Benessere Termico

06|06 00:00 2005
Per migliorare al massimo la qualità della propria vita, l´uomo cerca di creare condizioni ambientali termiche, luminose, acustiche tali da garantire il maggior benessere possibile...

<p> </p><p> </p><p> </p> <p align="justify"><strong>Le esperienze sul controllo del microclima in ambito P.A.<br /></strong>La combinazione dei parametri fisici in un ambiente di lavoro condiziona fortemente lo stato di salute dei lavoratori. <br />Lo stato di malessere che si crea quando le condizioni ambientali non sono ottimali riduce sensibilmente la produttività dei lavoratori e in alcuni casi può predisporli a infortuni più gravi legati al calo della concentrazione. <br />Anche se in alcuni casi l'insoddisfazione dei lavoratori nasce da rivendicazioni diverse, nella maggior parte dei casi esistono delle condizioni ambientali alle quali il datore di lavoro e tenuto a prestare attenzione non solo perché gli è imposto dalla legge, ma sopratutto perché ha tutto l'interesse a far lavorare bene i propri dipendenti. <br />Le nuove tipologie edilizie, che prevedono spazi lavorativi senza aperture verso l'esterno e il peggioramento della qualità dell'aria nei centri urbani hanno contribuito negli ultimi anni ad un generale peggioramento delle condizioni di lavoro. <br />Nel campo della Pubblica Amministrazione le scelte sono complesse perché spesso sono condizionate da iter burocratici che mirano ad una giusta riduzione dei costi ma di fatto si traducono in penalizzazioni qualitative. Principali Riferimenti legislativi:<br /><br />- <font color="#003333">D.P.R. n. 303 del 19 marzo 1956<br /></font><br />- <font color="#003333">D.Lgs. 626 del 19 settembre 1994<br /></font><br />- <font color="#003333">Regolamenti Edilizi Comunali</font></p><div align="justify"> </div><p align="justify"><strong>Normativa<br /></strong>Le leggi vigenti, salvo alcune eccezioni, non fissano i limiti da considerare ottimali per garantire condizioni di comfort nei luoghi di lavoro. Le indicazioni fornite dagli standard internazionali sono normalmente utilizzate per valutare l'idoneità dei luoghi di lavoro e tali indicazioni sono state ritenute valide, in più casi, anche dalla suprema Corte di Cassazione. <br /><br /><font color="#ff6600"><strong>Di seguito si riportano le principali norme in materia di microclima moderato emanate dagli enti di normazione e da organismi internazionali. <a target="_blank" href="http://www.forumpa.it/forumpa2004/convegni/relazioni/1254-michele-del-gaudio/1254-michele-del-gaudio-1.pdf" title="PDF">Continua...</a></strong></font></p> <p> </p> <p align="center"><img border="0" src="https://www.edilizia.com/edil_imgs/grandi/1117906007.jpg" alt="https://www.edilizia.com/edil_imgs/grandi/1117906007.jpg" title="https://www.edilizia.com/edil_imgs/grandi/1117906007.jpg" /></p> <p align="center"> </p> <p align="left">Fonte: <a title="Sicurezza" target="_blank" href="http://www.sicurezzaonline.it/">Sicurezzaonline.it</a></p>