Edilizia.com


138927 Operatori, 248 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

POS e commissioni: tutte le novità

Ci sono alcune novità sull'utilizzo del POS. Ecco tutto quello che devi sapere.

pos

Dal 2011 a oggi il Ministero dell’Economia e delle Finanze è impegnato a promuovere i pagamenti con il POS. Non tutte le categorie, però, sono soddisfatte. Vediamo cosa sta succedendo.

La manovra Salva Italia, tramite il Decreto Legge 201/2011 stabiliva che gli esercenti avevano una riduzione delle commissioni di pagamento tramite POS. Per incentivarne l’uso, anche il DL179/2012 ha appoggiato questo tipo di pagamenti per imprese e professionisti.

Adesso il Decreto Ministeriale 51/2014 aggiunge alcuni punti:

  • l’obbligo di accettare i pagamenti tramite POS se superiori ai 30 euro ( se nel 2013 il fatturato è maggiore ai 200 mila euro)

  • se i pagamenti sono inferiori ai 30 euro, le commissioni diminuiscono ulteriormente

  • le commissioni cambiano in base al tipo di carta utilizzata (di credito, prepagata, di debito) e al valore del pagamento

  • i gestori devono cominicare le commissioni in modo chiaro e controllare i livelli periodicamente

Architetti e ingegneri cosa ne pensano? Al momento si oppongono alla nuova nromativa. Architetti, paesaggisti e conservatori non vogliono dotarsi di un POS, dato che non tutela la trasparenza (a differenza del bonifico bancario). Hanno, quindi, fatto ricorso al Tar. Gli ingegneri, per lo stesso motivo, pensano di fare ricorso all’Antitrust.

Controlleremo i ricorsi e se verrà modificata di nuovo la legge. In ogni caso ne parleremo ancora.


Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper