Energia: balzo del fotovoltaico

20|03 00:00 2008
Secondo le previsioni di Epia, associazione europea delle imprese di settore. Italia fanalino di coda....

<div align="justify"><p><img width="150" vspace="4" hspace="4" height="113" border="1" align="right" src="https://www.edilizia.com/edil_imgs/150/fotovoltaico_pannelli_solari.jpg" alt="fotovoltaico_pannelli_solari.jpg" />Secondo le stime dell'<strong>Associazione</strong>, il mercato mondiale ha le potenzialit&agrave; per mettere in commercio 5,4 gigawatt (GW) di impianti all'anno fino al 2010 ma il <font color="#800000"><strong>Belpaese</strong></font>, nonostante il suo patrimonio solare, per il momento ha un mercato modesto, se confrontato con quello della <font color="#800000"><strong>Germania</strong></font>. Nel 2007 il potenziale italiano &egrave; stato di 25 MW. Un risultato comunque in crescita di oltre il 65% rispetto alla situazione del 2006. Secondo le proiezioni <strong>Epia</strong> nel prossimo decennio il nostro mercato crescer&agrave; mediamente del 30% l'anno. I paesi trainanti per il mercato saranno la<font color="#800000"><strong> Germania</strong></font>, gi&agrave; leader indiscussa nell'uso del fotovoltaico con 1100 MW di capacit&agrave; installata nel 2007, gli <font color="#800000"><strong>Stati Uniti </strong></font>e la <font color="#800000"><strong>Spagna</strong></font>. Quest'ultima l'anno scorso ha registrato una crescita record del 300%.Un corsa al solare che, in<strong> Italia</strong>, trova una giustificazione nel quadro legislativo del Paese. L'incertezza su quanto avverr&agrave; con la riforma degli incentivi per il fotovoltaico, che l&rsquo;interruzione della legislatura ha rinviato a dopo le elezioni, ha spinto gli operatori a realizzare subito dei progetti, piuttosto che a pianificare una politica di sviluppo sul lungo periodo. In <strong>Francia</strong>, con un potenziale di 45 MW nel 2007, quasi il doppio rispetto a quello italiano, gli esperti del settore stimano che si potranno raggiungere 500 MWp nel 2013 e dai 7 agli 8 GW nel 2020. Un boom &egrave; atteso sul mercato greco a partire dal 2008, quando si concluderanno i processi di approvazione per oltre 450 MW di richieste.<br /><br />Il mercato del <strong>fotovoltaico</strong> non &egrave; comunque ancora maturo per poter camminare con le proprie gambe ed un sostegno pubblico viene ritenuto necessario per sostenere il settore fino al momento in cui l'elettricit&agrave; prodotta a partire dal solare fotovoltaico sar&agrave; competitiva con i prezzi al dettaglio. Le due differenti tecnologie utilizzate per il fotovoltaico tuttavia &ndash; secondo <strong>Epia</strong>- presentano qualit&agrave; differenti. Da una parte i prodotti a base di silicio sono pi&ugrave; efficienti, dal 12 al 21%, fornendo pi&ugrave; energia per metro quadrato, dall'altro se le pellicole trasparenti sono meno efficienti, fino al 10%, costano anche meno per Wp. A partire dal 2009, con nuovi impianti ed operatori sul mercato, dovrebbe sparire il problema dell'approvvigionamento di silicio, carenza che ha frenato in questi anni lo sviluppo dei prodotti fabbricati a partire da questa materia prima.</p><p><strong>Fonte: <a target="_blank" href="http://comunicati-stampa.net"><font color="#800000">Comunicati-Stampa.net</font></a></strong></p></div>