Incentivo Carta della Famiglia 2019: cos’è e a chi spetta

carta della famiglia 2019
Condividi!

Il Bonus Carta della Famiglia non è certo una novità di quest’anno. La sua istituzione infatti risale a 3 anni fa, nel 2016, ma è diventato realmente attivo solo nel 2018. Si tratta dell’incentivo spettante alle famiglie con 3 o più figli a carico. Con la Legge di Bilancio 2019 sono state introdotte delle importanti novità. La maggiore di tutte è quella che include tra i richiedenti solo le famiglie italiane ed europee, escludendo quindi gli extracomunitari.

Il 30 agosto di quest’anno, la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato un nuovo decreto aggiornato, riguardante la Carta della Famiglia 2019. Il motivo è il rifinanziamento del Bonus, che conferma la disponibilità dal 2019 al 2021. Il documento rinnova e definisce: i requisiti dei beneficiari, le modalità di accettazione e i tipi di agevolazioni inerenti. Un’altra importante novità è l’eliminazione del tetto ISEE, che prima era fissato a 30.000 euro annui.

Carta della Famiglia 2019: di cosa si tratta

È importante ricordare che, a differenza degli altri incentivi riservati ai nuclei familiari, la Carta della Famiglia non consiste in degli importi pagati mensilmente dall’INPS. Infatti, si tratta più che altro di sconti e agevolazioni su spese relative alle strutture commerciali che hanno aderito al sussidio. La riduzione degli importi comprenderà degli sconti minimi del 5% sui prodotti acquistati.

I negozi e i servizi commerciali che approveranno l’incentivo, si riconosceranno dalla presenza di uno dei due bollini con il logo della Carta. In questi troverete le sigle “Sostenitore della Famiglia” oppure “Amico della Famiglia”. Gli incentivi riguarderanno diverse tipologie di acquisti, come la spesa alimentare, i biglietti dell’autobus o le bollette delle utenze. L’utilizzo della Carta della Famiglia non sarà cedibile a terzi, e potrà essere utilizzato esclusivamente dai componenti del nucleo familiare.

Chi può fare domanda?

Le agevolazioni della Carta della Famiglia 2019 saranno concesse esclusivamente alle famiglie italiane ed europee che possiedono almeno 3 figli a carico. I ragazzi dovranno risultare residenti presso l’abitazione familiare e non dovranno aver superato i 26 anni d’età.

Per richiedere la Carta della Famiglia e verificare se si possiedono i giusti requisiti, sarà necessario presentare domanda online presso un portale del Dipartimento. Al momento è ancora in fase di sviluppo.

Quando risulterà attivo, si dovrà procedere nel compilare il modulo apposito. Nel caso si inseriscano erroneamente dei dati sbagliati, questi dovranno essere modificati entro una scadenza massima di 30 giorni.