Edilizia.com


139175 Operatori, 150 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

UE: l'edilizia segna una leggera ripresa

Mentre alcuni Paesi europei migliorano, in Italia abbiamo ancora un segno negativo. Ecco chi va meglio di noi.

 

 

UE: l'edilizia segna una leggera ripresaMentre in Italia si parla di crisi di governo, IMU incerta e dimissioni da cariche varie, l'Europa fa sapere che l'edilizia (nel mese di giugno) ha dato un piccolo segno di risalita.

È stato registrato, nell'eurozona, un picco produttivo pari allo 0,7% in più rispetto al mese di maggio, che aveva visto una percentuale positiva dello 0,5%. I dati, provenienti da Eurostat, coinvolgono positivamente Paesi come la Slovenia, con un +10,5%, la Polonia, con un +5,3%, la Germania, con un +1,6%. Se ci basiamo sui calcoli in base annua resta ancora un livello negativo, in questo caso pari a -3%.

L'Italia, come si vede dai Paesi nominati, non fa parte delle zone con segno positivo e (forse) non c'è da stupirsi. Mentre negli altri Paesi si discute e si attuano piani di ripristino economico e sociale, qui si continua a discutere su come e se far cadere un governo. L'Europa ci ha avvisati più volte, ma esattamente come per le associazioni di categoria edilizia, non ha mai avuto risposte concrete. Sarà questo un ulteriore passo verso il tracollo del Paese?

I pochi dati positivi registrati, intanto, provengono dal settore della bioedilizia e del risparmio energetico: gli appalti e gli incentivi hanno fatto sì che parte dell'edilizia rimanesse in piedi, pur in un periodo così difficile come questo.

C'è ancora molto da fare, ma i nostri politici sembrano voler ancora perdere tempo. Concordi?

Redazione Edilizia.com
28 Agosto 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper