Rinnovato il contratto collettivo nazionale della ceramica

10|12 07:30 2010
Aumenti medi di 107 euro, facilitati gli adeguamenti degli orari. Enzo Mularoni: “Un rinnovo contrattuale nel segno del senso di responsabilità e della fiducia sul futuro del settore”. I contenuti economici del contratto prevedono la corresponsione di aumenti di 107 euro a regime, erogati in tre tra...

<p style="text-align: justify; "> <img alt="" src="https://www.edilizia.com/img/2156/0/MularoniEnzo.jpg" style="margin-left: 5px; margin-right: 5px; float: left; width: 150px; height: 254px; " />&ldquo;Q<em>uesto rinnovo contrattuale ha coinciso con un momento difficile per i comparti industriali che rappresentiamo, alla luce della pesante crisi internazionale </em>&ndash; dichiara <strong>Enzo Mularoni,</strong> Presidente della Commissione Sindacale di Confindustria Ceramica <em>&ndash;. L&rsquo;aver trovato un accordo, concluso senza scioperi e nel quadro degli accordi confederali miranti a salvaguardare anche il potere di acquisto dei salari, &egrave; stato possibile grazie al senso di responsabilit&agrave; che ci ha consentito di inserire significative modifiche all&rsquo;apparato normativo. I maggiori costi che andremo a sostenere vanno nella direzione di tutelare le professionalit&agrave; presenti in azienda e degli investimenti fatti per meglio affrontare la congiuntura futura. Un rinnovo contrattuale che, ancora una volta, ha confermato le buonissime relazioni industriali di questo settore</em>&rdquo;.</p> <p style="text-align: justify; "> I contenuti economici del contratto prevedono la corresponsione di aumenti di <strong>107 euro a regime</strong>, erogati in tre tranche: la prima di 30 euro a gennaio 2011, la seconda ad ottobre 2011 del medesimo importo mentre la restante parte di 47 euro ad agosto 2012.<br /> E&rsquo; prevista anche la corresponsione di una unatantum di 120 euro &ndash; da erogarsi in due tranche a dicembre 2010, concomitante con l&rsquo;erogazione della 13.a mensilit&agrave;, e a marzo 2011 &ndash; per il periodo di vacanza contrattuale, uguale per tutti i lavoratori.</p> <p style="text-align: justify; "> Specificatamente per il comparto della ceramica sanitaria, l&rsquo;aumento di 107 euro verr&agrave; erogato in quattro tranche: 20 euro a gennaio 2011, 30 euro dal 1&deg; dicembre del prossimo anno e 30 dal 1 novembre 2011, mentre i restanti 27 dal 1&deg; giugno 2013. Ai lavoratori dipendenti della ceramica sanitaria verr&agrave; riconosciuta, quale periodo di vacanza contrattuale, 60 euro in due tranche coincidenti con quelle del comparto piastrelle ed una seconda una tantum, anche questa di 60 euro, erogata a giungo 2013.<br /> Il nuovo contratto scadr&agrave;, per tutti i diversi comparti che compongono il settore ceramico, il 30 giugno 2013.</p> <p style="text-align: justify; "> Elemento pregnante del rinnovo contrattuale &egrave; la <strong>maggiore flessibilit&agrave; data alle aziende di adeguare gli orari settimanali</strong>, in presenza di temporanee esigenze produttive, tecnologiche ed organizzative, previa contrattazione sindacale da sviluppare in tempi rapidi e compatibili con le esigenze di competitivit&agrave; delle aziende sui mercati internazionali. Sono state inoltre introdotte modifiche a carattere gestionale, tra le quali di rilievo l&rsquo;<strong>obbligo di segnalazione dell&rsquo;assenza per malattia</strong> prima dell&rsquo;inizio dell&rsquo;orario di lavoro e la programmabilit&agrave;, su base trimestrale, dei permessi per assistenza a familiari diversamente abili. &nbsp;</p>