Edilizia.com


138927 Operatori, 194 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Studi di settore: i costruttori sono i più colpiti dalla crisi

I correttivi congiunturali degli studi di settore del 2013 indicano l'edilizia come il settore con maggiore contrazione dei ricavi.

 

Crisi costruttori


Cosa succede nello specifico? L’edilizia registra il peggior risultato rispetto a tutti gli altri settori dell’area “servizi”, e fissa un record negativo: un calo del 13 punti percentuali di ricavi rispetto all’anno precedente.

Per adattare i correttivi congiunturali alla realtà delle imprese è stato confermato il modello adottato nelle dichiarazioni dei redditi degli anni precedenti.

I correttivi congiunturali di settore considerano la riduzione nel 2012 dei margini e della redditività causata dalla crisi economica. I correttivi congiunturali individuali, invece, integrano i risultati ottenuti con i correttivi di settore e adeguano i risultati a quelle situazioni di difficoltà economica che non si riescono a cogliere in un primo momento.

Gli studi di settore non sono strumenti infallibili. Queste tecniche dovrebbero avvicinare l’importo da pagare alla realtà, ma non sono esclusi errori.

Per questo i proprietari delle aziende edili possono non adeguarsi alle richieste dell’Agenzia delle Entrate nel caso in cui la dichiarazione non venga giudicata congrua dal software della società che si occupa degli studi di settore. Ovviamente è possibile segnalare il mancato pagamento nella dichiarazione dei redditi.

 

Redazione Edilizia.com
10 Aprile 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper