Edilizia.com


138927 Operatori, 150 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Inaugurata la 17a edizione del SAEM

Castiglione: "Rinnoveremo le Ciminiere e SAEM 2010 sarà ancora più grande". ...

Inaugurata ieri pomeriggio la 17a edizione di Saem: la nuova location delle Ciminiere per l’occasione si è trasformata in un contenitore di prodotti e servizi del “costruire”, dove addetti ai lavori e semplici visitatori convergono nello stesso spazio, quello del Salone dell’edilizia del Mediterraneo.

Oggi dopo il taglio del nastro del presidente della Provincia regionale di Catania Giuseppe Castiglione, il direttore di Eurofiere Alessandro Lanzafame ha dato il via a questa nuova edizione tutta catanese che ha consentito di ampliare gli spazi della vetrina espositiva per ospitare le migliori aziende nazionali e siciliane del settore. Il presidente Castiglione ha sottolineato l’importanza strategica del Salone che quest’anno per la prima volta approda a Catania: «La Provincia è orgogliosa di ospitare Saem, un Salone innovativo che rappresenta la nuova frontiera dell’edilizia sul versante delle costruzioni, dell’ecosostenibilità, della qualità e della professionalità. È un importante appuntamento per Catania, che conferma la sua vocazione commerciale: abbiamo in programma di rinnovare la struttura delle Ciminiere, per renderla ancora più funzionale già dall’anno prossimo, così da ospitare gli eventi più importanti. Saem 2010 sarà allora ancora più grande».

Hanno partecipato all’inaugurazione anche l’assessore provinciale alle Politiche per lo Sviluppo economico Massimo Pesce, l’assessore provinciale alla Viabilità e ai Lavori Pubblici Ottavio Vaccaro, il deputato regionale Salvo Pogliese, il vice sindaco di Catania Mario Chisari, il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Sicilia Giorgio Cappello, il presidente di Inarch Sicilia Franco Porto, il presidente Inbar Sicilia Francesco Ferrara, il presidente Anis Antonio Leonardi.

saem_taglio_nastro.jpgDopo il taglio del nastro ha avuto inizio la serata di premiazione “10 Premi – Dieci anni di Inarch Sicilia” presentata da Ruggero Sardo. Il presidente Inarch Sicilia Franco Porto, padrino dell’iniziativa, in occasione del decennale ha voluto sancire questa sinergia con Eurofiere perché Saem, vetrina d’eccellenza, rappresenta il luogo ideale per premiare il raggiungimento di risultati di grande qualità.

Il “Premio all’amministrazione locale” è stato consegnato dal direttore del dipartimento Architettura e Urbanistica di Catania Paolo La Greca al sindaco del Comune di Siracusa Roberto Visentin, per aver bandito concorsi di progettazione architettonica che hanno interessato il fronte mare della Città di Siracusa. L’assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia Nicola Leanza, è stato premiato dal presidente Porto e dal direttore Lanzafame per aver promosso con convinzione il giusto ruolo che meritano l’arte e l’architettura contemporanea, attraverso la costituzione di un apposito Dipartimento.

Il “Premio a un’impresa edile” che si è distinta per la realizzazione di grandi opere infrastrutturali è stato assegnato a Tecnis Spa: il presidente dell’Ance Catania Andrea Vecchio ha consegnato il premio a Danilo La Piana, presidente del Cda dell’azienda protagonista sul nostro territorio, che ha battuto il record italiano con una percentuale di crescita della produzione del 70,3%.

Il “Premio ad un’associazione” è stato invece consegnato dal vice presidente di Confindustria Catania Walter Finocchiaro a Gaetano Fede, presidente della Consulta regionale dell’Ordine degli Ingegneri, “per aver condiviso negli ultimi anni, attraverso incontri e mostre, le tematiche culturali dell’architettura contemporanea”.

Il “Premio ad un progetto coordinato d’iniziativa universitaria” è stato consegnato dal presidente dell’Ordine degli Architetti di Catania Luigi Longhitano a “La casa della città”, Villa Zingali Tetto Catania, che ha promosso incontri ed esposizioni, ma ha anche avviato laboratori di ricerca per esplorare le dinamiche della città e delle sue periferie.

Il “Premio a un’organizzazione culturale” ha riconosciuto il merito alla Fondazione Puglisi Cosentino: il soprintendente per i Beni Culturali e Ambientali di Catania Gesualdo Campo ha consegnato il premio al fondatore Alfio Puglisi Cosentino che ha restituito Palazzo Valle al suo antico splendore, per ospitare importanti mostre che consentono alla città di Catania di entrare in circuiti d’eccellenza europei.

Pinella Leocata, giornalista de “La Sicilia”, ha invece premiato Antonio Presti, fondatore dell’associazione "Fiumara D’Arte" che ha saputo coniugare l’amore per l’arte con la cultura, l’utopia con le azioni, l’etica con l’estetica, promuovendo l’arte contemporanea sul territorio siciliano.
Luigi Prestinenza Puglisi che ha “agitato” con i suoi scritti le calme acque del panorama della critica d’architettura in Italia, con grande attenzione all’evolversi delle nuove generazioni siciliane, si è aggiudicato il “Premio ad un critico di architettura” consegnato dal preside della facoltà di Architettura di Siracusa Giuseppe Dato. E ancora, il componente della giunta nazionale Inarch Massimo Locci ha premiato due professionisti per aver dedicato la propria vita all’architettura: Giacomo Leone e Antonietta Iolanda Lima.

Riconoscimenti anche per due scuole di formazione professionale nell’edilizia: ha ritirato il premio per la Scuola Edile Panormedil di Palermo il presidente Francesco Sanfratello, mentre a rappresentare la Scuola edile di Catania c’era il presidente Nicola Colombrita. Entrambe le scuole hanno ricevuto il plauso del presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Catania Carmelo Maria Grasso che alla consegna del premio ha sottolineato il ruolo centrale svolto dalle istituzioni scolastiche, chiamate a formare i professionisti del domani, un compito che impegna anche l’Ordine con continue occasioni di aggiornamento.

Oggi, venerdì 6 novembre, Saem punta l’attenzione sulle fonti di energia rinnovabile, sull’architettura contemporanea, sulla ricerca e sulla formazione dei lavoratori.
Appuntamento di punta, alle 15, il Convegno Nazionale “Il testo Unico sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e le novità introdotte dal Decreto integrativo e correttivo n.106 del 2009” in cui interverranno il direttore generale della Tutela del Lavoro del ministero del Lavoro Lorenzo Frantini, il coordinatore tecnico delle Regioni e delle Province autonome Marco Masi, il responsabile regionale della prevenzione dell’Inail Pietro La Spisa e il presidente Anis Antonio Leonardi.

Redazione Edilizia.com
6 Novembre 2009

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper