Edilizia.com


138927 Operatori, 118 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Sicilia, il Movimento 5 stelle combatte la speculazione edilizia

La speculazione edilizia è un problema che colpisce gran parte dell'Italia, Sicilia compresa. È proprio in questa Regione che le forze politiche cercano di combatterla: ecco la soluzione del movimento 5 Stelle.

 

Beppe Grillo movimento 5 stelle

La Legge Finanziaria, in Sicilia, rischiava di dare il via libera al risanamento edilizio. Questo avrebbe significato accettare condoni per tantissimi edifici abusivi, costruiti negli ultimi anni senza nessuna regolamentazione. Coinvolte anche le zone protette e al ridosso del mare: un disastro ambientale e culturale, dunque, ma non solo. Più volte abbiamo discusso il tema della sicurezza edilizia, in particolare dopo quanto successo in Sardegna, dove molte catastrofi avvengono a causa di scelte dovute all'uomo.

In Sicilia avviene lo stesso, come nel resto del Paese: costruzioni senza permessi, portate avanti in attesa di un condono che ne giustifichi l'esistenza. Stava succedendo anche qui, ma il Movimento 5 Stelle ha emanato un emendamento con la firma di Giampiero Trizzino, riuscendo a bloccare l'articolo contenente le disposizioni sulle case abusive.

Trizzino, felice del risultato, si schiera a favore del paesaggio siciliano, cercando di tutelarlo con ogni mezzo possibile. La norma annullata non prevedeva nessun tipo di limitazione per gli immobili realizzati in porzioni di terreno sotto vincolo paesaggistico, per esempio su terreni vicinissimi alla costa o troppo adiacenti alle zone boschive.

Secondo la norma, tali costruzioni non potevano essere abbattute, ma semplicemente concesse ai comuni per farne alloggi popolari. Un rischio molto alto, se si tiene conto del fatto che la natura non perdona nessuno e quando si scatena il rischio è per tutti. No all'abusivismo edilizio in Sicilia, quindi: ora tocca al resto d'Italia.


Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper