Unicredit in aiuto dell'edilizia

17|07 16:30 2013
Le banche nemiche delle imprese? Non sempre. Ecco l'iniziativa di Unicredit per promuovere l'edilizia.

 

 

Unicredit in aiuto dell'edilizia
Che le banche non abbiano aiutato le imprese in crisi è cosa abbastanza nota. L'accesso al credito è tuttora fermo e molte aziende, in mancanza di liquidità, sono costrette a chiudere.

Molti incontri si sono consumati tra associazioni, enti e istituti bancari per chiedere una maggiore flessibilità, ma con quale risultato?

Forse Unicredit ha deciso di rispondere alla chiamata di aiuto e ha lanciato il piano "Ripresa Cantieri" per supportare le aziende edili e gli imprenditori. Come? Finanziando il completamento delle opere. Al momento sono 59 le iniziative, in 13 regioni italiane. A Milano si trovano almeno 10 cantieri, a Roma 11, con costruzioni che puntano molto al settore immobiliare privato e con un volume di affari di almeno 1 miliardo di euro.

Il compito della banca sarà quello di aiutare anche a vendere gli immobili, concedendo mutui favorevoli e vantaggiosi e promuovendo le vendite. Gabriele Piccini, Country Chairman di Unicredit, ha specificato: "La crisi di liquidita' ha comportato un significativo rallentamento del mercato immobiliare con la progressiva erosione del valore degli immobili e la conseguente difficoltà delle imprese costruttrici a portare a termine i cantieri.

Con Ripresa Cantieri vogliamo togliere un po' di paura dal mercato, garantendo il completamento dei progetti e contribuire al rilancio di un settore che, grazie all'indotto, è fondamentale per la ripresa del Paese".

Un'iniziativa che fa onore a Unicredit, non trovi?

A quando operazioni simili per le altre banche?