Edilizia.com


120564 Operatori, 99 utenti online.

SCIA: quanto costa richiederla?

Dopo i primi due step per la nostra guida sulla SCIA, oggi vediamo il terzo e ci occupiamo dei costi per la richiesta di questo documento.

 

 

SCIA: quanto costa richiederla?


La nostra guida sulla SCIA continua con il terzo appuntamento.
Dopo aver visto cos'è la SCIA e come si richiede, oggi vediamo quali sono i suoi costi.

Abbiamo detto che la segnalazione certificata di inizio attività serve nei seguenti casi:

  • Ristrutturazione
  • Demolizione di fabbricato
  • Manutenzione straordinaria riguardante anche parti strutturali
  • Manutenzione straordinaria copertura riguardante anche parti strutturali
  • Cambio d'uso senza opere
  • Restauro e risanamento conservativoVariante al P. di C. /S.C.I.A. / D.I.A. senza incidenza sui parametri urbanistici;
  • Impianti solari, termici, fotovoltaici aderenti/integrati all'esterno delle z.t.o. “A”
  • Impianti a Biomassa, Biogas, Gas Idroelettrici e di piccola cogenerazione
  • Serre fisse
  • Installazione/sostituzione insegne pubblicitarie e d'esercizio


Insieme alla domanda, che va compilata in ogni dettaglio e spedita in modalità telematica, si devono consegnare anche i documenti relativi alla tipologia di attività svolta.

Ma quanto costa tutto ciò?
La risposta è: dipende.
Sono infatti i diritti di segreteria a determinare il costo della SCIA. A questi vanno poi aggiunti i costi di spesa ordinaria, in base alla tipologia di intervento. Il totale della spesa è determinata anche dall'utilizzo o meno di un professionista che segue le pratiche, come un geometra o un architetto.

I diritti di segretaria, va ricordato, possono anche variare da comune a comune, ecco perché non potrà mai esserci un prezzo fisso e univoco per la richiesta della SCIA.

Redazione Edilizia.com
16 Ottobre 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR