Edilizia.com


138927 Operatori, 120 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Umbria: attivo il nuovo regolamento per i piccoli cantieri

Come devono essere trattati i materiali da scavo per i piccoli cantieri? L'Umbria pubblica la nuova guida che disciplina i piccoli cantieri.

Umbria: attivo il nuovo regolamento per i piccoli cantieriLa disciplina da seguire in Umbria per le terre e le rocce da scavo è stata aggiornata. Silvio Rometti, assessore regionale all'ambiente, ha illustrato la proposta al Tavolo delle Costruzioni, dove erano presenti molti rappresentanti delle Associazioni di categoria. Le nuove disposizioni disciplinano quantità di terra inferiori ai 6 mila mc e ha l'obiettivo di ridurre costi, tempi ed eventuali inquinamenti da scavo.

Rometti ha spiegato che gli adempimenti onerosi previsti per le opere sopra i 150 mila mc valgono anche per le piccole opere. Questo ha, fino a ora, bloccato le attività delle piccole imprese e si è quindi deciso di semplificare le disposizioni in questo modo: tre diversi livelli di gestione per lavori di pronto intervento, sistemazione di aree di pertinenza e cantieri di piccola pertinenza non superiori ai 6 mila mc.

Le terre da riutilizzare, ha dichiarato l'assessore, saranno così destinate: "L'idoneità dei terreni e il riutilizzo in altro sito sarà attestata dal tecnico dell'impresa anche senza effettuare analisi chimiche, a meno che i terreni non provengano da aree a “presunta contaminazione” o comunque, durante lo scavo, si ravvisino elementi o condizioni che facciano sospettare la presenza di inquinanti”.

Questo intervento è stato denominato come intervento anti crisi e fa parte di una serie di azioni mirate a combattere la crisi edilizia. Anche l'Umbria, finalmente, sta facendo qualcosa di concreto.

Dott.ssa Elisabetta Mattiacci
3 Maggio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper