Edilizia.com


139175 Operatori, 199 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

L'acquirente inconsapevole di immobili abusivi è sanzionabile

Una recente sentenza conferma la possibilità di sanzionare un acquirente ignaro, nel caso in cui non si possa procedere a demolizione.

 

 

L'acquirente inconsapevole di immobili abusivi è sanzionabileSentenza n. 2063 del 30 aprile 2013: il Comune può sanzionare l'acquirente incolpevole nel caso in cui l'immobile abusivo non possa essere demolito, senza alcuna motivazione.

Una sentenza che è l'esatto opposto di quelle pronunciate da altri tribunali, per i quali è necessaria una motivazione specifica per sanzionare un acquirente di immobili abusivi.

In questo caso, perché la decisione di non rendere necessaria una motivazione? Secondo il tribunale è irrilevante la consapevolezza o meno dell'acquirente, perché la sanzione viene attivata con riferimenti oggettivi e la stessa procedura normativa non include nessun obbligo di motivazione a carico della Pubblica Amministrazione.

L'acquirente si trova, dunque, costretto a pagare e a poter agire, in un secondo momento, contro notaio e autore dell'abuso.

Acquistando l'immobile, però, si evince la possibilità di poter risolvere precedentemente la condizione di abuso edilizio, prima ancora che intervenga il Comune: in questo senso l'acquirente è sanzionabile, perché ha la possibilità di denunciare la cosa prima che intervengano le Istituzioni. In caso contrario, appunto, è soggetto a eventuali sanzioni.

Cosa pensi di questa decisione del tribunale?

Redazione Edilizia.com
6 Maggio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper