Edilizia.com


138927 Operatori, 179 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Una casa che rende, l'esempio americano

L'idea di una casa collaborativa, in grado di far risparmiare, è realtà. Ecco cosa potremmo prendere dall'esempio americano.

 

 

[Infografica] Una casa che rende, l'esempio americano
La casa collaborativa non è necessariamente la casa del futuro, anzi.
Potrebbe essere casa tua.

Basterebbe prendere esempio dal modello americano, dove ogni immobile non è solo agevolato in fase di costruzione e progettazione, ma è pensato per essere fonte di risparmio per il futuro proprietario. Parliamo, in particolare, di consumo collaborativo, cioè un tipo di consumo dove più persone ne usufruiscono e più risparmio segue in automatico: pagare insieme è molto meglio che pagare da soli.

In America si chiama Pool Sharing ed è sempre più diffuso. Si potrebbe pensare di introdurre il processo anche in Italia, con notevoli risultati. La casa diventerebbe una vera e propria fonte di reddito, anche se minimo. L'unico problema è che nel nostro Paese rischiamo di dover pagare una tassa anche su questo!

Come funziona il consumo collaborativo?
È semplice: tutte le parti che costituiscono la nostra abitazione, comprese quelle esterne, diventano un utile mezzo di consumo generale. Il vialetto di casa, per esempio, potrebbe essere affittato, così come il giardino esterno o l'orto nel retro. Consumare e guadagnare, è questo il senso. Questa interessante infografica ci spiega come ci si stia già muovendo in America. Pensi che in Italia potrebbe funzionare?

Fonte: fastcodesign.com

Redazione Edilizia.com
26 Settembre 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper