Come cambierà l'edilizia con le nuove Province

Il disegno di legge Delrio prevede alcuni cambiamenti per il settore edilizio, in materia di nuove Province. Ecco come funzioneranno appalti e gare.

disegno legge delrio province

Il disegno di legge Delrio, con la costutizione delle nuove Province, applica qualche modesto cambiamento anche al settore del'edilizia. Ecco, in sostanza, quali saranno i compiti delle singole province in merito ad appalti, bandi di gara, edilizia scolastica e tutela del territorio:

  • Edilizia Scolastica - Le province manterranno il loro ruolo per l'edilizia scolastica e la pianificazione. Ora le competenze, però, sono molto più generiche e riconosciute con la voce "competenza di gestione dell'edilizia scolastica". Questo conferma una continuità con i ruoli precedenti, si ipotizza, dunque, un cambiamento praticamente minimo, anche se l'espressione potrebbe contenere anche un aumento dei ruoli e delle competenze possibili. Situazione da apporofondire con il nuovo testo di legge.
  • Pianificazione - il Testo Unico dichiara che le province continueranno a svolgere un ruolo di "pianificazione territoriale provinciale di coordinamento", cambia dunque l'espressione rispetto a prima, ma le competenze sembrano rimanere le stesse.
  • Appalti - Insieme ai comuni, le province potranno esercitare le funzioni di stazione appaltante, predisposizione dei documenti di gara e organizzazione di concorsi. Cambia, dunque, veramente poco rispetto a prima.
  • Difesa del suolo -  È qui che il nuovo testo pone dei cambiamenti significativi. Ora le competenze si fanno più generiche e vengono presentate come "tutela e valorizzazione dell'ambiente", competenze che, si supppne, saranno poi passate alle regioni stesse.

Queste indicazioni sono puramente descrittive, manca infatti un piano dettagliato che possa chiarire i diversi aspetti e fare luce sugli effettivi compiti.

Appena pronto un testo dettgliato, ne parleremo nuovamente nella sezione notizie.


Uretek