Edilizia.com


138927 Operatori, 119 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Obiettivo edilizia sostenibile

Alcuni dei pregi dei sistemi di isolamento termico e coibentazione...

Un cappotto su misura per elevare le performance di efficienza e abbattere i livelli di inquinamento e spreco degli edifici. Questi, in sostanza, alcuni dei pregi dei sistemi di isolamento termico e coibentazione che saranno in mostra dall’11 al 14 novembre 2010 ad Expoedilizia - la Fiera professionale per l´edilizia e l´architettura che si terrà presso il quartiere fieristico di Roma.

Una vera svolta verso la razionalizzazione dei consumi di energia termica consiste, per l’appunto, nella diminuzione del fabbisogno termico dei fabbricati: occorre, dunque, provvedere ad isolare l’edificio per favorire una buona diffusione del calore all’interno dei locali e, nel contempo, evitare una dispersione all’esterno.
ANIT – Associazione Nazionale per l’Isolamento Termico e acustico – partner di Expoedilizia - parteciperà alla Fiera con uno stand istituzionale in cui saranno presenti tecnici dello staff in grado di illustrare ai professionisti le maggiori novità legislative e tecnologiche del settore.
La stessa Associazione inoltre, organizzerà un convegno gratuito per approfondire alcune delle tematiche calde, tra cui la certificazione energetica, gli incentivi per opere di riqualificazione energetica degli edifici esistenti e alcuni casi studio già realizzati, utili alla comprensione dei principi che stanno alla base del concetto di involucro efficiente.

"L’isolamento termico e acustico - come ci spiega il Presidente Ing. Valeria Erba - ricopre oramai un ruolo di primaria importanza nella progettazione e nella ristrutturazione dell´esistente nell’ottica della salvaguardia ambientale e del benessere delle persone. La partecipazione a Expoedilizia, coincide con l’obiettivo primario di ANIT, ovvero quello di contribuire quanto più possibile alla divulgazione capillare di una cultura dell’isolamento termico e acustico sul territorio italiano”.
Secondo da quanto disposto dal Parlamento Europeo, dal 2020 sarà permesso costruire soltanto edifici con consumo di energia quasi azzerato e che si dotino di soluzioni di alimentazione da fonti rinnovabili; solo così sarà possibile centrare gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2.

Expoedilizia, in tal senso, precorre i tempi tecnici concessi agli Stati dell’Unione Europea per adeguarsi al provvedimento comunitario, proponendo una gamma completa di servizi e opportunità di scambio legati trasversalmente ai temi principali dell’edilizia e dell’architettura moderne. Sull’onda del crescente interesse nei confronti delle soluzioni di sviluppo di un’edilizia ecologica che sia anche efficiente e di pregio, il Salone darà la possibilità alle aziende espositrici di presentare al pubblico professionale i progressi compiuti in questo ambito, a partire dalla vasta offerta di materiali isolanti, sia di tipo sintetico che naturale (preferiti, questi ultimi, per salubrità e potenzialità di riciclo), che comprendono a loro volta gli isolanti minerali (come vetro cellulare, fibra di roccia, perlite, …) e vegetali (tra cui sughero, fibre di legno, fibre animali, …).

Durante la manifestazione, saranno inoltre affrontati anche i temi legati alle fonti di energia rinnovabile, con particolare attenzione alle tecniche e ai prodotti per l’integrazione di impianti fotovoltaici nelle parti strutturali degli edifici. Un mercato quest’ultimo, in forte crescita che ha visto nel 2009 un aumento del 25% delle installazioni, rispetto al 2008 (dati Gse).

Redazione Edilizia.com
15 Luglio 2010

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper