Il mercato immobiliare è pronto a ripartire?

18|02 10:15 2013
Se lo domandano in milioni, tra cittadini privati e imprese. Vediamo i dati sulla crisi immobiliare cosa dicono per il futuro. Eugenio Batelli, presidente dell'Acer (Associazione costruttori edili Roma e provincia), ha in previsione una ripresa del mercato immobiliare a partire da questo anno, il 2013. La Cresme ha individuato, attraverso una ricerca dal titolo “Crescita demografica e mercato ...

Il mercato immobiliare è pronto a ripartire?


Eugenio Batelli, presidente dell’Acer (Associazione costruttori edili Roma e provincia), ha in previsione una ripresa del mercato immobiliare a partire da questo anno, il 2013.

La Cresme ha individuato, attraverso una ricerca dal titolo “Crescita demografica e mercato immobiliare: scenari di oggi e di domani”, alcuni dati interessanti: i prezzi hanno subito una forte oscillazione, insieme alle compravendite; si stima che i prezzi non possano scendere oltre l’attuale, quindi ciò che ci aspetta è una ripresa, lenta, ma pur sempre ripresa.

Il territorio romano, in particolare, ha subito un calo nelle compravendite, ma non eccessivamente: il numero delle abitazioni vendute nel 2012 è di 26 mila.

La crisi attuale e l’incertezza che ne deriva porta le famiglie italiane a spendere per ciò che è necessario: un’abitazione, in questo senso, non è un bene primario per cui spendere soldi, anche se in eccesso. Gli investimenti vengono rimandati a un periodo a medio-lungo termine, proprio per questo motivo è probabile che il periodo della discesa stia definitivamente terminando.

Le parole espresse portano un po’ di positività in un periodo di forte crisi. Il mercato immobiliare è strettamente legato al settore edilizio, proprio per questo la sua ripresa sarebbe un passo in avanti anche per l’edilizia italiana. Non resta che attendere gli sviluppi.