Edilizia.com


138927 Operatori, 268 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Sei punti per il rilancio dell'edilizia: arrivano dal Trentino

Feneal Filca Fillea ha previsto sei punti per la ripresa dell edilizia. L'intervento si è svolto in Trentino il 26 marzo scorso.

tavolo trentino

 

Un documento, simile a quello inviato dal Tavolo dell’Edilizia dell’Emilia Romagna, da inviare al Governo per un intervento su misura nel settore edile. Sei punti chiave che secondo le associazioni del settore aiuteranno l’edilizia a ripartire.

Ogni punto è stato pensato in base alla crisi generale e a quella che ha colpito il Trentino, che negli ultimi anni era stata una delle regioni più produttive del settore. Ecco gli interventi nel dettaglio:

  1. Programmazione delle opere: fondamentali gli investimenti pubblici, ma necessaria un’accelerazione dei programmi, in particolare quello Itea, che garantisce la realizzazione di alloggi sociali. I fondi non ancora utilizzati devono essere sbloccati.

  1. Sistema di aggiudicazione delle opere: necessità di togliere il massimo ribasso e dare gli appalti in mano all’Agenzia unica della provincia. Utilizzo di punti per selezionare l’accesso delle imprese.

  1. Accesso al credito: aumento dell’anticipo alle imprese che si sono aggiudicate gli appalti, accelerazione del pagamento degli stati di avanzamento dei lavori, acquisto di immobili invenduti senza spreco dei fondi pubblici, ma con pagamenti programmati.

  1. Controlli: l’Osservatorio provinciale deve garantire le verifiche in tempo reale dei lavori. Necessario un osservatorio per le opere pubbliche e private, con controlli e ispezioni.

  1. Incentivi: sono necessari interventi mirati per la crescita delle imprese, con incentivi territoriali volti anche al miglioramento della sostenibilità ambientale ed energetica.

  1. Tutela dei lavoratori: verifica della regolarità delle retribuzioni prima degli stati di avanzamento, creazione di una borsa lavoro con corsi di formazione professionali e agevolazioni di domande e offerte. Adozione di certificazioni delle competenze dei lavoratori e contrattazione d’anticipo per le grandi opere.

Questi i sei punti da adottare per le associazioni del settore. Interventi applicabili anche nel resto del Paese, sei d’accordo?

Redazione Edilizia.com
27 Marzo 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper