Edilizia.com


138927 Operatori, 138 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Corso operatori macchine movimento terra

accordo tra Komatsu e CPIPE per corsi di formazione a tariffa agevolata....

komatsulogo.jpgUnicum nell’ambito del movimento terra, un importante accordo per l’erogazione di corsi professionali accreditati di formazione per operatori macchine movimento terra unisce da maggio Komatsu, azienda leader in Italia nel mercato del movimento terra ed il Centro Provinciale d’Istruzione Professionale Edile di Padova (CPIPE), storica e specializzata scuola edile operante nella provincia di Padova, appartenente alla rete nazionale FORMEDIL.

Grazie a tale accordo, tutti gli interessati (iscritti attraverso Komatsu, secondo peculiari modalità d’accesso) potranno usufruire - a condizioni privilegiate - di qualificati corsi di formazione atti ad ottenere il rilascio dell’attestato che certifica l’avvenuta formazione sulla sicurezza, prevista dal decreto legislativo n.81 del 2008 (art. 36. 37.73).

Quest’importante partnership - afferma l’Ing. Alessandro Rossi Direttore Marketing e Vendite Utility Line di Komatsu - non è che la concretizzazione di alcuni imprescindibili principi di responsabilità sociale che da sempre contraddistinguono l’attività dell’azienda, in termini di impegno per la salvaguardia del lavoratore, di contributo al progresso del territorio nel quale opera Komatsu mediante l’aggiornamento e la crescita professionale dei propri collaboratori, clienti e membri della comunità locale, nonché in termini di adempimento - e addirittura anticipazione- degli obblighi di legge.

L’aspetto della tutela della salute delle persone nel luogo di lavoro in particolare - precisa l’Ing. Alessandro Rossi - oltre a costituire un preciso ed inderogabile dovere legislativo, per Komatsu ha sempre rappresentato uno dei punti fermi della propria mission.”
Proprio per garantire il più alto livello di tutela dell'integrità fisica degli operatori in qualunque contesto lavorativo, Komatsu e CPIPE hanno scelto un percorso di partnership che risulti il più qualificato ed idoneo per la formazione sulla sicurezza.

esercitazioni_pratiche_1a.jpgesercitazioni_pratiche_2a.jpg

All’Architetto Claudio Capuzzo, Direttore del CPIPE, chiediamo di presentare la scuola e la propria offerta didattica.

Da anni – esordisce l’Arch. Capuzzo - ci poniamo come punto di riferimento per gli operatori del settore edile con risposte concrete alle necessità formative che sempre più costituiscono un passaggio strategico per l’aumento della produttività, della qualità e della sicurezza in edilizia nonché un passaggio obbligato per i giovani che vogliano entrare in questo settore e acquisire la professionalità necessaria per essere validamente occupati.”

Grazie ad un’innovativa struttura organizzativa ed operativa, alla disponibilità di attrezzature tecnologicamente evolute e ad un team di docenti altamente specializzati - afferma con orgoglio il docente - siamo in grado di offrire un servizio di formazione completo e qualificato.

Forte di un’elevata specializzazione nel settore edilizio, la scuola, da anni organizza corsi differenziati per le molteplici e distinte figure operanti nel settore.

Chiediamo all’Arch. Capuzzo di presentarci la proposta formativa della scuola, formulata peculiarmente per gli operatori di macchine movimento terra.

Per soddisfare maggiormente le molteplici esigenze di formazione - risponde il Direttore del CPIPE - prevediamo 3 distinti corsi che variano da un minimo di 8 ore ad un massimo di 32 ore, a seconda delle specifiche necessità dell’utente e che prevedono una parte di teoria in aula ed una parte operativa presso il campo prove. Al fine di seguire gli allievi al meglio, i nostri gruppi non superano le sei unità.”

Domandiamo invece all’Ingegnere Antonio Bissacco, docente del CPIPE di presentarci i contenuti trattati e le modalità didattiche.

Durante il corso - spiega l’Ingegnere - l’allievo è coinvolto in una serie di attività didattiche finalizzate al conseguimento di una formazione adeguata in tema sicurezza: dall’aggiornamento normativo all’analisi dei rischi per l’operatore, dall’individuazione dei dispositivi di protezione, all’analisi degli infortuni ricorrenti, fino all’individuazione delle condizioni di impiego sicuro delle macchine e la prevenzione delle situazioni anomale.”

Il corso – prosegue l’Ing. Bissacco - viene condotto seguendo il metodo della formazione attiva, che prevede il coinvolgimento dei partecipanti attraverso un percorso di apprendimento basato su molteplici strumenti e differenti azioni, quali la lezione frontale ed il lavoro di gruppo finalizzato alla risoluzione di casi pratici vissuti quotidianamente dai lavoratori nei luoghi di lavoro.”
L’intento del nostro approccio è quello di far emergere il ruolo fondamentale della formazione, ove con questo termine non intendiamo un mero adempimento burocratico, ma una seria ed effettiva attività completa di formazione, in grado di aiutare realmente i lavoratori nel processo dell'apprendimento e il cui obiettivo ultimo sia il cambiamento verso una nuova e concreta sicurezza sul lavoro.”
ing_antonio_bisacco_docente_cpipea.jpglezione_in_aula_con_ing_bisacco_2a.jpg

Per finire, ci informiamo sulla tipologia e la validità della certificazione conseguita dagli aderenti. “Al termine del corso – riprende l’Arch. Capuzzo del CPIPE- a tutti gli iscritti che si sono rivelati idonei, rilasciamo un attestato di partecipazione riconosciuto a livello italiano ed anche europeo.”

Ma quali sono i reali vantaggi per chi è interessato a partecipare ad uno dei sei corsi convenzionati Komatsu-CPIPE previsti per l’anno 2009/2010 a partire da novembre?

Risponde l’Ing. Alessandro Rossi di Komatsu.

Oltre ad accedere ad un corso qualificato e sviluppato ad hoc – spiega l’Ing. Rossi - gli aderenti all’iniziativa potranno usufruire di una tariffa speciale. ”

A questo punto non resta che conoscere le modalità di accesso all’iniziativa.

Tutti gli interessati potranno aderire al progetto - garantisce l’Ing Rossi - chiamando il numero verde gratuito: 800 331650 e comunicando i propri dati anagrafici se già iscritti a K-Experience (il nostro club che riunisce tutti gli operatori macchine movimento terra) oppure, se non soci, compilando un semplice questionario per attivare l’iscrizione al club senza alcun costo aggiuntivo. ”

Redazione Edilizia.com
10 Luglio 2009

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper