Morto anche il sesto operaio

19|12 00:00 2007
E' deceduto il sesto operaio, rimasto ferito a causa dell'incendio scoppiato all'acciaieria ThyssenKrupp....

<p>E' morto il 19 Dicembre anche il sesto operaio della fabbrica torinese che era rimasto gravemente ferito nell'incendio scoppiato all'acciaieria <strong>ThyssenKrupp</strong>, nella notte tra il 5 ed il 6 dicembre scorso. <br />Ad annunciarlo la direzione sanitaria del nosocomio di Villa Scassi di Genova dove l'operaio, 26 anni compiuti il 30 ottobre scorso, era ricoverato, presso il reparto grandi ustioni.<br />Si sarebbe spento nella mattinata, intorno alle 8.45. Il direttore sanitario dell'ospedale, Mauro Pierri, ha cos&igrave; commentato la notizia dell'avvenuto trapasso: &quot;&egrave;' stata una rincorsa continua per correggere i parametri del metabolismo, finch&eacute; non &eacute; stato pi&ugrave; possibile&quot;. Le ustioni erano &quot;di una tale gravit&agrave; che il paziente non era in assoluto operabile&quot;. <br />Il giovane operaio- trasferito, in elicottero, presso quello genovese nel pomeriggio del 6 dicembre scorso- presentava, infatti, il 90% del corpo coperto da ustioni, soprattutto di terzo grado, ed era stato mantenuto, nell'ultimo periodo, in coma farmacologico ed in respirazione assistita. La sua situazione, tuttavia, era andata lentamente peggiorando.<br /><br />Sale, dunque, a sei morti il bilancio del tragico incidente&nbsp; avvenuto nello stabilimento della multinazionale.<br />Ancora in vita, seppur ricoverato in ospedale in gravissime condizioni, resta un settimo operaio.<br /><br />La procura di Torino, intanto, sta cercando di definire le responsabilit&agrave; dell'incidente. Tre al momento gli indagati, ma il quadro istruttorio potrebbe risultare soggeto ad importanti modifiche.<br />I magistrati contano di chiudere le indagini entro la fine di gennaio.</p><p>Fonte: <a href="http://www.voceditalia.it" target="_blank">Voceditalia</a></p>


Uretek