Edilizia.com


138927 Operatori, 142 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Professionisti: gli architetti sono positivi per le misure del governo Letta

Dopo le prime misure adottate dal governo Letta per il settore edilizio, gli Architetti commentano con positività gli interventi adottati. Ecco la nota ufficiale.

 

 

Professionisti: gli architetti sono positivi per le misure del governo Letta


Diamo il via a un'altra rubrica di Edilizia.com dedicata ai professionisti italiani. Notizie, approfondimenti, studi di settore e tante altre novità dedicate a chi ha fatto del professionismo edilizio il suo punto forte. Ogni due giovedì del mese vi aspettiamo per approfondire insieme ogni aspetto dei lavori legati al settore.

Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ha rilasciato un commento riguardo le misure che ill governo Letta sta analizzando in queste ore per il settore edilizio. In generale il consenso è diffuso e sembra che le richieste fatte dai vari professionisti del settore siano state accolte, in parte.

"Le misure per il rilancio e la semplificazione in edilizia allo studio del Governo sembra vadano nella giusta strada per affrontare la grave crisi del settore delle costruzioni e per dare nuovo impulso allo sviluppo del Paese. Esse sono conseguenti agli impegni presi dal Presidente Letta, all'indomani del suo insediamento, sulle priorità da assegnare, nell'azione di Governo, per quanto riguarda l'edilizia, il territorio, il paesaggio".

Una nota positiva, dunque, che potrebbe far tornare la fiducia anche nelle associazioni dei professionisti, da troppo tempo impegnati a chiedere misure senza avere risposte concrete. Certo, sarà necessario attendere che le misure sotto analisi siano confermate ed effettivamente in vigore, ma è già un passo avanti per la stabilità economica interna.

Quali sono le misure apprezzate dal Consiglio nazionale? Sicuramente l'ampliamento delle competenze dello sportello unico per l'edilizia, ma anche le modifiche alla procedura "silenzio-rifiuto", la proroga di due anni per i permessi di costruzione già rilasciati,la norma che permetterà modifiche alla volumetria iniziale di un edificio, in caso di ricostruzione.

Secondo il Consiglio Nazionale, quello che è necessario fare è "Agevolare iniziative, non più procrastinabili, di messa in sicurezza degli edifici dal punto di vista statico, edilizio ed impiantistico, attuando concretamente una politica di rigenerazione urbana del patrimonio edilizio nazionale, finalizzata a incidere in modo favorevole rispetto alla qualità delle nostre città e di chi le abita".

Non resta che attendere l'entrata in vigore delle nuove norme.

Redazione Edilizia.com
13 Giugno 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper