Edilizia.com


138927 Operatori, 83 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Terremoti: le vittime sono causate dalla corruzione

Lo afferma uno studio condotto da università americane e inglesi. I morti per i terremoti sono dovuti ai crolli di edifici costruiti dietro corruzione.

 

 

Terremoti: le vittime sono causate dalla corruzione
Secondo uno studio dell'Imperial College di Londra e dell'Università del Colorado ben l'83% dei morti causati da crolli di edifici, durante un terremoto, si verificano in Paesi corrotti. Edilizia e corruzione, dunque, vanno di pari passo in molti Paesi, compreso l'Italia, dove i morti a seguito di eventi sismici sono numerosi.

Secondo questa ricerca c'è una correlazione anche tra ricchezza di una nazione e livello di corruzione: i Paesi meno ricchi sono i più corrotti e sono anche quelli dove le pratiche edilizie sono meno "evolute".

Ma cosa conta nell'analisi del numero di morti a causa di un sisma? Sicuramente incide la densità della popolazione colpita, l'attività ingegneristica e l'indigenza, spesso causata dall'utilizzo di materiali di scarsa qualità, legati proprio alla corruzione.

I ricercatori che hanno condotto questo studio avvertono: "L'integrità strutturale di una struttura non è più importante dell'integrità sociale del costruttore e ogni nazione ha la responsabilità verso i suoi cittadini di assicurare adeguati controlli.

In particolare, le nazioni con una storia di terremoti particolarmente ricca di eventi e con problemi di corruzione non nuovi, dovrebbero ricordarsi che un settore edile non regolamentato è un potenziale killer". Un monito che sembra toccare molto da vicino l'Italia, ultimamente vittima di terremoti che hanno causato centinaia di vittime.

 

Redazione Edilizia.com
3 Maggio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper