arte e l&rsquo;architettura contemporanea, attraverso la costituzione di un apposito Dipartimento. <br /><br />Il <strong>&ldquo;Premio a un&rsquo;impresa edile&rdquo;</strong> che si &egrave; distinta per la realizzazione di grandi opere infrastrutturali &egrave; stato assegnato a <strong>Tecnis Spa</strong>: il presidente dell&rsquo;Ance Catania <strong>Andrea Vecchio</strong> ha consegnato il premio a <strong>Danilo La Piana</strong>, presidente del Cda dell&rsquo;azienda protagonista sul nostro territorio, che ha battuto il record italiano con una percentuale di crescita della produzione del 70,3%. <br /><br />Il <strong>&ldquo;Premio ad un&rsquo;associazione&rdquo; </strong>&egrave; stato invece consegnato dal vice presidente di Confindustria Catania<strong> Walter Finocchiaro</strong> a <strong>Gaetano Fede</strong>, presidente della Consulta regionale dell&rsquo;Ordine degli Ingegneri, &ldquo;per aver condiviso negli ultimi anni, attraverso incontri e mostre, le tematiche culturali dell&rsquo;architettura contemporanea&rdquo;. <br /><br />Il <strong>&ldquo;Premio ad un progetto coordinato d&rsquo;iniziativa universitaria&rdquo;</strong> &egrave; stato consegnato dal presidente dell&rsquo;Ordine degli Architetti di Catania <strong>Luigi Longhitano</strong> a<strong> &ldquo;La casa della citt&agrave;&rdquo;</strong>, Villa Zingali Tetto Catania, che ha promosso incontri ed esposizioni, ma ha anche avviato laboratori di ricerca per esplorare le dinamiche della citt&agrave; e delle sue periferie.<br /><br />Il <strong>&ldquo;Premio a un&rsquo;organizzazione culturale&rdquo;</strong> ha riconosciuto il merito alla <strong>Fondazione Puglisi Cosentino</strong>: il soprintendente per i Beni Culturali e Ambientali di Catania <strong>Gesualdo Campo</strong> ha consegnato il premio al fondatore <strong>Alfio Puglisi Cosentino</strong> che ha restituito Palazzo Valle al suo antico splendore, per ospitare importanti mostre che consentono alla citt&agrave; di Catania di entrare in circuiti d&rsquo;eccellenza europei. <br /><br /><strong>Pinella Leocata</strong>, giornalista de <em>&ldquo;La Sicilia&rdquo;</em>, ha invece premiato <strong>Antonio Presti</strong>, fondatore dell&rsquo;associazione &quot;<strong>Fiumara D&rsquo;Arte&quot;</strong> che ha saputo coniugare l&rsquo;amore per l&rsquo;arte con la cultura, l&rsquo;utopia con le azioni, l&rsquo;etica con l&rsquo;estetica, promuovendo l&rsquo;arte contemporanea sul territorio siciliano.<br /><strong>Luigi Prestinenza Puglisi</strong> che ha &ldquo;agitato&rdquo; con i suoi scritti le calme acque del panorama della critica d&rsquo;architettura in Italia, con grande attenzione all&rsquo;evolversi delle nuove generazioni siciliane, si &egrave; aggiudicato il<strong> &ldquo;Premio ad un critico di architettura&rdquo;</strong> consegnato dal preside della facolt&agrave; di Architettura di Siracusa <strong>Giuseppe Dato</strong>. E ancora, il componente della giunta nazionale Inarch <strong>Massimo Locci</strong> ha premiato due professionisti per aver dedicato la propria vita all&rsquo;architettura: <strong>Giacomo Leone</strong> e <strong>Antonietta Iolanda Lima</strong>.<br /><br />Riconoscimenti anche per due scuole di formazione professionale nell&rsquo;edilizia: ha ritirato il premio per la <strong>Scuola Edile Panormedil</strong> di Palermo il presidente <strong>Francesco Sanfratello</strong>, mentre a rappresentare la <strong>Scuola edile di Catania</strong> c&rsquo;era il presidente <strong>Nicola Colombrita</strong>. Entrambe le scuole hanno ricevuto il plauso del presidente dell&rsquo;Ordine degli Ingegneri di Catania Carmelo Maria Grasso che alla consegna del premio ha sottolineato il ruolo centrale svolto dalle istituzioni scolastiche, chiamate a formare i professionisti del domani, un compito che impegna anche l&rsquo;Ordine con continue occasioni di aggiornamento. <br /><br /><u><strong>Oggi, venerd&igrave; 6 novembre, Saem punta l&rsquo;attenzione sulle</strong><strong> fonti di energia rinnovabile, sull&rsquo;architettura contemporanea, sulla ricerca e sulla formazione dei lavoratori</strong></u>. <br />Appuntamento di punta, alle 15, il<strong> Convegno Nazionale &ldquo;Il testo Unico sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e le novit&agrave; introdotte dal Decreto integrativo e correttivo n.106 del 2009&rdquo;</strong> in cui interverranno il direttore generale della Tutela del Lavoro del ministero del Lavoro <strong>Lorenzo Frantini</strong>, il coordinatore tecnico delle Regioni e delle Province autonome <strong>Marco Masi</strong>, il responsabile regionale della prevenzione dell&rsquo;Inail <strong>Pietro La Spisa</strong> e il presidente Anis <strong>Antonio Leonardi</strong>.</div> <br />