Home > Torggler Chimica S.p.A. > Antol Cls System Monorasante

Antol Cls System Monorasante - Torggler Chimica S.p.A.


MALTA PER LA RASATURA DI ELEMENTI IN CALCESTRUZZO

Caratteristic he
ANTOL CLS SYSTEM MONORASANTE è una malta cementizia pronta all’uso, di colore grigio, a base di cemento ad alta resistenza
modificato con microsilica, inerti selezionati a grana fine, resine sintetiche, fibre e additivi specifici. Una volta mescolata con acqua
si ottiene un impasto di ottima lavorabilità, buona tixotropia, facilmente applicabile a spatola senza colature e sfridi, con ottima
adesione al sottofondo. ANTOL CLS SYSTEM MONORASANTE è un prodotto di riparazione non strutturale delle strutture in calcestruzzo per mezzo di malta idraulica di tipo PCC e classe R1 secondo UNI EN 1504-3.

Avvertenze
• Non applicare il prodotto a temperature inferiori a +5 °C e superiori a +30 °C.
• Non mescolare mai con altri leganti quali cemento, calce idraulica, gesso ecc.
• Non aggiungere acqua quando l’impasto ha già iniziato la presa.
• Non usare più il prodotto impastato quando ha già iniziato la presa, quindi avere cura di preparare di volta in volta una quantità di impasto che possa essere posto in opera entro il suo tempo di lavorabilità.
• Non eseguire rasature con temperature troppo elevate e con forte ventilazione; proteggere dall’irraggiamento solare diretto, impastare con acqua fredda, per l’applicazione attendere le ore più fresche e cercare di proteggere la superficie dallaventilazione.

Campi d’impiego
ANTOL CLS SYSTEM MONORASANTE è particolarmente indicato per:
• ugualizzazioni superficiali, anche estese, di calcestruzzi gettati;
• finitura di calcestruzzi e manufatti ripristinati con ANTOL CLS SYSTEM RESTAURO, ANTOL CLS SYSTEM STRUTTURALE e ANTOL
CLS SYSTEM COLABILE;
• finitura di malte cementizie aventi buone resistenze meccaniche.

Ai sensi della UNI EN 1504-9 il campo d’applicazione dell’ANTOL CLS SYSTEM MONORASANTE è riferibile ai principi 3 (Ripristino
del calcestruzzo) e 7 (Conservazione e ripristino della passività) mediante i metodi 3.1 (Applicazione della malta a mano) e 7.1
(Aumento del copriferro con aggiunta di malta di cemento o calcestruzzo).